Orologio Digitale

mercoledì 23 settembre 2009

QUASIMODO CONCERT, POETICAMENTE CANTARE LA POESIA







Il 28 settembre 2009 a Priolo (SR), alle ore 21,00 in Piazza Comunale, ALBERTO FORTIS e ALESSANDRO QUASIMODO, figlio del noto Premio Nobel per la Letteratura, daranno vita al Quasimodo Concert.

E' una idea originale, si tratta di un mixage di musica moderna, poesia e danza.

L'evento è dedicato al grande poeta SALVATORE QUASIMODO, si rievocheranno suggestioni del linguaggio poetico attraverso la proposta musicale di alcuni suoi testi, riascoltare le sue poesie, cantate e recitate ripercorrendo i momenti più intensi della sua opera.

Alessandro Quasimodo, noto attore e regista, sarà la voce narrante, i versi del Premio Nobel, saranno altresì mescolati con le voci dei cantanti, del soprano RITA MELANY FRENI, di VALERIA MONETTI e di ALBERTO FORTIS.

Una serata che si preannuncia alquanto interessante e gli ingredienti sorprendenti e pieni d'atmosfera!

BUON DIVERTIMENTO!

lunedì 21 settembre 2009

SELEZIONATO E INSERITO NELL'ANTOLOGIA DEL PREMIO " POESIA, PROSA E ARTI FIGURATIVE " E DEL PREMIO TEATRALE " ANGELO MUSCO " IL CONVIVIO 2009 "


La Giuria del Premio " Poesia, Prosa e Arti figurative" e del Premio Teatrale " Angelo Musco " Il Convivio 2009 ", tra le 1332 opere partecipanti ha selezionato 150 opere tra cui la mia poesia dal titolo "Ti cuntu 'na storia".

Essa sarà inserita nell'antologia omonima del premio.

Ecco la poesia.



TI CUNTU 'NA STORIA


Veni cca figghiu miu

ti cuntu 'na storia.


Quannu eru picciriddu e avevu novi annuzzi

inveci ri jucari cu cavadduzzi ri lignu,

travagghiavu rintra zzubbi scurusi.


Purtavu supra i me spaddi 'na gistra china ri sùrfaru,

fruttu ri lu me sàngu, u sururi ri li me carni.

A li voti pensu chiddi mumenti cu tristìzza e cu ranni duluri.

Ma chista eni a vita ri me tempi.


Certu eni mègghiu oggi, pùru ca nun si capisci lu sensu ri lu sacrificiu.


Figghiu miu pigghia a tò vita comu 'na fimmina,

nun farci mancari nènti,

ma addifènditi ri lu so mali e lu beni

apprezzalu comu nu rrialu ri DDiu.


A me storia eni tristi assài

ma nun eni sulu nivuru chiddi chi ti haju dittu,

eni pùru virdi spiranza ri putircila fari,

sini tu ù futuru, iu sugnu oramai ù passatu.



Traduzione



TI RACCONTO UNA STORIA


Vieni qua figlio mio

ti voglio raccontare una storia.


Quando ero piccolo ed avevo nove anni

invece di giocare con il cavallino di legno

lavoravo dentro a dei cunicoli bui.


Trasportavo sopra le mie spalle una cesta piena di zolfo,

il frutto del mio sangue, il sudore delle mie carni.


A volte penso quei momenti con tristezza

e con grande dolore.

Ma questa è la vita dei miei tempi.


Certo è meglio oggi, anche se non si capisce il senso del sacrificio.


Figlio mio prendi la tua vita come una donna,

non fargli mancare niente,

ma difenditi dai suoi mali e il bene

apprezzalo come un regalo di Dio.


La mia storia è molto triste

ma non è solo nero quello che ti ho detto

e anche il verde speranza di potercela fare,

sei tu il futuro, io sono ormai il passato.


ANTONINO CAUSI
(Foto in alto una copertina della celebre rivista trimestrale di poesia e arte figurative " IL CONVIVIO" ).

giovedì 17 settembre 2009

PALERMO E' UNA CIPOLLA : REPORTAGE DI FOTOGRAFIA E LETTERATURA





Dal 24 al 27 settembre 2009 a Palermo, si svolgerà il workshop "Palermo è una cipolla", titolo tratto dal celebre libro dello scrittore palermitano ROBERTO ALAIMO, edito da La Terza, una quattro giornate su Palermo tra fotografia e letteratura.

Ogni autore presente a questi incontri racconterà la nostra città con modi diversi , come se fosse una cipolla , così come la descrive lo scrittore Alaimo nel suo libro.

Lo scrittore sarà presente in uno di questi 4 giorni.

L'ultimo giorno ci sarà la presenza della celebre fotografa palermitana LETIZIA BATTAGLIA.

L'esperienza professionale della Battaglia, sarà raccontata attraverso la preziosa documentazione fotografica che ella ha raccolto durante gli anni di mafia in Sicilia.

lunedì 14 settembre 2009

TONYPOET SI RINNOVA!!!


Da oggi il blog TONYPOET ha una grafica più rinnovata, è stata inserita la ricerca degli argomenti dell'archivio blog, poi è più facile lasciare i commenti (ripristinato il problema che tanti di voi avete segnalato).

Ora potete lasciare i vostri commenti tranquillamente senza problemi, in basso alla voce commenti.
Scegliete il profilo che più preferite per la registrazione di accaount, ma non dimenticate la password al momento della registrazione, c'e anche la voce anonimo, insomma fate voi come volete!

Inoltre più sevizi, notizie e approfondimenti culturali.

Buona navigazione a tutti voi!!!

domenica 13 settembre 2009

UN AUTORE, UN LIBRO ( 9 ) : DAVIDE RONDONI - MANUALE DI SOPRAVVIVENZA DI UN CATTOLICO LIBERO IN ITALIA (scritto con Stefano Del Magno)



DAVIDE RONDONI è un poeta , scrittore e opinionista del Tg1. E' nato a Forlì nel 1964.

Laureato in Letteratura Italiana all'Università di Bologna è oggi considerato un illustre rappresentante della Cultura Italiana dell'ultima generazione.


E' editorialista di Avvennire e IL Tempo


Ha fondato e dirige Il Centro di Poesia Contemporanea all'interno dell'Università di Bologna.


Una vera fucina di cultura dove emergono autori di tutto rispetto!


Davide Rondoni ha pubblicato diverse raccolte di poesia che sono uscite sia in Italia che nei Paesi Europei e anche negli U.S.A.

La sua Prima opera di Poesia è "La Fontiera delle Ginestre", Forum- Quinta Generazione del 1985; l'ultima è "Ballo lentamente con le tue ombre". Poesie per il tango. Tracce del 2009.

Ha inoltre pubblicato "ISanti Scemi" nel 1996 e vari saggi per il teatro,ha prodotto diversi pezzi tra cui "La Locanda, le stelle" dedicato ad Andrea Soffiantini .

Davide Rondoni è stato consulente RAI per la Fiction e cura interventi di poesia.


Sul canale satellitare SAT2000, conduce un programma di poesia e di dibattito culturale.

In questi giorni esce "IL MANUALE DI SOPRAVVIVENZA DI UN CATTOLICO LIBERO IN ITALIA", scritto da DAVIDE RONDONI e Stefano del Magno, per la collana MenAlive n.1,Edizioni del Poggio.

Si tratta di un libretto provocatorio, ironico e appassionato che per la prima volta mette a fuoco con leggerezza un grande tema: come fa un cattolico libero a cavarsela in mezzo a pregiudizi e incomprensioni.

Nel libro si raccontano 9 modi per "cavarsela".Per saperlo conviene acquistare il libro anche on-line, al modestissimo prezzo di € 7,00, basta andare al sito Edizioni di Pagina .

Il Manuale di sopravvivenza di un cattolico in Italia è il primo volumetto di una nuova collana, il cui nome è MenAlive (Uomini Liberi), vuole sottolineare questo stato d'animo in una quotidianità frenetica, condizionata e piena di pregiudizi.

BUONA LETTURA!!!

mercoledì 9 settembre 2009

ADDIO MIKE BONGIORNO : MAESTRO E PADRE DELLA TV



Ieri all'età di 85 anni colpito da un infarto, si è spento il popolarissimo presentatore e autore TV MIKE BONGIORNO.

Con lui perdiamo un pezzo della nostra televione italiana, inutile dire che la sua mancanza ci lascerà tutti orfani di un bravissimo educato e cortese professionista dello spettacolo.


Ricordare Mike, è obbligatorio perchè ha segnato la cultura e il benessere del nostro paese.


Di origine siciliana emigrò in America, ritornò in Italia con la nascita della Tv di Stato.


Iniziò la sua carriera radiofonica e televisiva con il programma "Arrivi e Partenze" nel 1954.


Famosi sono stati i suoi quiz da :" Lascia e raddoppia", a "Rischiatutto", "Scommettiamo", "Flash" ; poi negli anni '80 andò a Mediaset, importante l'incontro con SILVIO BERLUSCONI, con il quale fondarono TeleMilano, l'attuale Canale 5, qui altri successi , "Bis" , "Superflash", "Pentlaton ", "Telemike", "Tutti per uno" , "La ruota della Fortuna", "Bravo Bravissimo" ed ultimo "Genius".


Ha condotto 11 Festival di Sanremo. E' stato affiancato da diverse vallette , da Edy Campagnoli, a Sabina Ciuffini, Susanna Messaggio, Fabrizia Carminati, Patrizia Garganese, Paola Barale, Miriana Trevisan, Antonella Elia ecc.


Nell'agosto del 2007, ha conseguito il titolo di Dottore presso l'Università IULM di Milano.

A settembre dello stesso anno tornato in RAI, ha condotto Miss Italia, con la bravissima Loretta Goggi.

Significative sono state le collaborazioni artistiche da Mario Riva, a Corrado, Tortora, Lelio Luttazzi, Pippo Baudo e Fiorello.

A ottobre per Sky , avrebbe condotto "Riskytutto", una versione rinnovata del celebre quiz Rischiatutto.

Muore a Montecarlo presso l'hotel Metropole.

Sicuramente rimarrà nei nostri cuori e insieme a lui anche il celebre saluto ALLEGRIA !!!


lunedì 7 settembre 2009

IL 9 SETTEMBRE SARA' BEATLES DAY



Il 9 settembre 2009 usciranno 14 album dei BEATLES, celebre band musicale inglese,saranno infatti rimasterizzati per la prima volta in digitale con un livello di fedeltà alla musica originale, finora mai raggiunto.

I 14 album sui 16 totali pubblicati dai Fab Four, vivranno nuova luce e daranno quindi più brillanti e nitide emozioni.
Tutto il lavoro di rinnovamento tecnologico è costato 4 anni di paziente lavoro.

BUON ASCOLTO!

giovedì 3 settembre 2009

IL DIALETTO, UNA RISORSA DA PRESERVARE E DIFFONDERE


In questi giorni ascoltiamo inorriditi alla querelle fra Nord e Sud, il dialetto si pretende sia conosciuto dagli insegnanti laddove si trovano a svolgere il loro ruolo, tutto ciò a mio modesto parere appare alquanto assurdo ed eccessivo.

Voglio parlare di questo argomento perchè la questione mi sta cuore.

Tengo a precisare che la lingua vernacolare è importante e non deve diventare strumento di questioni politiche.

Da anni mi batto perchè il dialetto, sia riscoperto e rivalutato da tutti noi cittadini.

Esso è la memoria storica dei nostri antenati, la nostra essenza, la civiltà, gli usi e costumi del popolo.

Spesso incontrando la gente, sento ancora dire quanto sia rozzo parlare in vernacolo.

Da qui le frasi:"Parla bene e in italiano! Smettila di parlare in dialetto"!!!... e così via.

Tutto ciò è semplicemente ignoranza!!

Questi genitori non sanno quanto fa bene parlare un pò del nostro dialetto, ricco di termini, di proverbi, di piacere fonetico.

Ultimamente si fanno tante riforme per la scuola ma non si è mai affrontata seriamente la questione del dialetto.

Nessun Ministro della Pubblica Istruzione, nei piani di studio, almeno della scuola primaria, così sembra si dica oggi ; continuo nessuno di questi ha mai inserito il dialetto.

Una lacuna molto grave che non fa per niente onore al nostro paese.

Mi piacerebbe che la Signora Gelmini, possa inserire almeno 4 ore di studio del dialetto, magari una materia come: "Storia e cultura della... Sicilia, della Sardegna, della Lombardia, del Veneto ecc.", a secondo del luogo scolastico di frequenza dell'alunno.

Con tanti amici e colleghi poeti ci battiamo affinchè il dialetto, venga insegnato nelle scuole invece di essere disprezzato, bisognerebbe valorizzarlo ed esaltarlo.

Tutti i dialetti d'Italia rappresentano un vero patrimonio, il confronto e gli scambi culturali fra i vari idiomi linguistici locali, attraverso la numerosa produzione poetica e letteraria non fanno altro, a mio avviso di arricchire e dare maggiore impulso alla lingua italiana.

Cito fra tutti gli autori siciliani, il Buttitta, il quale con i suoi preziosi versi non fa altro che far rivivere con emozioni, sensazioni, la storia della nostra Sicilia, anche se dolorosa, ma pur sempre importante e interessante.

Il termine dialetto, deriva dal greco "dialektos" che vuol dire conversazione e dialogo, quindi come si vede il messaggio non vuol dire separazione ma unione fra i popoli per un proficuo scambio culturale.

Mi piace evidenziare altresì l'importante ruolo che svolgono tutte le Associazioni Culturali che in tutta Italia promuovono e difendono la lingua dialettale.

In Sicilia ci sono tanti amici poeti come Scalabrino, Barone, Vultaggio, Criscenti, Gerbino, Aiello, Di Noto ecc. che si battono con tenacia per il vernacolo.

Ci sono molti concorsi letterari che incitano scrittori e poeti a partecipare, un motivo in più affinchè la lingua locale, sia motivo di orgoglio e di vanto e non d'ignominia e disunione.

Un plauso anche alla simpatica e intraprendente Daniela Moreschini che a Roma e dintorni con la sua Associazione promuove e favorisce la diffusione del vernacolo.

Un ultimo ringraziamento va anche ai miei cari amici Filippo Cassaro ed Ettore Ranelletta che da alcuni anni con il 2 Erre portano avanti un messaggio positivo e di ricchezza per il dialetto.

Essa è una lingua efficace e piena di termini che etimologicamente possono considerarsi veramente unici.

Lunga vita quindi al dialetto e ai suoi autori!!

mercoledì 2 settembre 2009

BAARI'A A VENEZIA, ORGOGLIO TUTTO SICILIANO !



Da oggi 2 settembre con grande piacere, sarà proiettato alla 66^ Edizione della Mostra del Cinema di Venezia il film di Giuseppe Tornatore: "BAARI'A" (questo è il nome in dialetto della celebre cittadina siciliana alle porte di Palermo).

E' veramente un onore per noi siciliani!!

Il film è una commedia epica che racconta di una famiglia di Bagheria dagli anni 30 agli anni 80 con un prologo negli anni 10 e un epilogo oggi, quasi un secolo!

La pellicola è stata girata fra mille difficoltà a causa dell'incidente, l'aggressione sotto casa, del regista e poi le continue pioggie, ma alla fine il risultato è soddisfacente considerato anche il nutrito cast di attrici e attori che sono presenti: SALVO FICARRA, VALENTINO PICONE, LUIGI LO CASCIO, NICOLE GRIMAUDO, LINA SASTRI, ANGELA MOLINA, NINO FRASSICA, DONATELLA FINOCCHIARO, LAURA CHIATTI, ENRICO LO VERSO, GABRIELE LAVIA, MONICA BELLUCCI, TONY SPERANDEO, VINCENZO SALEMME, GIORGIO FALETTI, BEPPE FIORELLO, MICHELE PLACIDO, LEO GULLOTTA, ALDO BAGLIO, RAOUL BOVA e i protagonisti MARGARETH MADE' e FRANCESCO SCIANNA, insieme a tanti bambini e comparse.

Il film è pieno di aspettattive e l'impegno del regista Premio Oscar GIUSEPPE TORNATORE è stato alquanto superbo.

La 66^ Mostra Cinematografica di Venezia, aprirà con questo importante prodotto tutto italiano e siciliano e sottolineo siciliano perchè ci sono due versioni del film, in italiano e in dialetto, chissà quale di questa sarà proiettata a Venezia?

Baarìa uscirà nelle sale cinematografiche il 25 settembre 2009.

Ci auguriamo che possa vincere, ma in ogni caso sarà un successo!!

martedì 1 settembre 2009

BUON RIENTRO ! ! !

Con l'arrivo di Settembre, si rientra al lavoro e alle normali attività quotidiane.

Abbiamo lasciato le vacanze, gli amori, gli svaghi, il divertimento e i piaceri alle nostre spalle.

Si torna con la voglia e lo stimolo di affrontare un nuovo anno più interessante, più proficuo e più remunerativo e con una crisi che spero sia arrivata al suo capolinea.

Con questo mi rivolgo a coloro che non hanno il posto di lavoro, che sono stati licenziati e che fanno i salti mortali per arrivare a fine mese.

A tutte queste persone giunga il mio pensiero, nell'augurio che le cose possano cambiare in meglio.

Care amiche e amici come sono andate le ferie estive? Spero bene!! Tutti noi abbiamo bisogno di un periodo per rigenerarci, cercare un pò più noi stessi, dividere più tempo con la famiglia e i nostri figli.

Riprende anche il nostro blog, ormai giunto quasi al suo secondo anno.

Mi prometto di arricchirlo di contenuti ancor più interessanti dal punto di vista culturale con riflessioni, materie storiche, geografiche, tradizioni locali e folcloristiche, non trascurando per nulla la poesia, considerata argomentazione dominante,

A tutti voi care amiche e amici , BUON RIENTRO!!!