Orologio Digitale

domenica 12 febbraio 2012

ADDIO A WITNEY HOUSTON. GRANDE REGINA DEL POP ANNI 80/90



Si è spenta ieri a 48 anni, nella sua suite al quarto piano dell'Hotel Beverly Hilton, la cantante pop degli anni 80 e 90 WITNEY HOUSTON.


Alle tre e qurantatrè minuti di sabato pomeriggio, una guardia del corpo ha aperto la porta della stanza e l'ha trovata svenuta dentro alla vasca da bagno, subito i soccorsi ma dopo un massaggio cardiaco, quest'ultimi si son dovuti arrendere. WITNEY HOSTON lascia la sua unica figlia Bobi Kristina avuta dal marito litigioso Bobby Brown.


La madre di Witney, Cissy era una cantante di gospel, la cugina era DIONNE WARWICK e la sua madrina Aretha Franklin.


Un talento in buona compagnia!


L'album di debutto è del 1985.


Quasi 200 milioni gli album venduti nel mondo.


I successi sono stati: "Saving all my love for you", "I wanna dance with somebody"," I'm your baby tonight" ecc.


Nel 1992 debutta al cinema con il film "La guardia del corpo", protagonista con Kevin Costner, il brano della colonna sonora è "Iwill always love you", una cover di un famoso pezzo cantato dalla cantante DOLLY PARTON.


E' subito un successo in tutto il mondo!


La colonna sonora del film è la più venduta di tutti i tempi, ben 42 milioni di copie vendute in tutto il pianeta.


Seguono altri successi ma ben presto problemi di droga, alcol e liti con il marito danno uno stop a questa sua scalata.


Riprenderà a riconquistare le vette della classifica quando lascerà il marito separandosi da lui definitivamente; ma non sarà più la stessa.


Da li il declino, Witney , consapevole teme di non essere più la stessa.


La stella del pop 80/90 si spegne in un albergo di Beverly Hills.


CIAO WITNEY, NON TI DIMENTICHEREMO MAI!

venerdì 10 febbraio 2012

10 FEBBRAIO : IL GIORNO DEL RICORDO



Il 10 febbraio è il giorno del ricordo delle vittime delle foibe e dell'esodo giuliano-dalmata.


Fra il 1943 e il 1953 più di 20.000 persone in Istria, Dalmazia e Quarnero furono ferocemente uccise da parte delle truppe titine, solo perchè italiane.


Le esecuzioni di massa furono eseguite in campi di concentramento o "infoibando" le vittime.


Il termine foiba , voleva dire tipo di dolina, costituita da un avvallamento imbutiforme sul fondo dal quale si trovava comunemente un inghiottitoio .


Infoibare , vuol dire gettare o seppellire in una foiba.


Per via di questi massacri, dell'annessione jugoslava della propria e delle forti pressioni titine in tal senso, più di 350.000 italiani furono costretti a lasciare il suolo natìo o rifugiarsi nell'Italia come oggi la conosciamo.


Oggi per l'appunto si vuole ricordare questo tristissimo giorno, perchè la memoria storica non vada perduta.

lunedì 6 febbraio 2012

INCONTRO DIBATTITO SU GIUSEPPE UNGARETTI A PALERMO



Sabato 11 febbraio 2012, intorno alle ore 18.00, a Palermo, in Via Principe di Granatelli n. 1 ( 4° piano)- Sede MIALO' ART, ci sarà l'evento: GIUSEPPE UNGARETTI 10 FEBBRAIO 1888- 124 ANNI DALLA NASCITA, organizzato dall'ASSOCIAZIONE MIALO' ART.


Si tratta di un incontro- dibattito poetico sulla figura di Ungaretti e sulla sua influenza nella poesia moderna.


Saranno in scaletta poesie di 10 poeti partecipanti: ANTONINO BLUNDA, ANTONINO CAUSI,PALMA CIVELLO, EMMA CARAVELLO, SONIA MATRANGA, GIANLUCA DENTICI, GIANLUCA PIPITO' e altri tre nomi che si aggiungeranno nei prossimi giorni.


Sono previste poesie del grande poeta GIUSEPPE UNGARETTI.


Tutto si svolgerà in una suggestiva atmosfera di pura poesia!


SIETE TUTTI INVITATI A PARTECIPARE !!!

domenica 5 febbraio 2012

PRESENTAZIONE DELL'AndromAndro AL LICEO CANNIZZARO DI PALERMO





Mercoledì 8 febbraio, alle ore 16.30, per i Salotti dell'Ottagono Letterario, presso il Liceo Scientifico Stanislao Cannizzaro di Palermo in Via Generale Arimondi n. 14, lo scrittore MARCELLO SCURRIA, presenterà insieme alla D.ssa SILVIA GIUDICE CRISAFI e il Presidente dell'Ottagono Letterario GIOVANNI MATTA il libro : "I RACCONTI DELL' ANDROMANDRO OVVERO IL GIRO DEL GIORNO IN OTTANTA MONDI".


Si tratta di un racconto che suscita emozioni ed intrecci, verità in una serie di trame e sottotrame con caratteristiche fantastiche ed umoristiche e surreali. Il lettore attento troverà evoluzioni stilistiche ed innovazioni strutturali della scrittura per nulla banali.


MARCELLO SCURRIA è nato a Palermo nel 1956 è anche saggista, pubblicista, docente di laboratorio di scrittura creativa e conferenziere.


Ha pubblicato cinque romanzi. "Sognando il Paradiso", Amanke edizioni -2000;"L'amaro miele", Eventual-mente edizioni 2005; "Continentaria", Nuova Ipse Edizioni, 2003; "Perchè parlate così?" Prospettiva editrice,2006 e "I racconti dell'AndromAndro ovvero il giro del giorno in ottanta mondi", Ila Palma ,2009.


Collabora con il portale di critica letteraria digitale italo- spagnolo Caffè Goya.


I suoi saggi sono. 1) Il sublimismo; 2) Le cose dell'uomo. La poesia di Tommaso Romano; 3) Giuseppe Bonaviri, scrittore e poeta del Paradiso e infine Jorge Luis Borges, metafora struttura e spazio tempo.


Ospite di parecchie trasmissioni televisive, conduce un programma il lunedì su Radio-Up, (radioweb ) dal titolo "L'AndromAndro", con un ospite diverso per ogni puntata , gli argomenti sono cultura, poesia, arte e costume .


Allora appuntamento a mercoledì 8 febbraio 2012. Siete tutti invitati!

mercoledì 1 febbraio 2012

ADDIO ALLA POETESSA WISLAWA SZYMBORSKA



Oggi 1°febbraio dopo diversi mesi di malattia si è spenta nella sua casa di Cracovia, la poetessa polacca WISLAWA SZYMBORSKA.



Gande artista premiata nel 1996 con il Premio Nobel della Letteratura e altri notevoli riconoscimenti.



E' stata considerata la più importante poetessa della Polonia degli ultimi anni.



La sua poesia si basa su ingredienti quali l'ironia, la contraddizione, il paradosso e argomenti di natura etica, l'uomo visto singolarmente e come membro della società umana.



La Szymborska fu specialista nella scelta delle parole, le usava con raffinatezza e squisitezza nello stesso tempo.



La sua prima poesia Szukam slowa in italiano "Cerca una parola" è stata pubblicata nel marzo 1945 sul quotidiano Dziemik Polsk.



Le sue poesie sono apparse su molti giornali e periodici culturali.



La sua prima raccolta s'intitolava Dlatego zyjemy in italiano "Per questo viviamo".



Fu costretta a subire censura perchè non possedeva -i requisiti socialisti-.



Poi dovette cedere ma in seguito si distaccò nettamente da quello che ella ebbe a dire "peccato di gioventù".



Un poeta è sempre uno spirito libero! Non dimentichiamolo mai! Aggiungo io.



Il successo letterario lo conquistò con la sua terza raccolta poetica dal titolo Wolanie do Yeti, tradotto in italiano "Appello allo Yeti".



Collaborò a diversi periodici di cultura e poesia.



Fu traduttrice dal francese al polacco.



Le sue opere sono state tradotte in parecchie lingue.



L'italiano PIETRO MARCHESANI, scomparso qualche anno fa ha tradotto molte opere della Szymborska in italiano.



In Italia si possono trovare varie opere del Premio Nobel Szywborska.



C'è una bellissima raccolta con tutte le sue poesie dal titolo: "La gioia di scrivere" e vanno dagli anni 1945 fino al 2009, pubblicata per i tipi Adelphy nel 2009 e si trova anche il testo polacco a fronte.



Si può approfondire l'opera poetica leggendo i saggi che l'illustre PIETRO MARCHESANI scrisse per lei.



C'è un'edizione di quest'ultimo dal titolo "Opere " sempre per i tipi Adelphy nella collana la Nave Argo del 2008.



Mi piace segnalare questa grande artista, dimenticata dai nostri mass-media ma non di coloro che l'anno amata e apprezzata davvero, occorre leggere i suoi scritti per capirne l'originalità e la grandiosità.



Ella rappresenta un punto fermo della poesia .



La vita e l'uomo sono rappresentati con un modello elegante ed unico nello stesso tempo.