Orologio Digitale

giovedì 27 maggio 2010

GARIBALDI A PALERMO


Oggi intorno alle ore 19.00 alla Civica Galleria D'Arte Moderna (P.zza S. Anna), si inagurerà la mostra "GARIBALDI, MITO E REALTA' ", a cura di PHILIPPE DAVERIO (foto 2 ), Massimo Negri e Roberto Guerri con la collaborazione di Studio Base 2.

La mostra si prefigge lo scopo di effettuare un percorso nel quale la storia interagirà con la multimedialità, attraverso suggestioni, video, cimeli e proiezioni allo scopo di creare l'atmosfera del Risorgimento Italiano.

Saranno tre giorni di appuntamenti, fino a domenica 30 maggio 2010. La mostra rimarrà visitabile fino al 27 giugno 2010.

Domani verrà riaperto temporaneamente il Teatro Garibaldi (al momento in restauro).

PHILIPPE DAVERIO racconterà dell'affresco e i fatti storici in esso citati.

La sala per l'occasione diverrà un Gran Salone delle Feste.

Sabato 29 maggio, verrà ricostruita la Battaglia del Ponte dell'Ammiraglio.

Ispirata dalle memorie di Giuseppe Cesare Abba a cura di Luciano Salvadori e Roberto Guerri.

Alle ore 21.00 con uniformi d'epoca, armi e cannoni, sarà ricostruita la scena del combattimento che aprì ai garibaldini le porte di Palermo e che segnò una tappa importante nell'avanzata della spedizione verso l'Unità d'Italia con presenza in varie zone della città.

Infine domenica 30 maggio alle ore 11.00 verrà rievocato l'armistizio tra Garibaldi e i Borboni siglato a Palazzo Pretorio, sul parco del Foro Italico.

Una visione di palloncini di colore bianco, rosso e verde, voleranno in cielo, portando con se l'armistizio firmato e concluderà questa tre gioni.

lunedì 24 maggio 2010

AL 23° SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO DI TORINO, C'ERO ANCHIO !








Quest'anno ci sono riuscito, mi sono recato nella splendida Torino, per poter visitare il 23° SALONE INTERNAZIONALE DEL LIBRO .

Si tratta del più importante appuntamento con gli autori nazionali e stranieri e anche con la piccola e grande editoria.

Si è svolto nel grandioso LINGOTTO FIERE dal 13 al 17 maggio 2010.

Tema dominante di quest'anno "LA MEMORIA SVELATA".

Un titolo veramente indovinato, considerando i tempi che stiamo vivendo, dove come dice il grande EUGENIO SCALFARI, siamo in presenza di veri e propri "barbari" che vogliono annientare i valori, la civiltà, le regole e la cultura.

Non si può vivere senza memoria. Quest'ultima va custodita, è un bene prezioso, ci fa vivere bene con noi stessi, come la libertà è un valore acquisito che va preservato.

Un popolo senza memoria è un popolo senz'anima e quindi la cultura, un buon libro, fatto di buoni e sani principi può contribuire ad una vita sociale più serena, più civile e più dignitosa.

Oggi non bisogna buttare tutto come stanno facendo i cosiddetti "barbari", ahimè noi piccoli paladini della cultura con la C maiuscola, quotidianamente siamo destinati a lottare contro queste battaglie di spazzatura mediatica.

La TV di oggi ci allontana dai veri principi morali e dalla buona deontologia comportamentale.

Ecco perchè il Salone del Libro di Torino, è stato un'occasione di riflessione, per poter valutare, ponderare e scindere la sapienza dall'ignomie e le trivialità che affliggono i nostri tempi.

Ho trovato molto attraenti i vari stands dei piccoli e grandi editori.

Coinvolgenti sono stati i vari appuntamenti con personalità politiche, scrittori nazionali e stranieri, relatori e personaggi VIP.

Tra questi ho assistito agli eventi del bravissimo scrittore e magistrato GIANRICO CAROFIGLIO (vedi foto 3 ), la naturalissima SUSANNA TAMARO con il suo libro "Il grande albero", (vedi foto 4). Molto stuzzicanti i battibecchi dell'On. ROSY BINDI con l'illustre costituzionalista GUSTAVO ZAGREBELSKY, in occasione della pubblicazione "Scambiarsi la veste: Stato e Chiesa al Governo dell'uomo e di quel che è di Cesare".

Di sapore particolare è il mondo immaginario di MASSIMO GRAMELLINI, descritto ne "L'ultima riga delle favole".

Molto rilevante l'incontro con EUGENIO SCALFARI che con il libro "Per l'alto mare aperto" , ben si collega al tema di quest'edizione.

UMBERTO ECO esperto di semiotica, ha parlato dell'avvenire della memoria.

Quest'ultimo ha detto che senza la memoria, non si può andare ne in Paradiso, ne all'Inferno.

La funzione della memoria individuale e della cultura è quella di filtrare le cose buone da quelle cattive.

Setacciare ma con la mente e non con le nuove tecnologie che immagazzinano dati, senza selezionarli.

Il paese ospite di quest'anno è stato L'INDIA. Gli scrittori e la cultura di un paese leggendario, sospeso fra tradizione e modernità, protagonista indiscusso del nuovo planisfero globale.

Ci sono stati anche grossi autori mondiali finalisti del Premio Salone Internazionale del Libro, un riconoscimento destinato ad uno scrittore che con la sua opera abbia saputo fare della letterartura, uno strumento irrinunciabile di conoscenza.

I 3 autori finalisti sono stati: PAUL AUSTER, CARLOS FUENTES e AMOS OZ che è stato il vincitore, il più votato dagli editori, relatori e dai visitatori del Salone.

I grandi eventi per motivi di capienza sala, potevano assicurasi, facendo la fila al Green Point, una faticaccia ma è valsa pena !

Un consiglio agli organizzatori, per il prossimo anno, cercate di far funzionare meglio i grandi eventi, non sono rimasto contento di come stati distribuiti i biglietti al Green Point.

Per esempio si potrebbe far pagare un euro per circa tre eventi, on line , così le persone non aspettano e magari partecipano solo a quelli verso i quali mostrano vero interesse.

Si chiude questa edizione, per me una bella esperienza, fonte di cultura e di stimolo intellettuale.

L'immagine simbolo di quest'edizione, l'albero con le radici in su, per sottolineare la memoria svelata.

Appuntamento al prossimo anno, con l'edizione n° 24 e la RUSSIA come paese ospite.

domenica 23 maggio 2010

23 MAGGIO 2010 : PRIMA GIORNATA NAZIONALE DELLA LETTURA


Oggi 23 maggio 2010, in tutta Italia è GIORNATA


NAZIONALE DELLA LETTURA, l'invito è comprare


un libro per leggerlo , regalarlo per leggerlo.


Perchè leggere un buon libro è sempre meglio che


perdersi fra le futilità e le bassezze di una certa


vità.

Il libro è cibo per la mente!

23 maggio 1992-2010 18 ANNI DALLA STRAGE DI CAPACI , RICORDARE, PER NON DIMENTICARE



Sono passati 18 anni da quel triste sabato 23 maggio 1992 , giorno della strage di Capaci , nella quale persero la vita il Giudice GIOVANNI FALCONE, la moglie FRANCESCA MORVILLO e gli agenti della scorta. La nostra memoria va a tutti loro, persone che hanno perso la loro vita per combattere la prepotenza e l'arroganza di gente senza scrupoli. I loro sacrifici, il messagio di pace e liberazione da ogni forma di costrizione sociale che hanno voluto lasciare a tutti noi deve essere la nostra guida per guardare al futuro nel segno della giustizia e della legalità!

RICORDIAMOLI... PER NON DIMENTICARE!

giovedì 20 maggio 2010

IL RITORNO DEL COMMISSARIO MONTALBANO NELL'ULTIMO LIBRO DI CAMILLERI " LA CACCIA AL TESORO "




E' uscito oggi in libreria l'ultimo libro di ANDREA CAMILLERI, dal titolo "LA CACCIA AL TESORO".


Ritorna il Commissario Montalbano in un caso insolito e davvero inquietante.
Il romanzo narra la storia dei fratelli Gregorio e Caterina Palmisano che presi da manie sacre, si sono barricati in casa e accolgono i poliziotti che si presentano alla loro porta a colpi di pistola.
Questa non è l'unica sorpresa, la casa fa spavento per lo stato d'abbandono e per gli innumerevoli crocifissi, mentre sul letto di Gregorio viene trovata una bambola gonfiabile, lacera quasi senza capelli e priva di un occhio.

mercoledì 19 maggio 2010

ADDIO A EDOARDO SANGUINETI, POETA DEL GRUPPO '63


Il poeta e scrittore italiano EDOARDO SANGUINETI è morto ieri 18 maggio 2010.

Nato a Genova il 9 dicembre 1930, visse la sua infanzia a Torino.

Durante una normale visita di controllo, gli venne diagnosticata una grave malattia cardiaca, diagnosi rivelatasi in seguito errata ma ahimè condizionerà negativamente per molto tempo lo stile di vita del poeta.

Sanguineti sanissimo per poter recuperare il suo tono muscolare, dovrà fare attività sportiva, molta ginnastica, bicicletta e tennis.

Negli anni 1946/50, Edoardo Sanguineti ha i primi incontri culturali nella sua Torino; frequenta mostre, concerti, conosce la pittrice dell'avanguardia Carol Rama, il filosofo classico Vincenzo Ciaffi, lo studioso di lingue e culture germaniche Vittorio Amoretti e il romanziere Seborga.

Nel 1951 inizia a scrivere l'opera "LABORINTUS".

Alcune poesie di "Laborintus", appaiono su NUMERO, rivista diretta da Fiamma Vigo.

Nel 1955 nasce il suo primo figlio: Federico.

Tra il 56 e il 60 pubblica "Laborintus", consegue la laurea e intraprende la carriera universitaria.

Nel 58 nasce il figlio Alessandro.

Nel 61 esce l'antologia dei "Novissimi" che comprende le opere di Giuliani, Sanguineti, Pagliarani, Balestri e Porta.

Nel 62 nasce il suo terzo figlio Michele.

Nel 63 istituisce a Palermo il gruppo 63 che sarà il frutto dei legami e dei contatti culturali maturati nei precedenti anni.

nel 1965 ottiene la cattedra di Letteratura Italiana Moderna e Contemporanea presso la facoltà di Lettere dell'Università di Torino.

Nel 1968 il gruppo 63 si scioglie e si candida all'elezioni per la Camera nelle liste del PCI ma deve trasferirsi a Salerno con la famiglia come incaricato all'Università.

Nel 1973 nasce la figlia Giulia e diventa Professore Ordinario.

In seguito collabora con i quotidiani Paese Sera, Il Giorno e poi l'Unità.

Tra il 1976 e il 1980 Sanguineti si dedica alla politica, viene eletto Deputato alla Camera come indipendente nelle liste del PCI.

Nel 1996 viene nominato dal Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro, Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di Gran maestro della Repubblica Italiana.

Nel 2000 lascia l'Università e riceve numerosi Premi Letterari.

La sua prima pubblicazione Laborintus passa quasi inosservata, le sue poesie appaiono così difficili e illeggibili ma dieci anni dopo vengono considerate importanti per le sperimentazioni linguistiche poetiche.

Nel 2004 viene pubblicata la raccolta antologica "Mikrokosmos", poesie 1951/2004 divisa in due parti.

Anche nel romanzo, Sanguineti dedica molta attenzione al linguaggio tanto dal punto di vista lessicale quanto da quello sintattico.

Sanguineti fu un grosso studioso di Dante a lui si devono molti saggi sul Sommo Poeta Toscano.

Per quanto riguarda la poesia, le sue opere princiapali sono state: Laborintus; Opus Metricum; Triperuno; Postkarten; Corollario, Il gatto lupesco, tanto per citarne alcuni.

Come romanzi e racconti, si segnalano: Capriccio Italiano; Il Giuoco dell'oca, L'orologio Astronomico; Smorfie.

Sanguineti scrisse anche testi teatrali come K, Marinettiana; Storie naturali; Il mio amore è come una febbre e mi rovescio.

Ci ha lasciato ieri all'età di 79 anni ma le sue opere , saranno più vive che mai per tutti noi!

lunedì 10 maggio 2010

46^ STAGIONE DELLE RAPPRESENTAZIONI CLASSICHE AL TEATRO GRECO DI SIRACUSA








Si è inaugurata sabato 8 maggio 2010, la 46^ Stagione del Ciclo di Rappresentazioni Classiche al TEATRO GRECO DI SIRACUSA.

Il debutto ha visto il dramma "AIACE" di Sofocle, con la traduzione di Guido Paduano, la regia di Daniele Salvo, con Maurizio Donadoni nel ruolo del protagonista.

Il 9 maggio è toccato a "FEDRA" (Ippolito portatore di Corona) di Euripide, con la traduzione di Edoardo Sanguineti e la regia di Carmelo Rifici, con Elisabetta Pozzi nel ruolo di Fedra.

I due drammi saranno rappresentati a giorni alterni fino al 20 giugno 2010.

Per informazioni, chiamare il numero verde 800542644, oppure telefonare alla Fondazione INDA al numero 0931487200/201 o consultare il sito del Teatro Antico di Siracusa.

Quello di Siracusa è un appuntamento importante per la qualità delle rappresentazioni classiche che vanno in scena, per l'atmosfera che le caratterizza, con i costumi e la scenografia, per la bravura degli attori ma soprattutto per il fascino e la grande intensità culturale e storica che trasuda da questi drammi, in una location autorevole, quella del Teatro Greco di Siracusa.

domenica 9 maggio 2010

TANTI AUGURI A TUTTE LE MAMME DEL MONDO!


Un augurio a tutte le mamme del mondo per la


loro preziosa e grande operosità per la famiglia ,


per la società e il progresso umano, sociale ed


educativo. VIVA LE MAMME!!!

sabato 8 maggio 2010

UNA MOSTRA PER RICORDARE LO SBARCO DI GARIBALDI A MARSALA



L'11 maggio 1860, Garibaldi sbarcava a Marsala e il 14 a Salemi, dichiarava di assumere la dittatura della Sicilia in nome del Re Vittorio Emanuele.

Era l'inizio della campagna che portò l'intero Regno delle Due Sicilie a unirsi al Piemonte e all'Italia.

La città di Marsala ricorda quello storico momento con una mostra.

Protagonista di questa esposizione di opere è EMILIO ISGRO'.

Quest'ultimo per la prima volta, riunisce in un'unico percorso le sue opere dedicate alla Sicilia e al suo essere siciliano.

Titolo di questa mostra è : "Disobbedisco. Sbarco a Marsala e altre Sicilie", curata da Sergio Troisi, resterà aperta al pubblico nelle Sale del Convento del Carmine, dal 13 maggio al 19 settembre, con i seguenti orari, aperta tutti i giorni tranne il lunedì dalle 10.00 alle ore 13.00 e dalle 19.00 alle 21.00.

Per saperne di più potete telefonare allo 0923/711631 o mandare una e-mail all'indirizzo info@pinacotecamarsala.it .

mercoledì 5 maggio 2010

LA NOTIZIA CURIOSA ( 8 ) : IL QUADRO PIU' CARO DEL MONDO E' UN PICASSO!


La tela ad olio "Nude, green leaves and bust" (Nudo, foglie verdi e busto), dipinta dall'artista spagnolo PABLO PICASSO, in un solo giorno, il 9 marzo 1932, è stata aggiudicata, la notte scorsa, ad un'asta di Christie's a New York per 95 milioni di dollari.

L'anonimo acquirente che si è aggiudicato il capolavoro; ha dovuto sborsare in totale, compresi i diritti d'asta 106.482.500 dollari, cioè 81 milioni e 991.000 euro.

Questa cifra è un vero Guinness dei Primati.

Picasso torna ad essere l'artista più battuto all'asta, inoltre il quadro del pittore spagnolo è stato aggiudicato in appena otto minuti, accompagnato da un grosso applauso!