Orologio Digitale

mercoledì 23 settembre 2009

QUASIMODO CONCERT, POETICAMENTE CANTARE LA POESIA







Il 28 settembre 2009 a Priolo (SR), alle ore 21,00 in Piazza Comunale, ALBERTO FORTIS e ALESSANDRO QUASIMODO, figlio del noto Premio Nobel per la Letteratura, daranno vita al Quasimodo Concert.

E' una idea originale, si tratta di un mixage di musica moderna, poesia e danza.

L'evento è dedicato al grande poeta SALVATORE QUASIMODO, si rievocheranno suggestioni del linguaggio poetico attraverso la proposta musicale di alcuni suoi testi, riascoltare le sue poesie, cantate e recitate ripercorrendo i momenti più intensi della sua opera.

Alessandro Quasimodo, noto attore e regista, sarà la voce narrante, i versi del Premio Nobel, saranno altresì mescolati con le voci dei cantanti, del soprano RITA MELANY FRENI, di VALERIA MONETTI e di ALBERTO FORTIS.

Una serata che si preannuncia alquanto interessante e gli ingredienti sorprendenti e pieni d'atmosfera!

BUON DIVERTIMENTO!

4 commenti:

  1. NARRARE
    …tutto ciò che nasce è il pensiero di essere uno scrittore
    e sorprendersi di sera quando…


    Narrare…
    Che affare è per me?
    E che fare di un’immortale dimora
    Dove Noè
    Orchestrava agli angeli della compagnia.
    Narrare…
    Che segreto possiede per me?
    E che fare col cuore di questo mio cuore
    Dove in ogni pretesto
    Quello che conta è turbare il silenzio
    Calpestato ed arginato.

    Restare a parlare ai racconti
    E di quei tre ricavi
    Tiranni
    Come gli inganni delle promesse mie.

    Narrare…
    Che avvenimento è l’assassinio?
    E l’acqua sul fuoco è prigionia
    Dove l’esilio è l’ordine di un popolo
    E di quei piccoli pipistrelli
    Che volano su onde intercettate.

    Restare a parlare ai racconti
    E di quei tre ricavi
    Affossati
    Per proteggerli dai colpi dell’inverno.

    Narrare…
    È esplorare il tuo scritto raffinato
    Per insegnarci
    Che la storia non è mai
    Prematura ma matura.

    Giù la preda dalle statue!
    I monumenti piangono per noi
    E crepano
    Di noi mostri distruttori
    Carnefici della nostra venuta e allora?
    Narrare…
    Che affare è per me?
    Quale albero sarò nel mio destino già chinato?

    Restare a parlare ai racconti
    E di quei tre ricavi
    Inviati
    Alla stesura e nella fine di ricominciare il peccato.

    Narrare...
    È il profilo scelto dalla ragione
    Custodiamolo.



    -A chi conosce,
    a chi sta per conoscere
    e a chi esce di senno…
    Noi scrittori-

    ©
    Da “Il cuore degli Angeli”
    di Maurizio Spagna
    www.ilrotoversi.com
    info@ilrotoversi.com
    L’ideatore
    paroliere, scrittore e poeta al leggìo-

    RispondiElimina
  2. Bene Maurizio,l'ho voluta pubblicare lo stesso anche se non è un commento ma dice quanto è bello narrare ...

    RispondiElimina