Orologio Digitale

venerdì 29 maggio 2015

LA CINQUINA DEL PREMIO CAMPIELLO 2015





Il Premio Campiello 2015 è entrato nel vivo: nell’Aula Magna Galileo Galilei del Palazzo del Bò dell’Università di Padova, infatti, si è svolta la selezione dell’ambita cinquina finalista del riconoscimento promosso da Confindustria Veneto e giunto alle 53esima edizione.

La Giuria dei Letterati, presieduta quest’anno dal politologo e saggista Ilvo Diamanti, ha scelto Vittorio Giacopini con "La Mappa" (Il Saggiatore), Marco Balzano con "L’ultimo arrivato" (Sellerio), Carmen Pellegrino con "Cade la terra" (Giunti), Antonio Scurati con "Il tempo migliore della nostra vita" (Bompiani) e Paolo Colagrande con "Senti le rane" (Nottetempo).

La Giuria ha anche annunciato il vincitore del Premio Campiello Opera Prima, riconoscimento che viene attribuito dal 2004 a un autore al suo esordio letterario: l’attore Enrico Ianniello, con "La vita prodigiosa di Isidoro Sifflotin"(Feltrinelli). 

Il vincitore assoluto della 53esima edizione del Campiello verrà proclamato sabato 12 settembre 2015, a Venezia, sul palco del Teatro La Fenice.

Come prevede la formula del Premio, l’opera vincitrice risulterà dalla votazione della giuria dei 300 lettori anonimi.

I giurati vengono selezionati su tutto il territorio nazionale in base alle categorie sociali e professionali, cambiano ogni anno e i loro nomi rimangono segreti fino alla serata finale.

mercoledì 27 maggio 2015

A PALERMO 27°PREMIO INTERNAZIONALE UNIVERSO DONNA Edizione 2015 (ACCADEMIA DI SICILIA)






L‘ Accademia di Sicilia, con la collaborazione dell‘I.S.L.A.S. (Istituto Superiore di Lettere, Arti e Scienze del Mediterraneo), nel quadro delle sue iniziative istituzionali, ha fondato un premio da attribuire annualmente ad insigni personalità dell’universo femminile che, ciascuna nel proprio settore, si sono particolarmente distinte contribuendo cosi allo sviluppo sociale, economico e culturale del nostro Paese.



Scopo dell’iniziativa è quello di valorizzare la figura della donna in tutte le sue accezioni, evidenziandone il ruolo di madre, di sposa, di compagna e di lavoratrice che da sempre svolge con sacrificio, saggezza, umiltà e intelligenza, e spesse volte, con migliori risultati dell’opera incontrastata ed egemone dell’uomo.


Nell'occasione riceveranno l'investitura di accademici di Sicilia alcuni poeti tra cui il sottoscritto ANTONINO CAUSI. 


Detta cerimonia si svolgerà nel corso di uno spettacolo musicale di alto livello artistico.


I BIGLIETTI D'INGRESSO POSSONO ESSER PRENOTATI TELEFONANDO AL N°338 80 40 109 CON UN CONTRIBUTO DI € 8,00 CIASCUNO.

(Nella locandina tutti i nomi dell'importante evento)

venerdì 22 maggio 2015

A PALERMO PRESSO LA FONDAZIONE TRICOLI, CONFERENZA DEL POETA ANTONINO CAUSI SUL PREMIO NOBEL PER LA LETTERATURA LUIGI PIRANDELLO







Domani sabato 23 maggio 2015 alle ore 16.30 presso il Salone Fondazione "Giuseppe e Marzio Tricoli", via Terrasanta n. 82 a Palermo, si svolgerà la conferenza  del poeta ANTONINO CAUSI dal titolo “Universalità, umorismo e maschere dell’uomo nelle opere di Luigi Pirandello”.

Evento organizzato dall'Accademia Universitaria di Lettere, Arti e Scienze "Ruggero II di Sicilia" Palermo.


Ingresso Libero.

(Nelle foto, dall'alto  il drammaturgo e Premio Nobel per la letteratura LUIGI PIRANDELLO e il poeta ANTONINO CAUSI).        

domenica 3 maggio 2015

A PALERMO SI PRESENTA IL LIBRO COUS COUS (Storie e ricette mediterranee) DI ADELE CRESCIMANNO








Giovedì 7 maggio alle ore 18.00  a Palermo allo Spazio Cultura (Libreria Macaione) di Via Marchese n. 102 si presenta il libro  di Adele Crescimanno "Cous cous. Storie e ricette mediterranee" - Edizioni il Palindromo. 


Il libro è un compendio della storia, della preparazione e delle migliori ricette che hanno come denominatore comune il cous cous. Un appassionante percorso tra storia e ingredienti di ogni tipo: dagli ortaggi al pesce, dalla carne al finocchietto selvatico.
Il cous cous è la base su cui si innestano i prodotti della terra e del mare tipici di un Paese. Stimola la fantasia, colora le tavole e rappresenta da sempre un rituale laico: lo stare insieme in un’atmosfera di convivialità.

All'incontro, oltre all'autrice, parteciperà lo chef esperto in Cous cous, Rodolfo D'Agrusa che proporrà in degustazione a tutti i presenti alcune varianti della pietanza che unisce l'arte culinaria del mediterraneo.

Ingresso libero.