Orologio Digitale

lunedì 19 maggio 2008

LA POESIA DIALETTALE E' SEMPRE VIVA


La poesia dialettale oggi non è morta, è viva più che mai. Ci sono tanti autori validissimi e capaci. Si è vero , è poco diffusa!

Ma è presente, statene certi .

Esistono tanti concorsi letterari nazionali e regionali.

La Sicilia poi è veramente ricca di poeti dialettali, basti pensare ad IGNAZIO BUTTITTA, SALVATORE QUASIMODO, VANN'ANTO', AGATINO PERROTTA, ANTONIO VENEZIANO, GIOVANNI MELI e molti altri.

Autori emergenti come: VINCENZO AIELLO, CALOGERO MICELI, ARISTOTELE CUFFARO, NINO BARONE ecc.

Mi fà piacere che anche le scuole propongano piccoli autori, dei veri e propri talenti nascenti, i quali diffondono i loro armonici versi in questo frastuono d' imbecillità.

Negli ultimi anni (nella veste di autore di poesie dialettali), ho avuto la fortuna di partecipare a svariati concorsi letterari in lingua dialettale, arrivando più volte finalista e anche vincitore.

Quando si assiste a delle manifestazioni letterarie dialettali, credetemi è una sensazione forte e singolare!!

E' molto bello ascoltare contemporaneamente il dialetto siciliano, quello napoletano, romano, friulano o toscano; si scoprono abitudini, storie e culture delle varie regioni, la musicalità delle parole ci rapisce e ci porta in un fantastico mondo pieno di avvincenti emozioni e straordinaria commozione!!!

Il dialetto non è una lingua di serie B!!!

Esso rappresenta il nostro passato ma anche il nostro presente e futuro.

Non dimentichiamolo mai!

Non vergognamoci della nostra lingua dialettale, mostriamoci orgogliosi.

Cari colleghi poeti e artisti musicali, diffondiamo i nostri pensieri e le nostre vibrazioni, perchè la gente è affamata di versi vernacolari.

Per chi volesse partecipare, esistono vari concorsi letterari dialettali: il premio Buttitta, quello di Marineo , il 2 Erre, quest'ultimo si svolge alternativamente nella bellissima Ravanusa (AG) e nell'indimenticabile Roma, organizzato da due valenti personalità della cultura: Filippo CASSARO ed Ettore RANALLETTA; poi c'è anche la neonata Associazione Culturale per la rivalutazione dei dialetti d'Italia: "IL FARO" che ha sede a Roma e che si appresta ad indire il 2° Concorso di poesia in vernacolo dal titolo "Sinfonia Dialettale", dopo lo strepitoso successo della sua prima edizione, organizzato dall'ottima Daniela MORESCHINI.

Quini partecipiamo numerosi ed esaltiamo sempre più il nostro dialetto, perchè quest'ultimo deve rappresentare per tutti noi una bandiera nella quale identificarci ed andare fieri!

1 commento:

  1. Grazie per aver pubblicizzato Sinfonia Dialettale e a te per aver contribuito con il tuo testo a dare luce al nostro Faro

    Daniela Moreschini

    RispondiElimina