Orologio Digitale

martedì 30 novembre 2010

IL MAESTRO DEL CINEMA MARIO MONICELLI, CI LASCIA


Il regista italiano MARIO MONICELLI, alle ore 21.00 di oggi, si è ucciso, lanciandosi con un volo dal quinto piano dell'Ospedale San Giovanni di Roma.

Il cineasta era ricoverato da domenica, aveva 95 anni e soffriva di un tumore alla prostata.

Il corpo di Monicelli è stato trovato dal personale sanitario dell'Ospedale a terra, disteso nei viali vicino alle aiuole, a pochi metri dal Pronto Sccorso.

Il regista negli ultimi tempi aveva mostrato stanchezza e insofferenza per la malattia che lo aveva colpito.

Monicelli è considerato uno dei padri della commedia all'italiana.

Egli esordì nel cinema giovanissimo con il corto, firmato insieme ad Alberto Mondadori, "Cuore Rivelatore".

E' stato regista di oltre 60 film e autore di più di 80 sceneggiature.

I suoi film più importanti si inizia con "I ragazzi della via Paal" del 1934, per arrivare fino a "Le rose del deserto" del 2006.

Famosi sono "I soliti ignoti", con Totò,(nomination all'Oscar); "La grande guerra" (1959); L'armata Brancaleone" con un grande Vittorio Gassman; "Risate di gioia" (1960) con Anna Magnani; "La ragazza con la pistola" (1968); "Speriamo che sia femmina" (1985); "Parenti Serpenti" (1993).

Gli amici, le personalità della politica, cultura e dello spettacolo, lo ricordano con molto affetto!

IN NORVEGIA RITROVATA UNA PICCOLA POMPEI





Poco tempo fa, nei pressi della cittadina norvegese di Hamresanden, è venuta alla luce una sorta di piccola Pompei.

La notizia sarà disponibile nei prossimi giorni sul mensile "FOCUS STORIA".

Il sito neolitico era seppellito e sigillato da svariati strati di sabbia, a causa di un'improvvisa catastrofe naturale, avvenuta nel 3700 a.c. circa.

Un'inondazione oppure una tempesta di sabbia, la Norvegia, si pensa a dire degli esperti, era più secca di oggi e le tempeste di sabbia non erano rare.

Si è scavato a circa 80 metri dalla costa, nel promontorio tra il fiume Topdalselva e il Mare del Nord.

Il Responsabile dello scavo LARS SUNDSTROM, ha trovato i resti di una struttura fortificata, una fossa lunga oltre 30 metri e larga fino a 3, inoltre sono emerse numerose ceramiche e grossi massi pesanti di circa 40 Kg., tutti da studiare.


Nelle foto in alto, particolari degli scavi e il Direttore dei lavori Lars Sundstrom.

mercoledì 24 novembre 2010

"ETERNAMENTE VIVO" LIBRO + DVD DI ALDA MERINI



E' uscito di recente per i tipi Frassinelli, un nuovo libro con allegato un DVD dal titolo "ETERNAMENTE VIVO", protagonista la grande poetessa ALDA MERINI, scomparsa nel novembre dello scorso anno.

Quest'opera racconta chi è ALDA MERINI e come nascevano le sue poesie, frutto di un'insistente necessità interiore, un'ispirazione che poteva nascere in qualsiasi momento, come documenta il filmato allegato al libro.

Scopriremo Alda Merini semplice, sempre a contatto con la gente.

Consiglio questo libro sia a coloro che la conoscono ma anche a chi vuole accostarsi per la prima volta a questa figura della letteratura contemporanea, dall'aria affascinante ed enigmatica.

martedì 23 novembre 2010

PREMI "VITTORIO DE SICA" 2010


Questa mattina al Palazzo del Quirinale si è svolta la Cerimonia di consegna dei premi "VITTORIO DE SICA" 2010 per il Cinema e le altre arti.

Ci sono stati gli interventi del Presidente del Premio "Vittorio De Sica ", Cavaliere di Gran Croce GIAN LUIGI RONDI e del Cavaliere di Gran Croce NINO ALBERTO ARBASINO.

Il nostro Presidente della Repubblica ha consegnato i premi Vittorio De Sica a LINO BANFI, MONICA BELLUCCI, ANTONIO CAPUANO, GIOVANNA GAGLIARDO, ALESSANDRO GASSMAN, FRANCO INTERLENGHI, LUCIANO LIGABUE, FRANCESCA LONGARDI, MICAELA RAMAZZOTTI, RICCARDO SCAMARCIO, SANDRO CHIA, CARLA FRACCI, INGE SHOENTHAL FELTRINELLI, NINO ALBERTO ARBASINO, ANTONIO PAPPANO, GUIDO CERONETTI, CARLO DI CARLO e LUCA DE FILIPPO.

Inoltre erano presenti alla manifestazione il Ministro Per i Beni e le Attività Culturali Sen. SANDRO BONDI, i componenti della Famiglia De Sica, esponenti politici, Autorità Civili, rappresentanti del mondo del Cinema, Teatro e della Cultura.

Il Presidente della Repubblica ha concluso la premiazione con l'indirizzo di saluto.

sabato 20 novembre 2010

CASA MORAVIA APRE AL PUBBLICO IL 1° DICEMBRE





La casa dello scrittore ALBERTO MORAVIA, dove morì il 26 settembre 1990 all'età di 83 anni, si trasformerà in museo e aprirà al pubblico il prossimo 1° dicembre.

Le trattative con il Comune di Roma, hanno portato a compimento l'atto di donazione da parte degli eredi (le scrittrici DACIA MARAINI e CARMEN LLERA) e finalmente la casa di Moravia diventando un museo; passerà in gestione al fondo Moravia al Campidoglio.
Tutti i dettagli sulle modalità di apertura al pubblico, saranno resi noti in una conferenza stampa che avrà luogo lunedì 29 novembre alle ore 12 in Campidoglio.

Questo appartamento contiene scaffali con oltre 10 mila libri, selezionati secondo le letture più amate da Moravia.

Contiene altresì quadri di GUTTUSO, SCHIFANO e CEROLI.

Tutti coloro che vorranno visitare la Casa Moravia Museo entreranno in gruppi di 15 con guida e solo su prenotazione, potranno ammirare poi dischi in vinile, giornali come "Il Corriere dei Piccoli", molte fotografie che la splendida scrittrice DACIA MARAINI, scattò ad ALBERTO MORAVIA, durante i loro viaggi per il mondo.

Si possono trovare oggetti preziosi come il divano preferito dallo scrittore, lo studio con la scrivania e la mitica macchina da scrivere Olivetti lettera 22.

In casa molti dipinti che lo ritraggono con quel suo tipico profilo, le labbra sottili, il naso importante, l'aria un pò corrucciata, la mano a sostenere il mento, come un pensatore di Rodin.

Sopra foto dello scrittore ALBERTO MORAVIA, dell'esterno ed interno della Casa Museo Moravia.

venerdì 19 novembre 2010

I VINCITORI DEL PREMIO BALZAN 2010





Si è svolta questa mattina al Palazzo del Quirinale, alla presenza del Presidente della Repubblica GIORGIO NAPOLITANO, la cerimonia di consegna dei Premi Balzan 2010, nel corso della quale sono intervenuti il Presidente del Consiglio della Fondazione Internazionale Balzan "Premio", Ambasciatore BRUNO BOTTAI e il Presidente del Consiglio della Fondazione Internazionale Balzan "Fondo", Dott. ACHILLE CASANOVA.

Dopo l'intervento e la successiva lettura delle motivazioni di conferimento dei premi da parte del Presidente del Comitato Generale Premi, Prof. SALVATORE VECA, il Presidente NAPOLITANO ha proceduto alla consegna dei Premi Balzan 2010, aggiudicati al Prof. MANFRED BRAUNECK per la Storia del teatro, al Prof. CARLO GINZBURG per la Storia d'Europa, al Prof JACOB PALIS per la matematica e al Prof. SHINYA YAMANAKA per la Biologia.

Il Capo dello Stato ha rivolto un saluto augurale ed ha affermato: "L'impegno dell'Italia per lo sviluppo della Cultura e della Ricerca è vitale. Sono qui ha detto il Presidente della Repubblica, per testimoniare quello che sento profondamente come mio dovere che tra gli altri, è di testimoniare l'impegno necessario, indispensabile e vitale dell'Italia per lo sviluppo della cultura e della ricerca".

Erano presenti alla Premiazione anche il Vice Presidente del Senato della Repubblica Sen. VANNINO CHITI, il Segretario della Presidenza della Camera dei Deputati On. RENZO LUSETTI, il Giudice Costituzionale Prof. SABINO CASSESE, il Senatore a vita EMILIO COLOMBO, il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dott. GIANNI LETTA, il Presidente dell'Accademia dei Lincei, Prof. LAMBERTO MAFFEI e il Prof. ALBERTO QUADRO CURZIO e molte personalità della cultura e della scienza.

giovedì 18 novembre 2010

CONVEGNO AL CASTEL UTVEGGIO ( PA ) : L' ETICA DEL POTERE PER LEONARDO SCIASCIA




Venerdì 19 novembre, avrà luogo un Convegno dal titolo :"L'ETICA DEL POTERE PER LEONARDO SCIASCIA", organizzato dall'Associazione "Amici di Leonardo Sciascia" e dal CERISDI (Centro Ricerche e Studi Direzionali).

L'evento è coordinato da RENATO ALBIERO e MARK CHU dell'University College Cork (Irlanda) ed è articolato in tre sessioni. "Sciascia-la letteratura e il potere"; Sciascia e la Pratica politica"; Sciascia gli intellettuali e il potere.

Apriranno i lavori : ADELFIO ELVO CARDINALE, Presidente CERISDI; RAFFAELE LOMBARDO, Presidente della Regione Siciliana; GIOVANNI AVANTI, Presidente Provincia Regionale di Palermo.

I lavori del Convegno continueranno sabato 20 novembre dalle ore 9.00 e si concluderanno con una conversazione di MASSIMO BORDIN con ADRIANO SOFRI, saranno trasmessi da RADIO RADICALE in diretta audio per la giornata del 20 novembre e in differita integrale audio video da domenica 21 novembre.

Mentre gli atti curati da MARK CHU verranno pubblicati nel 2011 da LEO S. OLSCHKI.

Al volume sarà abbinato un cd con una selezione degli interventi audio di LEONARDO SCIASCIA tratti dall'archivio di RADIO RADICALE.

La Casa Editrice LEO S: OLSCHKI, garantisce la diffussione delle opere pubblicate attraverso le proprie strutture che in 123 anni di attività hanno costruito una rete di contatti con le più importanti istituzioni universitarie e centri di ricerca a livello internazionale e tramite rapporti diretti con studiosi ricercatori e bibliofili in Italia e all'estero.

Scopo del Convegno è quello di analizzare nell'opera e nel pensiero di LEONARDO SCIASCIA, il tema del potere attraverso la letteratura, la politica, l'etica.

E' previsto gratuitamente un servizio navetta per i partecipanti che parte da Piazza Politeama e dalla Fiera del Mediterraneo.

Per maggiori informazioni consultare il sito www.cerisdi.it oppure telefonare allo 0916391111.

SCIASCIA E I SUOI PREDECESSORI

mercoledì 17 novembre 2010

A CASA SANTA ERICE ( TP) GIUSEPPE VULTAGGIO PORTA IN SCENA IL DRAMMA MUSICALE LI MANU DI... "DIU"



Care amiche e amici , domenica 21 novembre, in occasione dei festeggiamenti per CRISTO RE, alle ore 19.00, a Casa Santa Erice (TP), (dopo la Santa Messa delle ore 18.00), verrà rappresentata in Parrocchia, la drammatizzazione musicale in un solo atto LI MANU DI... "DIU".

Lo spettacolo è curato nei testi e nella regia dal poliedrico poeta dialettale GIUSEPPE VULTAGGIO, musiche Piero Corso con la collaborazione di Salvatore Graziano.

Ci sarà anche un coro di 23 elementi che reciteranno, canteranno canti tipici e storici della tradizione siciliana, seguendo il filo conduttore della povertà; reso gioioso dalla grazia divina.

Un appuntamento con il teatro genuino e la fede.

Davvero un bel binomio!

Bravo Peppe!


Sopra l'ideatore della rappresentazione teatrale il poeta dialettale, presentatore e regista GIUSEPPE VULTAGGIO e la locandina dell'evento.

giovedì 11 novembre 2010

UMBERTO ECO E' SOCIO DELL'ACCADEMIA DEI LINCEI

L'Accademia Nazionale dei Lincei è formata da 42 nuovi soci eletti nell'anno 2010: 19 appartenengono alla Classe di Scienze Fisiche e 23 alla Classe di Scienze Morali, 10 sono Soci Stranieri.

I neoeletti riceveranno i diplomi e i distintivi a Roma nella Sede dell'Accademia in occasione dell'apertura dell'anno accademico 2010-2011 alla presenza del Capo dello Stato GIORGIO NAPOLITANO che si terrà domani alle ore 10.30.

UMBERTO ECO, semiologo e scrittore in testa in questi giorni con il nuovo romanzo "Il cimitero di Praga" (Bompiani), sarà il nuovo socio del Tempio Nazionale della Cultura, unitamente allo storico della lingua italiana FRANCESCO BRUNI, il giurista LUIGI CAPOGROSSI COLOGNESI, l'archeologo PAOLO MATTHIAE, il filosofo EMANUELE SEVERINO, lo storico dell'arte MIKLOS BOSKOVITZ, la storica della Letteratura Russa e scrittrice SERENA VITALE e il filologo PIERO BOITANI.

(Sopra un momento della sua partecipazione all'ultima edizione del Salone del Libro di Torino del maggio 2009).

ADDIO A DINO DE LAURENTIS


Si è spento all'età di 91 anni, il produttore internazionale DINO DE LAURENTIS.

Figlio di un commerciante di pasta di Torre Annunziata (NA), a 20 anni si trasferì a Roma per studiare come attore al Centro Sperimentale di Cinematografia, appena inagurato, nel biennio 1937-38.

Scoprì presto che la sua vocazione di attore non era brillante, decise così di passare dietro la macchina da presa.

Fra i suoi esordi come attore, c'è il fim "Troppo tardi t'ho conosciuta" del regista Emanuele Caracciolo.

Il primo dei suoi film è del 1940 "L'ultimo combattimento" di Pietro Ballerini, al quale ne seguiranno ben oltre 600.

De Laurentis nel 2001 vinse il prestigioso Premio Thalberg alla carriera e ha ricevuto nell'arco della sua vita 33 candidature e oltre 59 premi internazionali.

Il 25 marzo 2001 ha ricevuto l'Oscar alla Carriera. Nel 2003 ha ritirato il Leone D'oro alla Carriera.

La sua vita artistica è lunga 70 anni, ha collaborato con FEDERICO FELLINI e CARLO PONTI.

Dino De Laurentis ha prodotto film importanti come "Riso amaro" (1948) di Giuseppe De Santis; "Napoli Milionara" (1950) di Eduardo De Filippo; "Dov'è la libertà?" (1954) di Roberto Rossellini; "Miseria e Nobiltà" (1954) di Mario Mattioli; "La Grande Guerra" (1959) di Mario Monicelli, solo per citarne alcuni.

Dino De Laurentis è stato un eccellente produttore , ebbe la sua fortuna in America, si è spento nella bellissima Los Angeles , città culto del grande cinema.

martedì 9 novembre 2010

LA CITTA' DI MESSINA CONFERISCE LA CITTADINANZA ONORARIA A MARIA LUISA SPAZIANI


Venerdì 12 novembre alle ore 10.30, nella Sala Comunale di Messina, la poetessa MARIA LUISA SPAZIANI, 86 anni, famosa a livello internazionale per la sua attività di scrittrice, traduttrice e critico, musa del poeta EUGENIO MONTALE, riceverà la Cittadinanza Onoraria di Messina.

La cerimonia si svolgerà alla presenza del Sindaco e delle Autorità cittadine, con l'introduzione del poeta, critico e Presidente dell'Autorità per le Comunicazioni : CORRADO CALABRO'.

Maria Luisa Spaziani, nata a Torino nel 1924, durante gli anni d'insegnamento di lingua e letteratura francese all'Università di Messina, ha curato nell'ambito accademico, volumi importanti come "Il teatro francese del '700" e "Pierre De Ronsard fra gli astri della Pleiade".

Candidata più volte al Premio Nobel per la Letteratura, ha conseguito prestigiosi riconoscimenti italiani e stranieri.

Ecco la motivazione per la quale il Consiglio Comunale di Messina le ha conferito la Cittadinanza Onoraria," la presenza della Professoressa Spaziani è particolarlarmente viva e perdurante a distanza di anni per il suo intenso contatto con gli studenti siciliani e calabresi che hanno avuto un legame ininterrotto con lei, come anche i molti colleghi amici e lettori.

Maria Luisa Spaziani ha fatto delle nostre terre una presenza viva in poesia"; come in particolare dimostra il volume "L'occhio del Ciclone" che uscirà prossimamente in un Meridiano Mondadori, dedicato alla sua vastissima opera poetica.

mercoledì 3 novembre 2010

"CASA BARILLA" SABATO E DOMENICA SARA' A PALERMO



Sabato 6 e domenica 7 novembre in Piazza Unità d'Italia a
Palermo, ci sarà "CASA BARILLA", evento
itinerante,organizzato dalla Barilla per celebrare l'ottima cucina.


In un'apposita area, ci saranno seminari di cucina, gare e
degustazioni con appositi Chef, anche i bambini godranno
di uno spazio a loro riservato.


L'iniziativa "CASA BARILLA", ha l'obiettivo di sostenere la
fondazione AIBIO Italia Onlus per i bambini in ospedale.