Orologio Digitale

giovedì 28 febbraio 2013

DOPO 38 ANNI RIAPRE IL TEATRO ESCHILO DI GELA




Ieri dopo 38 anni ha riaperto ufficialmente il TEATRO ESCHILO di GELA (CL) (foto).
Il Presidente della Regione ROSARIO CROCETTA, sostituito all'ultimo momento dal Senatore LUMIA,  l'Assessore alla Famiglia ESTER BONAFEDE e il Prefetto CARMINE VALENTE, sono stati gli ospiti per l'inaugurazione del nuovo TEATRO ESCHILO, insieme al Sindaco di Gela ANGELO FASULO in qualità di padrone di casa.
Il Teatro ESCHILO venne chiuso nel 1975, per inagibilità.
Fu costruito nel 1832, il primo proiettore venne costruito nel 1924.
Ha ospitato orchestre di fama internazionale, cantanti lirici e di musica leggera, operette e opere come AIDA.
Nel 2000 furono avviati, dopo la chiusura, i primi  lavori di ristrutturazione con fondi comunali.
La scoperta dei resti di due vecchie chiese dell'800, l'intervento della soprintendenza, la revoca dell'appalto a una ditta sospettata di condizionamenti mafiosi e l'assegnazione del contratto a un'altra impresa hanno protratto fino a 14 anni i tempi di ricostruzione, ampliamento e restauro.
Finalmente ieri la riapertura!
L'Assessore GIUSEPPE VENTURA ha voluto dedicare l'intera giornata agli artisti locali con gruppi musicali e solisti, danza e cori.
La cerimonia d'inaugurazione della stagione è fissata per lunedì 4 marzo con la rappresentazione di "CALIFORNIA SUITE", con GIANFRANCO D'ANGELO, BARBARA TERRINONI, TANIA BARRO e FRANCESCO JELO (vedi foto).
Per informazioni e prenotazioni al botteghino del Teatro (Piazza Salandra) Gela (CL), aperto tutti i giorni dalle ore 17.30 alle 20.30. Telefoni 0933911892  e 3455880580.
Lunga vita al Teatro Eschilo!
  (In alto il video  realizzato dell'emittente televisiva Antenna Sicilia).  

martedì 26 febbraio 2013

IL TRONO VUOTO DI ROBERTO ANDO' DIVENTA IL FILM "VIVA LA LIBERTA' "




domenica 17 febbraio 2013

VORREI DONARTI al RECITAL DI POESIA E MUSICA DELL'ACCADEMIA UNIVERSITARIA DI LETTERE ,ARTI E SCIENZE "RUGGERO II DI SICILIA" PALERMO





Lo scorso 9 febbraio 2013 presso il Salone della Fondazione "Giuseppe e Marzio Tricoli" a Palermo si è svolto il "Recital di Poesia e Musica", organizzato dall'Accademia Universitaria di Lettere, Arti e Scienze "Ruggero II di Sicilia" Palermo.
ANTONINO CAUSI, ha recitato la poesia "Vorrei donarti",la Prof.ssa  ENRICA EGIDI ha curato la recensione che recita così:

"Versi umani, che fuggono dal mondo quotidiano e acquistano un rilievo corposo, lontano da ogni aerea evanescenza.
questo poeta realistico, aderente alla realtà ha perduto la sua donna amata: è rimasto solo.
Vorrebbe donare alla sua donna che non c'è più, il suo passato, i suoi ricordi, il suo essere e spera con grande impazienza che lei ritorni e conta i lunghi giorni che lo separano da lei nella speranza di passare con lei nuove ore intense, nuovi idilli, che facciano si, che il loro rapporto si rinsaldi, nella vigorosa esaltazione dell'amore, che dia vita ad una alba, per raggiungere alte vette nel sentimento e concetto dell'arte e della cultura, nella bellezza e sapienza umana.
Ci complimentiamo con il poeta Antonino Causi, per gli ottimi versi". 

Ecco il testo della poesia, premiata con una medaglia e un attestato.




VORREI  DONARTI

Vorrei donarti
tutto  il mio passato
per costruire fra
cielo e terra
castelli e ponti
superando incoscienti e
sublimi acrobazie
dense di gioie…amarezze

e percorrendo
le mille strade incrociate
tra amore e odio,
aspetterò che tu
busserai alla mia porta.

Con animo impaziente
il mio cuore batterà smanioso
e saranno lunghi i giorni
che ci separeranno e incomputabili le distanze.

Ci lasceremo così
nudi ad una meta
e nell’intensità
del nostro isolamento
coloreremo l’immagine
di una nuova alba.


 Questa poesia è di proprietà dell'autore ogni riproduzione o diffusione impropria e senza il suo consenso; saranno punite ai sensi delle vigenti disposizioni di legge.



(Nelle foto la recensione e alcuni momenti dell'evento poetico-musicale)

venerdì 15 febbraio 2013

A TERMINI IMERESE SI PRESENTA "FIORI DI GINESTRA"



Sabato 16 febbraio alle ore 16.30 a Termini Imerese (PA), presso la Sala Conferenze, Ex Convento dei Padri Riformatori, Piazza S. Antonio, si presenta l'antologia poetica "FIORI DI GINESTRA" a cura di RITA ELIA, Edizioni ILA PALMA , 2013.
Interverranno: Carmen Cera, Angela Campagna,Salvatore Cirone.
Sarà presente l'Editore RENZO MAZZONE.
Parteciperanno i seguenti poeti (in ordine alfabetico) : PIA AMODEO, ILENIA BANDOLO, MARIO BENCIVINNI, SANTO CALLARI, ANTONINO CAUSI, ENRICO D'ANGELO, ADALPINA FABRA BIGNARDELLI, RITA ELIA, FRANCESCO FERRANTE, MARIA GALIOTO, AGATA GRAZIANO, ENZA MAZZOLA, ENZA MUSCARELLA, ROSARIA INES RICCOBENE, MICHELE SARRICA, NELLO SCIUTO, FRANCESCA SIMONETTI, FELICE TALAMO, LUIGINA TILENNI, GIOVANNA TUGULU, VINCENZA VACANTI, FRANCESCA VELLA, GANDOLFO VENA e PIETRO VIZZINI.
Questa antologia è stata realizzata grazie al contributo di tutti poeti partecipanti che hanno donato le loro poesie , un grazie speciale va alla bravissima poetessa termitana l'instancabile e intraprendente  RITA ELIA un forte ringraziamento anche al grande intellettuale l'editore RENZO MAZZONE.
Aggiungo che l'antologia "FIORI DI GINESTRA" viene prodotta a conclusione del 3° RADUNO POETICO di TERMINI IMERESE che si è svolto lo scorso 18 marzo 2012.
Siete tutti invitati a partecipare!
Ingresso Libero.

martedì 12 febbraio 2013

AL VIA LA 63^ EDIZIONE DEL FESTIVAL DI SANREMO 2013







Inizia stasera la 63^ Edizione del FESTIVAL DELLA CANZONE ITALIANA, SANREMO 2013.
Saranno cinque le serate dal 12 al 16 febbraio , 14 i Campioni con 2 brani  a testa, al termine della serata, uno dei due pezzi verrà eliminato tramite un sistema "misto" che somma il televoto del pubblico ai voti della giuria della stampa.
Nella prima serata si esibiranno 7 dei 14 Campioni.
Nella serata di mercoledì i restanti 7 con 2 pezzi ciascuno, ne passa uno; a seguire i primi 4 artisti giovani (lo stesso sistema di voto ne elimina la metà).
Giovedì i 14 Campioni ripropoporranno i 14 pezzi rimasti in gara, canteranno altri 4 giovani e anche questa volta 2 di loro vengono eliminati.
Nella quarta serata del venerdì chiamata "SANREMO STORY", i 14 Campioni canteranno ciascuno un brano storico del Festival.
Entrerà la giuria di qualità (oltre al televoto) e verrà proclamato il vincitore dei giovani.
Nella serata finale di sabato 16 febbraio si esibiranno tutti e 14 i Campioni e verrà proclamato il vincitore assoluto del 63° FESTIVAL DI SANREMO.
Quest'anno i conduttori  saranno FABIO FAZIO e LUCIANA LITIZZETTO.

Ecco l'elenco dei 14 Campioni:

ALMANEGRETTA con i brani "Onda che vai" e "Mamma non lo sa";
MALIKA AYANE con "E se poi" e "Non so ballare";
SIMONE CRISTICCHI con "La prima volta (che sono morto)" e "Mi manchi";
ELIO E LE STORIE TESE con " La canzone mononota" e "Dannati forever";
CHIARA GALIAZZO "L'esperienza dell'amore" e "Il futuro che sarà";
MAX GAZZE' con "Sotto casa" e "I tuoi maledettissimi impegni";
RAPHAEL GUALAZZI con "Sai (ci basta un sogno)" e " Senza ritegno";
MARTA SUI TUBI con "Vorrei" e "Dispari";
MARCO MENGONI con "Bellissimo" e "L'essenziale";
MODA' con "Come l'acqua dentro il mare" e "Se si potesse non morire";
SIMONA MOLINARI e PETER CINCOTTI con "La felicità" e "Dr. Jekyll Mr. Hide";
MARIA NAZIONALE con "Quando non parlo" e il brano "E' colpa mia";
DANIELE SILVESTRI con "Il bisogno di te (Ricatto d'onor)" e "A bocca chiusa".

PER LA SEZIONE GIOVANI ARTISTI:

ANDREA NARDINOCCHI con " Storia impossibile";
IRENE GHIOTTO  con "Baciami",
IL CILE con il brano "Le parole non servono più";
RENZO RUBINO con "Il postino (amami uomo)";
BLASTEMA con "Dietro l'intima ragione";
ILARIA PORCEDDU  eseguirà il brano "In equilibrio",
PAOLO SIMONI con "Le parole";     
infine ANTONIO MAGGIO "Mi servirebbe sapere".

Un festival con un target molto giovane e moderno, ogni sera sarà premiato un campione storico della musica leggera, stasera ci sarà TOTO CUTUGNO, mercoledì I RICCHI E POVERI, giovedì AL BANO.

Anche quest'anno non mancheranno polemiche e sorprese, come quella della LITIZZETTO che arriverà stasera su un cocchio.
Prevista la presenza scoppiettante del comico MAURIZIO CROZZA che farà venire un bel po' di tremarella a tutti i nostri politici.
Una manifestazione che oltre alle canzoni ci trasporterà in una sorprendente girandola di emozioni.
BUON FESTIVAL A TUTTI!

lunedì 11 febbraio 2013

IL PAPA BENEDETTO XVI RINUNCIA AL PONTIFICATO








Sua Santità BENEDETTO XVI ha comunicato stamane durante il Concistoro per la Canonizzazione dei Martiri di Otranto, la sua volontà di lasciare il Pontificato il prossimo 28 febbraio.
Il Papa ha detto di sentire il peso dell'incarico di Pontefice, di aver meditato a lungo su questa decisione e di averla presa per il bene della Chiesa.
L'età avanzata è uno fra i motivi che hanno indotto BENEDETTO XVI al suo ritiro.
La decisione è stata comunicata in latino davanti al Collegio Cardinalizio e alla Casa Pontificia in un silenzio profondo e pieno di smarrimento.
Il Papa aveva una voce solenne ma serena e un volto affaticato.
queste le sue parole:" Ben consapevole della gravità di questo atto con piena libertà, dichiaro di rinunciare al Ministero di Vescovo di Roma , successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile 2005. carissimi fratelli, vi ringrazio di vero cuore per tutto l'amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio Ministero e chiedo perdono per tutti i miei difetti".
In questo momento non c'è alcuna patologia grave del Santo Padre solo alcuni problemi articolari e reumatici e molta stanchezza fisica.
Il Papa ha indicato come termine del Pontificato il 28 febbraio ore 20.00, dopo la sede sarà vacante, verrà convocato un Conclave per l'elezione del nuovo Papa.
Nel mese di marzo e quindi prima di Pasqua, si avrà il nuovo Papa, così ha riferito Padre Federico Lombardi, il Decano del Collegio Cardinalizio ha detto che è stato "un fulmine a ciel sereno".
Il fratello del Papa Georg Ratzinger era al corrente della sua decisione già da mesi.
Durante la giornata tante le testimonianze dal Presidente della Repubblica GIORGIO NAPOLITANO, a tutti i leaders di partito e alte Autorità della Chiesa.
La decisione di voler lasciare il Pontificato secondo il Direttore dell'Osservatore Romano, è maturata dopo il viaggio in Messico e a Cuba.
Per avere un caso analogo di rinuncia al Pontificato, bisogna andare indietro di quasi '700 anni ed arrivare a CELESTINO V (foto), il Papa del "gran rifiuto" cantato da Dante nella Divina Commedia.
CELESTINO V di origini molto umili (i genitori erano contadini e lui era penultimo di dodici figli) fu eletto al Soglio Pontificio il 5 luglio 1294 in periodi molto bui per la Chiesa.
Rassegnò le dimissioni dopo pochi mesi, il 13 dicembre di quello stesso anno, non reputando più opportuno prestarsi alle pressioni di CARLO D'ANGIO' e dei faccendieri intenti ad approfittare della sua buona fede, fu catturato a Vieste nel giugno 1295 mentre tentava di raggiungere l'eremo di Sant'Onofrio, fu consegnato al nuovo Papa BONIFACIO VIII e imprigionato nel Castello di Fumone (Frosinone) dove rimase fino alla morte.
Gli storici discussero a lungo queste vicende e giunsero alla conclusione nel considerare CELESTINO V un Santo e BONIFACIO VIII in una visione tutta negativa.
Teorie riviste e ricorrette più volte nel tempo.
E' curioso l'incontro di BENEDETTO XVI a Collemaggio all'Aquila in Abruzzo nel 2009 con sosta proprio presso la tomba di CELESTINO V (vedi filmato).
Fu il segno di un comune destino?

domenica 10 febbraio 2013

SI E' PRESENTATO AD AGRIGENTO IL LIBRO "ERA FARSI" DI MARGHERITA RIMI





Venerdì 8 febbraio alle ore 19.00, presso la Casa San Filippo al Parco Archeologico e Paesaggistico della Valle dei Templi, la critica letteraria e scrittrice DANIELA MARCHESHI, ha presentato il libro di poesie della poetessa MARGHERITA RIMI.
Un'auto antologia che racchiude testi poetici che vanno dal 1974 al 2011.
MARGHERITA RIMI è un medico specializzato in neuropsichiatria infantile e lavora con  bambini, con handicap, disadattati o abusati.
In questi anni di attività ha fatto una drammatica esperienza umana è questo è molto presente nella sua formazione culturale e poetica.
In questo libro protagonisti sono i bambini con i loro tanti aspetti gioiosi, tristi e anche dolorosi che la Rimi bene delinea nelle sue liriche con un linguaggio forte e tagliente ma nello stesso tempo semplice che colpisce il cuore del lettore e la sua sensibilità.
Il moderatore dell'evento è stato il carissimo amico, critico letterario  GASPARE AGNELLO, c'è stato l'autorevole intervento dello scrittore ALFONSO GUELI, le letture sono state affidate alla Dott.ssa GIUSY CARECA .    
Gli intermezzi musicali invece curati da FILIPPO PORTERA.

Un evento prestigioso, perchè autorevole è la mia carissima amica MARGHERITA .
BRAVA!!!


(Nelle foto la locandina della presentazione e una foto ricordo dell'evento con tutti i protagonisti).

10 FEBBRAIO : GIORNO DEL RICORDO, IL DRAMMA DELLE FOIBE



Cos'è il giorno del ricordo? E' una solennità civile nazionale italiana che viene celebrata il 10 febbraio di ogni anno.
E' stata istituita con la legge n° 92, il 30 marzo del 2004, si commemorano le vittime dei massacri delle foibe e dell'esodo Giuliano -Dalmata.
In questo giorno viene rilasciata una targa commemorativa, destinata ai parenti degli infobati e delle vittime delle persecuzioni, dei massacri e delle deportazioni avvenute in Istria, Dalmazia.
Cosa sono le foibe?
Erano delle cavità naturali, dei pozzi che si trovavano sul Carso nell'altopiano alle spalle di Trieste e dell'Istria.
Alla fine della seconda guerra mondiale, i partigiani comunisti di Tito, vi gettarono (infoibarono) migliaia di persone, dopo la fucilazione, alcune ancora vive, colpevoli di essere italiane o contrarie al regime comunista.
Moltissimi furono vittime di queste terribili atrocità.
Ogni 10 febbraio si vuole ricordare questi martiri, vilipesi e dimenticati.
In tutta Italia sono molte le iniziative in tal senso e tutto affinché non sia oscurata la memoria terribile delle foibe e delle loro vittime.  

venerdì 8 febbraio 2013

TONYPOET RAGGIUNGE QUOTA 500 POSTS!


Carissimi amiche e amici, TONYPOET  raggiunge quota 500 posts.
Sono passati 5 anni, era infatti gennaio 2008, quando fu pubblicato il 1° post del mio blog, sembra ieri.
Dal 2008 è iniziata questa bellissima avventura insieme a voi!
Sono successe parecchie cose, ci siamo raccontati fatti di storia, di cronaca, cultura, esperienze poetiche, notizie e fatti della città di Palermo, della Sicilia, dell'Italia e perchè no del nostro fantastico pianeta.
Abbiamo sorriso , ci siamo commossi, riflettuto e commentato gli argomenti trattati.
TONYPOET, continua il suo ( mi auguro ) lungo percorso, sempre al'insegna della cultura,  nello stile garbato  e con grande passione, stimoli e con alto spirito di servizio.
Naturalmente ringrazio voi tutti che siete tanti ! Lo vedo quotidianamente dai moltissimi vostri contatti al mio blog.
TONYPOET è una finestra aperta a colui che ama la cultura, l'arte , la poesia, il cinema, sicuramente il rifugio migliore rispetto a qualsiasi oscurità che avvolge il nostro vivere quotidiano.
Grazie!   

martedì 5 febbraio 2013

SI PRESENTA A PALERMO IL LIBRO "ESERCIZI DI CRONACA" DI VINCENZO CONSOLO





Giovedì 7 febbraio alle ore 17.30, si  presenta a Palermo, a Palazzo Steri , Sala delle Capriate, il libro dello scrittore e saggista siciliano VINCENZO CONSOLO (scomparso a gennaio dello scorso anno), dal titolo "ESERCIZI DI CRONACA".
Coordina il Prof. ANTONINO BUTTITTA.
Sono previsti gli interventi dei giornalisti GIANCARLO LICATA e MARCELLO SORGI, porterà un saluto il Magnifico Rettore Prof. ROBERTO LA GALLA.
Il libro edito da Sellerio , non è altro che un'antologia di scritti giornalistici che VINCENZO CONSOLO, pubblicò sul quotidiano palermitano "L'ORA".
Racconti sociali, di mala giustizia che sembrano tratti dall'attualità.
L'ingresso è libero.

lunedì 4 febbraio 2013

E' USCITO "L'EVOLUZIONE DELLE FORME POETICHE . LA MIGLIORE PRODUZIONE POETICA DELL'ULTIMO VENTENNIO"


E' da poco uscito il libro "L'EVOLUZIONE DELLE FORME POETICHE. LA MIGLIORE PRODUZIONE POETICA DELL'ULTIMO VENTENNIO".
Un testo che vuole essere un consuntivo, un archivio storico realizzato per le scuole.
In esso sono presenti una vasta scelta di autori che operano nel settore della poesia, al fine di poter  studiare gli stili e l'evoluzione che le forme poetiche hanno subito negli anni, mettere a confronto i poeti stessi e le loro diverse posizioni di fronte alla parola scritta che ha attraversato il tempo e le sue varianti.
Un interessante percorso poetico, significativo di una cultura contemporanea con linee e forme figlie di un lessico sostanziale che determina l'intera opera.
Essa è stata  curata dai critici DI STEFANO BUSA' e ANTONIO SPAGNUOLO, composta da 784 pagine, edizioni Kairos, 2013.
Gli autori presenti sono voci note della poesia italiana contemporanea come MARIO LUZI, ALDA MERINI, il carissimo amico DAVIDE RONDONI, ELIO PECORA, ANDREA ZANZOTTO, EDOARDO SANGUINETTI, UMBERTO PIERSANTI, LUCIANO ERBA, MARIA LUISA SPAZIANI, FRANCO BUFFONI, GIOVANNA BEMPORAND e tanti altri.
Sono anche compresi autori meno conosciuti al vasto pubblico ma altrettanti nomi qualificati della poesia cito il carissimo EMANUELE MARCUCCIO, LUIGIA SORRENTINO, ROBERTO MAGGIANI, PARIDE MERCURIO, NAZARIO PARDINI  e tanti altri.
Un libro che consiglio ai professori e insegnanti per i loro studenti e a tutti gli appassionati di poesia.
Da non perdere!