Orologio Digitale

mercoledì 26 novembre 2008

FELTRINELLI LIBRI E MUSICA : UN NUOVO SPAZIO PER LA CULTURA E LA RIFLESSIONE NELLA FRENETICA PALERMO







Questa settimana si è aperta a Palermo la nuova sede della Feltrinelli che ora si chiama : FELTRINELLI LIBRI E MUSICA.



Si tratta degli ex locali della Ricordi e del vecchio e storico SUPERCINEMA.Una nuova sede della cultura libraria e musicale si presenta al popolo palermitano.



Essa comunque non è ancora del tutto completata, ma si spera che tutto sia pronto entro Gennaio 2009, intanto questo è un buon inizio, considerando che i locali si presentano ampi, luminosi, moderni ed accoglienti.



Interessanti gli angoli lettura e ascolto musica, carino il bar al 1° piano.



Meno male che ogni tanto qualcosa di nuovo arriva anche nella caotica Palermo!!



Un consiglio per Natale regalate i libri o la musica, donate emozioni e non stupidità!!!

lunedì 24 novembre 2008

ARRIVA IL 51° ZECCHINO D'ORO: NUOVE CANZONI, NUOVE EMOZIONI




Da martedì 25 a sabato 29 novembre, tutti i giorni dalle ore 17,00 alle ore 18,45, torna lo Zecchino D'Oro: la rassegna internazionale di canzoni per bambini.


Quest'anno è la 51^ edizione. La serata finale è sabato 29 novembre e inizierà alle ore 17,15 e finirà alle 20,00.


I conduttori di questa edizione sono: VERONICA MAYA e PAOLO CONTICINI, oltre all'immancabile CINO TORTORELLA che è l'ideatore di questa importante manifestazione canora e la simpatica SABRINA SIMONI che dirige da alcuni anni il Piccolo Coro MARIELE VENTRE dell'ANTONIANO.


Le canzoni in gara sono 12 di cui 4 straniere, provenienti dalla Macedonia, Nigeria, Portogallo e Romania. Gli interpreti saranno 13.


Novità, da martedì a venerdì tre canzoni in gara, saranno interpretate da personaggi adulti del mondo della televisione e della musica italiana, fra cui LUISA CORNA, MAL, I PIQUADRO,CRISTINA D'AVENA, ALEANDRO BALDI, GLI STATUTO.


Le giurie saranno diverse per ogni sera. Poi non ci sarà un solo zecchino assegnato ma ogni pomeriggio la giuria premierà una canzone con uno zecchino di colore differente: rosso, bianco, blu, verde. Anche il pubblico da casa può televotare, assegnando il telezecchino.


Anche quest'anno lo zecchino presenta "il fiore della solidarietà", che porta avanti un progetto nella regione del Malindi, in Kenia, per realizzare un centro dedicato ai bambini sordomuti.


Il canale RAIGULP, ogni giorno manderà le repliche alle ore 21,00. Il CD ufficiale dello zecchino è già in edicola.


Lo Zecchino D'Oro ancora oggi rappresenta ciò che di positivo ed edificante possa esistere per l'infanzia. Un grazie ad un maestro qual'è CINO TORTORELLA!

sabato 22 novembre 2008

UN SALUTO AL GRANDE SANDRO CURZI


E' scomparso stamane a Roma, dopo una lunga malattia il giornalista SANDRO CURZI.

Nacque a Roma il 4 marzo 1930, aveva 78 anni.

Oggi alle ore 17,00, verrà allestita in Campidoglio, la camera ardente e sempre qui, lunedì 24, ci saranno i funerali laici.

Sandro Curzi fu un partigiano resistente, a 14 anni fu iscritto nel Partito Comunista.

Iniziò la sua carriera giornalistica giovannissimo all'UNITA', poi divenne caporedattore del mensile della FGCI Gioventu' Nuova, diretto da ENRICO BERLINGUER, fino ad essere vice direttore dello storico quotidiano Paese Sera .

Negi anni '60, collabora alla crescita della radio con il programma Oggi in Italia che trasmetteva da Praga ed era seguito da molte parti d'Europa e dagli emigranti italiani.

Il periodo caldo del '68 e del '69, fu seguito da Curzi con molto impegno.

Negli anni '70 arriva in RAI, dove inzia come redattore ordinario al GR1 di SERGIO ZAVOLI.

Nel 1976 insieme a BIAGIO AGNES e ALBERTO LA VOLPE fondano la terza rete RAI, nel 1978 fu condirettore del TG3 diretto da BIAGIO AGNES.

Qui incontra MICHELE SANTORO e insieme realizzano il programma Samarcanda.

Nel 1987, diventò direttore del TG3, da qui inizia un periodo che lo contraddistinguerà per tutta la vita, diede voce ad una sinistra italiana indignata e ostile nei confronti di una prima Repubblica sempre più corrotta e scandalosa.

Sandro Curzi da direttore del tg3, fu soprannominato dagli avversari politici: TELEKABUL per via della capitale dell'Afganistan occupata dall'URSS negli anni '70. Con Curzi il Tg3 ebbe un'impennata di ascolti diventando un telegiornale molto autorevole.

Fu anche soprannominato Kojak, per la sua calvizia somigliante al celebre detective televisivo, impersonato dall'attore televisivo Telly Savalas.

Se ne và un grande giornalista e direttore bravo, fermo e coerente nelle proprie idee.

venerdì 21 novembre 2008

LA SETTIMANA ENIGMISTICA ARRIVA A QUOTA N° 4000 !







Sabato 22 novembre La Settimana Enigmistica, il più importante periodico di enigmistica, esce con il n. 4000, un importante traguardo!
Essa fu inventata da un nobile di origine sarda, il Cavaliere del Lavoro e grande Ufficiale, Dottor Ingegnere GIORGIO SISINI di Sennori, già Conte di Sant'Andrea e figlio del fondatore del Rotary Club di Sardegna deceduto nel Giugno del 1972.
Il primo numero della Settimana Enigmistica fu pubblicato il 23 gennaio 1932, con in copertina l'immagine dell'attrice messicana Lupe Vélez.
Lo stesso fondatore del giornale, creò enigmi per i lettori fino agli ultimi giorni della sua vita.

La Settimana Enigmistica può considerarsi il giornale di Enigmistica più famoso in Italia, proprio questa settimana arriva a quota 4000, ha subito solo una pausa di 2 mesi e mezzo, tornò in edicola con il n° 694 del 14 luglio 1945, scusandosi con i lettori: "Gli storici avvenimenti delle ultime settimane hanno impedito di pubblicare questo numero con la consueta regolarità".

Solo questa è stata la pausa per questa rivista in 77 anni.

Per quanto riguarda la veste tipografica, questo settimanale può assumere tre colori: blu, verde o rosso, i colori si alternano nell'ordine indicato.

Nella copertina c'è sempre uno schema di parole crociate con un personaggio del mondo dello spettacolo, dello sport, della musica, del teatro o del cinema. Sui numeri pari del giornale il personaggio è sempre di sesso maschile, sui numeri dispari invece è sempre di sesso femminile.

La Settimana Enigmistica oltre ad ospitare nelle sue pagine le Parole Crociate, è famosa per degli appuntamenti fissi come: Il Bersaglio, La Pagine della Sfinge, Aguzzate la Vista, Vero o Falso, Forse non tutti sanno che..., Strano ma Vero, Spigolature, Il Confronto, La Pista Cifrata, Che cosa apparirà, L'Antologia del buon umore, Schegge di Follia, Che cosa manca ecc.
In ultimo nel 2005 si è aggiunto il Sudoku.

La Settimana Enigmistica, malgrado la sua età è una nonna arzilla e al passo con i tempi, infatti in questi ultimi anni, dalle pagine in bianco e nero si è passati anche a quelle colorate.

Il successo di questa rivista è legato anche a personaggi come: Il Cavalier Busilis, Il tenero Giacomo, Le pettegole Magda e Lena, Viviana la maga, La Susi e il suo quesito, il Corvo Parlante, Brando di Suspens, Proteus.

La Settimana Enigmistica ha la sua redazione a Milano in Piazza Cinque Giornate, è venduta anche all'estero ed esce ogni settimana il sabato anche se si trova in edicola tra mercoledì e giovedì.
L'attuale direttore è FRANCESCO BAGGI SISINI, ed è il nipote del fondatore della rivista di enigmistica Giorgio SISINI.

AUGURI ALLA SETTIMANA ENIGMISTICA, PER ANCORA 100.000 NUMERI E LUNGA VITA!!!

Sopra trovate le prime copertine del 1932 - 1933, compreso il n.1.

martedì 18 novembre 2008

BUON COMPLEANNO TOPOLINO: AUGURI PER I TUOI 80 ANNI!







TOPOLINO, Il famoso personaggio di Walt Disney è nato il 18 novembre 1928.



Al suo esordio questo eroe dei fumetti, ideato dalla sapiente fantasia di Walt Disney, si dimostrò sveglio e molto positivo, tuttora appare in questo modo.



Topolino incarnava l'uomo medio americano, capace di risolvere le mille difficoltà quotidiane.



All'inizio il suo nome fu quello di Mortimer Mouse, ma la moglie di Walt Disney, consigliò al marito di scegliere il nome di Mickey Mouse, perchè sembrava più adatto ad un " topo comune".



Il debutto di Topolino avvenne con il cortometraggio del 18.11.1928, nel cartone animato "Steamboat Willie", dove lo si vede fischiettare alla guida di un vaporetto, flirta con Minnie e si scontra con un gatto dal nome Gambadilegno.



Anni importanti sono stati il 1932 per l'Oscar e il 1940 per " Fantasia", un mix di animazione e musica classica.



Topolino fa il suo ingresso come fumetto nel 1949 con il settimanale che prende il suo nome e che ancora oggi gode di ottima salute e per resistere nel tempo, ha un forte legame con l'attualità e gli eventi di portata mondiale.



Topolino e tutti i personaggi Walt Disney, sono oggi una vera garanzia per i nostri bimbi, perchè trasmettono messaggi puliti, rappresenta un vero esempio di positività, di educazione e morale.



Quindi lunga vita a Topolino e a tutta la banda Disney.

sabato 15 novembre 2008

I MAESTRI DELL'INFANZIA / GIANNI RODARI 1^ Puntata







GIANNI RODARI (all'anagrafe Giovanni Francesco Rodari), nacque il 23 ottobre 1920 ad Omegna e visse a Gavirate (VA), dove fu trasferito a seguito della morte del padre.



Nel 1931 la madre lo fece entrare nel seminario cattolico di San Pietro martire di Seveso (MI), per farlo diventare seminarista, ma poi lo fece uscire nel 1934 e lo iscrisse alle magistrali.



Nel 1937 Gianni Rodari si diplomò maestro elementare e nel 1939, si iscrisse alla Facoltà di Lingue dell' Università Cattolica di Milano, ma abbandonò presto i corsi all'età di 20 anni, dopo solo pochi esami.



Le esperienze di insegnamento elementare del giovane maestro avvennero a Ranco, Brusimpiano e Cardana di Besozzo.



A 23 anni venne chiamato in servizio dalla Repubblica Sociale Italiana.



Rodari in reazione alla chiamata, prese contatti con la Resistenza Lombarda e con il Partito comunista a cui si iscrisse il 1° maggio 1944.



Nel 1945 con la liberazione, iniziò la sua carriera giornalistica in Lombardia, dirigendo "L'Ordine Nuovo", periodico comunista di Varese, nel 1947 approdò a L'Unità di Milano, dove curò per due anni la rubrica "La Domenica dei Piccoli"... Continua







2 POESIE DI GIANNI RODARI



L'AUTUNNO


Il fieno è falciato
il cacciatore ha sparato,
l'Autunno è inagurato:
il grillo si è murato
nella tomba in mezzo al prato.


§ § §


BELLA NAVE

"Bella nave che vai sul mare,
quante cose puoi portare?"
Posso portare mille persone,
cento sacchi di carbone,
Tre scialuppe ed una lancia
e un capitano con la pancia.
Corro in men che non ti dico
dalla Cina a Portorico
La tempesta ed il tifone
mi fanno il solletico al timone...
Ma se un giorno del malanno
di bombe e cannoni mi caricheranno
sai che faccio per ripicco?
Colo a picco!








giovedì 13 novembre 2008

CON IL DISTRIBUTORE AUTOMATICO, IL LIBRO E' SERVITO !


Anche in Italia, in particolare a Milano, nelle metropolitane, da quest'anno il pendolare ha la possibilità di avvicinarsi ad un distributore automatico e infilando due o più euro, invece di ritirare la bibita o la barra di cioccolato, si potrà portare un libro, si proprio un libro!!!

Nella capitale francese, i " juke-box letterari" sono già una realtà da alcuni anni. Sembra infatti che essi piacciono molto ai cittadini della Ville Lumiere.

L'idea del distributore automatico è veramente geniale, rappresenta una vera rivoluzione nella distribuzione dei libri.

Quest'ultima si sà costa molto, non c'è da considerare solo il costo-libreria ma anche la rete di vendita.

La popolazione italiana, purtroppo non ama molto comprare i libri, ne tanto meno li regala. Questa trovata del distributore automatico, in un luogo come la metropolitana, rappresenta un'iniziativa lodevole, perchè può diventare anche una vetrina interessante, per autori sconosciuti di case editrici minori, in più con questo sistema si potrà stimolare i lettori più pigri.

Chissà se in questo modo la cultura, porgendo una mano all'individuo frenetico e distratto dei nostri giorni, possa condurlo verso oasi di riflessioni, piacevoli e sane emozioni !!!

domenica 9 novembre 2008

UN AUTORE, UN LIBRO ( 4 ) : LIDIA RAVERA - LE SEDUZIONI DELL'INVERNO




LIDIA RAVERA, nasce a Torino il 6.2.1951, è scrittrice e giornalista italiana. Raggiunge notorietà con il romanzo "Porci con le ali", scritto a quattro mani con Marco Lombardo Radice, tratta della generazione del '68, dei suoi miti e dei suoi ideali, attraverso la storia d'amore tra due adolescenti.


Di lei si ricordano anche opere pubblicate i cui titoli sono: Bambino mio, Ammazzare il tempo, Bagna i fiori e aspettami, Per funghi, Se lo dico perdo l'America, Voi grandi, Due volte vent'anni.


La Ravera ha collaborato anche a numerose sceneggiature.


Scrive anche per testate nazionali come l'Unità, Io Donna e Moda.


Lidia Ravera è arrivata finalista all'ultimo Premio Strega 2008 con il romanzo: "Le Seduzioni dell'inverno". Editore Nottetempo.


Questo libro in sintesi parla di Michele, single di mezz'età: casa disordinata, letto sfatto e una cucina in cui si ammucchiano piatti da lavare. Ma un giorno, al risveglio, l'appartamento è trasformato, la tavola imbandita, musica classica si diffonde dolcemente: colei che opera questa rivoluzione è Sophie, donna colta e riservata e domestica instancabile che, in assenza dell'ex moglie del protagonista presso la quale dice di lavorare, offre i propri servigi.


Le seduzioni di Sophie vincono il cuore invernale di Michele che per la prima volta si abbandona alla passione. Tanto più duro è il secondo risveglio, la casa vuota, deserta e silenziosa.


sabato 8 novembre 2008

RIAPRE " L'ANTICA PASTICCERIA MAZZARA" : DOLCE CENTRO CULTURALE







Oggi 8 novembre 2008 alle ore 19,00, ci sarà l'inagurazione dell'Antica Pasticceria Mazzara, di Via Generale Magliocco, con la testimonianza di Gioacchino Lanza Tomasi e dello storico Vincenzo Prestigiacomo.



Un gruppo di imprenditori palermitani, lanciando una ventata di ottimismo contro la crisi economica, ha investito per restituire alla città di Palermo un glorioso ed elegante locale.



Questa importante pasticceria nacque nel 1908 e fu ben presto frequentata a livello internazionale da nobili, intelletuali, artisti e da tutti i personaggi che hanno segnato la storia di Palermo, fra cui Giuseppe Tomasi di Lampedusa, che vi scrisse buona parte del romanzo " Il Gattopardo", il figlio Gioacchino Lanza Tomasi, "Amabsciatore di Sicilia" nel mondo e gli scrittori Leonardo Sciascia e Andrea Cammilleri.



La società Arabea, che ha preso a cuore la rinascita dell'Antica Pasticceria Mazzara, si propone un progetto culturale che punta a fare della Via Generale Magliocco, una sorta di Via Margutta, famosa via di artisti della capitale.



Si avrà quindi apertura fino a tarda sera, a servizio degli amanti del cinema, del teatro, delle passeggiate in centro, mostre, eventi e conversazioni letterarie; spazi per dibattiti sulle opere di giovani ed "emergenti"; punto di assistenza per prenotare posti al cinema e al teatro e per organizzare itinerari alla scoperta dei "tesori" di Palermo.



Ben vengano queste iniziative di luce culturale unite alle golosità e tradizioni della terra di Sicilia.

mercoledì 5 novembre 2008

BARACK OBAMA : E' IL 44° PRESIDENTE DEGLI STATI UNITI D'AMERICA




BARACK HUSSEIN OBAMA II è il 44° Presidente degli Stati Uniti d'America. E' nato ad Honolulu il 04.08.1961. Dopo aver vinto l'elezioni primarie, è stato il candidato del Partito Democratico alla Presidenza degli U.S.A. per l'elezioni 2008, che si sono da poco concluse.


Barack Obama aveva ottenuto l'investitura ufficiale durante la Convetion del Partito che si è svolta a Denver tra il 25 e il 28 agosto 2008.


E' stato senatore non bianco dell'Illinois. Egli è infatti nato negli Stati Uniti da padre nero del Kenia e da madre bianca del Kansas.


Il nuovo Capo della Casa Bianca è il primo Presidente Afro-Americano.


Una curiosità Obama, ha pubblicato la sua autobiografia " Dream for my mother" nel 1995, nel 2004 la ripubblica con qualche modifica; la versione audiolibro è stata premiata nel 2006 con un Grammy Award for Best Word Album.


Obama ha vinto l'elezioni con il 52 % di preferenze, staccandosi di sei punti dal rivale Repubblicano JOHN MC CAIN che ha avuto il 46% dei voti.


Bisogna dire che non sempre chi ottiene più voti, vince l'accesso alla Casa Bianca, si è visto nel 2000 con Al Gore che ebbe più preferenze ma l'attuale Presidente GEORGE W. BUSH, riuscì a primeggiare nel colleggio elettorale.


Con Barack Obama, l'America volta pagina. La sua elezione è stata un trionfo.


Il nuovo Presidente U.S.A. che si insedierà il prossimo 20 gennaio 2009, nel suo primo discorso ha commentato la sua vittoria dicendo: "L'America è il luogo dove tutto è possibile".


Certo le prove che attenderanno Obama sono al quanto ardue e impegnative: la crisi mondiale, l'Iran, l'Iraq, il terrorismo di Al Qaida, il clima, insomma c'è tanta carne al fuoco.


In bocca al lupo Mr President!!!

martedì 4 novembre 2008

4 NOVEMBRE : FESTA DELLE FORZE ARMATE E DELL'UNITA' NAZIONALE.90° ANNIVERSARIO DELLA FINE DELLA 1^ GUERRA MONDIALE




Quella del 4 novembre è una ricorrenza importante per tutti i cittadini italiani. Essa è la data che celebra l'Unità Nazionale e rende omaggio alle Forze Armate.


Essa è altresì importante in quanto si commemora la vittoria nella grande guerra del '15-'18.


4 novembre vuol dire anche riconoscere il sacrificio degli uomini che con coraggio, hanno vestito e ancora oggi lo fanno fieramente, le divise dell'Esercito, Marina, Aeronautica e dell'Arma dei Carabinieri.


"Le forze militari nazionali, sono uno strumento di equilibrio e pacificazione, a tutela e nel rispetto dei valori del diritto internazionale e nell'ambito di più ampie politiche di stabilità. Inoltre oggi le Forze armate sono presidi di pace e sicurezza nel mondo". Questo è ciò che ha detto l'On. e Ministro della Difesa IGNAZIO LA RUSSA. Quest'ultimo, ha reso omaggio a tutti i caduti militari, ha anche aggiunto che il 4 novembre è importante perchè è una tappa storica, perchè quest'anno coincide con la ricorrenza del 90° anniversario della fine della 1^ guerra mondiale.


Concludendo ci si augura in futuro che così come per il 25 aprile e il 2 giugno , anche il 4 novembre, possa diventare festa nazionale.

domenica 2 novembre 2008

UN SALUTO AI CARI DEFUNTI


Care amiche e cari amici in questa particolare giornata che si commemorano i nostri cari defunti, allego una mia poesia composta per l'occasione.



UN SALUTO AI CARI DEFUNTI


A coloro che non ci sono più a questo mondo
ma che invece siedono nella gloria
di Dio Padre.

A coloro che non devono essere dimenticati
perchè possa sempre vivere la loro memoria,
le loro opere e gesta.

A coloro che ci hanno dato consigli e
regole per guidare questa complicatissima macchina
che è la vita.

A coloro che noi piangiamo e che invece
chiedono di pregare per loro.

Un saluto ai nostri cari defunti perchè
addormentati nella speranza della resurrezione,
purificati di ogni peccato... possano godere
della beatitudine eterna.


ANTONINO CAUSI



Questa poesia è di prprietà dell'autore ogni riproduzione o diffusione impropria e senza il suo consenso; saranno punite ai sensi delle vigenti disposizioni di legge.