Orologio Digitale

lunedì 28 marzo 2016

A PALERMO LA MOSTRA MONOGRAFICA "ANTONIO LIGABUE. TORMENTI E INCANTI"



Dopo lo straordinario successo della mostra “Via Crucis, La Pasión de Cristo” di Fernando Botero, nella sala di Duca di Montalto del Palazzo Reale di Palermo sarà ospitata dal 19 marzo al 31 agosto  2016  un’importante esposizione monografica dedicata ad Antonio Ligabue.



L’esposizione, promossa dalla Fondazione Federico II di Palermo e dalla Fondazione Museo Antonio Ligabue di Gualtieri, è curata dal professor Sandro Parmiggiani, già direttore di Palazzo Magnani e direttore della Fondazione Museo Antonio Ligabue di Gualtieri, con l’organizzazione generale di C.O.R. (Creare-organizzare-realizzare). 

La mostra propone, attraverso oltre ottanta opere, un excursus storico e critico sull’attualità dell’opera di Ligabue che, seppur incentrata su pochi temi sempre ripetuti e sempre rinnovati, rappresenta ancora oggi una delle punte più interessanti dell’arte del Novecento. 

La rassegna monografica “Antonio Ligabue (1899-1965). Tormenti e incanti” intende fare conoscere i diversi esiti dell’opera dell’artista, nel corso della sua attività (dagli anni Venti al 1962), declinati nelle diverse tecniche attraverso le quali Ligabue si è espresso.

La mostra, anche attraverso le scelte di allestimento, permetterà di approfondire e scavare nei nuclei tematici fondamentali dell’artista, per vedere sia come variano nel tempo i suoi centri di interesse sia come si evolve un particolare motivo, e i reciproci transiti dall’uno all’altro. 

Due sono i filoni fondamentali cui si è dedicato Ligabue: gli animali esotici, della foresta, e comunque tutti quelli che possono essere definiti predatori; gli autoritratti, un capitolo di dolente, amara poesia.

Non mancano tuttavia altri soggetti, quali le scene di vita agreste e gli animali domestici, e alcuni ritratti su commissione. 

Ligabue studiava accuratamente l’anatomia degli animali che rappresentava, e le loro posture tipiche assunte nelle fasi della caccia o del lavoro, desunte dall’osservazione diretta e da varie fonti iconografiche (le figurine Liebig, “La vita degli animali” di Brehm, la frequentazione dei Musei Civici di Reggio Emilia), reinventando il semplice dato di partenza attraverso una pittura in cui si fondono visionarietà espressiva (sia nelle forme che nel colore) e ricorso a elementi puramente decorativi (i mantelli degli animali, la vegetazione, le carte da parati negli interni, i tessuti delle giacche).

Va rimarcato che in molti dei suoi paesaggi padani irrompono, sullo sfondo, le raffigurazioni dei castelli e delle case della natia Svizzera, assolutamente reali, esito di una memoria che tenacemente serbava certe immagini perché quelle radici erano troppo importanti per la sua vita.

Gli straordinari autoritratti, infine, rappresentano un’esplicita, orgogliosa dichiarazione del suo valore d’artista e della sua identità di persona umana, spesso dileggiata e irrisa – si può affermare che Ligabue visse come “straniero in terra straniera”- , e l’impietosa descrizione dei tratti del suo volto, segnati da sentimenti di solitudine e disagio esistenziale, e dal costante presagio dell’esito finale.

ORARI
Lunedì/Sabato dalle ore 8.15 alle ore 17.40 (ultimo biglietto ore 17.00)
Domenica e festivi dalle ore 8.15 alle ore 13.00 (ultimo biglietto ore 12.15)
Sabato, domenica e festivi la mostra Ligabue resterà aperta fino alle ore 21.00 (ultimo biglietto ore 20.00)

COSTO BIGLIETTI
Ingresso solo mostra Ligabue € 6,00
Ridotto per ragazzi di età compresa tra i 14 e i 17 anni € 3,00
Ingresso Cappella Palatina, Appartamenti Reali e mostra Ligabue
Da venerdì a lunedì e festivi e in tutti i giorni nei quali gli Appartamenti Reali sono visitabili:
intero € 12,00     ridotto € 10,00
Ingresso Cappella Palatina e mostra Ligabue
Da martedì a giovedì e in tutti i giorni nei quali gli Appartamenti Reali non sono visitabili:
intero € 10,00 ridotto € 8,00

Hanno diritto al biglietto ridotto gli insegnanti di ruolo e i ragazzi di età compresa tra i 18 e i 25 anni.

(Nella foto: la locandina ufficiale della mostra monografica). 


BIBLIOTECHE DAL MONDO ( 1 ) : GEORGE PEABODY LIBRARY - BALTIMORA - U.S.A-








Con questo post inizia una nuova rubrica che ci permettere di conoscere le biblioteche più belle del mondo, si comincia con la GEORGE PEABODY LIBRARY di Baltimora, immensa e luminosa biblioteca a piani, ospita 300mila volumi.

Lo  scenario è mozzafiato, per chi ama i libri, ma non solo.

Ci troviamo negli Usa, nello Stato del Maryland, e quella che vedete nelle immagini è la George Peabody Library di Baltimora, immensa biblioteca a piani.

Qui sono conservati più di 300mila volumi, e a colpire sono anche i 6 ordini di imponenti colonne (oltre 61 metri di altezza), il pavimento in marmo bianco e la luminosità…


Non a caso, in questa biblioteca (che risale al 1857), tra l’altro, si organizzano anche feste e addirittura matrimoni.

Tra i testi raccolti, trova grande spazio la musica, ma non solo: dalla storia alla letteratura inglese e americana, passando per i classici latini e greci, senza dimenticare la scienza e la geografia, a Baltimora è raccolto il meglio del sapere umano.

Se per caso siete da quelle parti  visitatela!

giovedì 24 marzo 2016

PROGRAMMA DELLA SANTA PASQUA 2016 A PALERMO E NON SOLO




Cari amici ecco il programma di festeggiamenti della Pasqua 2016.

Si comincia con il  GIOVEDÌ SANTO e  la tradizionale visita dei "Sepolcri": tutte le chiese rimarranno aperte a tarda sera  per permettere ai fedeli di ammirare i caratteristici altari addobbati da ciotole in cui le sementi sono state fatte germogliare al buio per quaranta giorni, ornate da nastri e fiocchi.

Un esempio le decorazioni della Cappella Palatina, Chiesa di San Domenico, di Casa Professa, e della Chiesa dell’Immacolata Concezione al Capo ma anche delle Chiese San Giovanni alla Guilla, San Giuseppe dei Teatini, San Matteo, San Francesco d’Assisi, San Giuseppe dei Falegnami e San Francesco di Paola. La Chiesa della Martorana adiacente allo splendido Sepolcro di San Cataldo ospita una cerimonia sulla lavanda dei piedi degli Apostoli.


VENERDÌ E SABATO.  Le processioni in città, sono tanti gli appuntamenti previsti nei giorni che precedono la Pasqua: nella chiesa San Mattia ai Crociferi in scena lo spettacolo " Martorio parti di la Simana Santa", per ricordare la morte e la passione e poi la resurrezione di Gesù; nella Chiesa dei Fornai all'Albergheria, la Confraternita del Venerdì Santo ai Fornai rappresenta le ultime ora di vita di Gesù; senza dimenticare la Parrocchia Madonna della Provvidenza di Palermo che ha organizzato una "Via crucis" aperta a testimonianze profondamente significative sul tema della speranza e del riscatto possibile per la nostra città.

PASQUA. Per gli amanti della cultura, a Pasqua e Pasquetta i musei comunali rimarranno aperti.

Si potrà visitare la Galleria d’Arte Moderna, l’Ecomuseo del Mare e lo Spazio ZAC ai Cantieri Culturali della Zisa, il 27 e 28 marzo dalle ore 9.30 alle ore 18.30. Il Complesso di Santa Maria dello Spasimo, sarà visitabile il 27 marzo dalle ore 9.30 alle ore 17.30 e a pasquetta dalle ore 10.00 alle ore 17.30.
Anche l'Oratorio di Santa Caterina d'Alessandria rimarrà aperto nel week end di Pasqua e straordinariamente aperto lunedì 28 marzo dalle ore 15.00 alle 18.00.

In occasione del lungo weekend pasquale, da venerdì 25 a lunedì 28 marzo, il Parco Tematico Dinosauri di Palermo, ospitato nel parco di Villa Lampedusa rimane aperto invita  grandi e bimbi a passare delle giornate alla scoperta dei grandi animali del passato.

In queste festività pasquali è possibile  visitare la mostra "#1 Dolore" di Giuseppe Vassallo nella Sacrestia della chiesa di San Domenico a Palermo; nella Chiesa di Santa Maria del Piliere l’esposizione sull’altare maggiore del magnifico "Ecce Homo" ligneo in stile barocco custodito all’interno di una delle cappelle laterali; e a Belmonte Mezzagno l'esposizione dal titolo "Pietas", che mette insieme tutte le suggestioni legate al rito della Pasqua.

E in Sicilia... il periodo pasquale come si svolge:


A Trapani famosa è la Processione dei Misteri del Venerdì Santo nel corso della quale vengono portate a spalla pesantissime Statue di legno, i “misteri”, la cui fattura risale a vari secoli scorsi , che rappresentano le varie scene della passione di Cristo.

A Caltanissetta con la Processione dei Misteri del Giovedì Santo, nel corso della quale attraversano le vie della città sedici Statue raffiguranti le varie stazioni della Via Crucis.

Ad Enna dove il Venerdì Santo si muove una Processione cui partecipano le Congregazioni, antiche corporazioni delle arti e dei mestieri riconosciute fin dai tempi dei sovrani spagnoli, i cui circa duemila confratelli, incappucciati nei costumi propri delle singole confraternite, sfilano portando su vassoi i 25 simboli del Martirio di Gesù. Seguono poi, nel silenzio più assoluto, le “vare” delCristo Morto e dell’Addolorata. 

 Poi Adrano, dove si svolge la “Diavolata” sacra rappresentazione d’origine medioevale, e ancora  Taormina, Milazzo, Erice, Modica ove si svolge una Via Crucis vivente, a Mineo con la sfilate dei “nudi”, Militello con la processione notturna del giovedì Santo al monte Calvario e la via Crucis vivente del giorno successivo. 

E ancora decine e decine di celebrazioni che è qui impossibile citare. In definitiva tutte le città della Sicilia interpretano la ricorrenza pasquale secondo gli antichi usi e le profonde tradizioni del luogo. Elemento comune a tutte però la sentita partecipazione delle varie comunità e la rievocazione da parte delle stesse con sentimenti di mestizia propri del lutto per la Morte del Cristo e di gioia per la successiva Resurrezione.

Terminiamo questo post pensando anche alla gastronomia.
La Pasqua viene commemorata con una serie di preparazioni rievocative della ricorrenza: in primo piano l’agnello che viene cucinato secondo le tradizioni cittadine e poi le pecorelle di pasta reale così come di pasta reale sono i frutti coloratissimi che le contornano. 

Aggiungiamo  le “cuddure o aceddi cu l’ova” una sorta di grande biscotto, a volte a forma di uccello, in cui sono incastonate una o più uova.

Per terminare la cassata tipico e rinomato dolce siciliano ormai noto in tutto il mondo che trae origine dalla ricorrenza pasquale.

Buona Pasqua a tutti!

mercoledì 16 marzo 2016

ALLA BIBLIOTECA DI PALLAVICINO (PA) LO SCRITTORE MARCELLO SCURRIA E IL POETA ANTONINO CAUSI DISCUTERANNO SULL'IMPORTANZA DELLA POESIA E LEGGERANNO ALCUNI VERSI DELLE LORO LIRICHE



Lunedì 21 marzo alle ore 16,30  in occasione della GIORNATA MONDIALE DELLA POESIA presso la Biblioteca Pallavicino a Palermo in via Giuseppe Spata n. 20 lo scrittore MARCELLO SCURRIA e il poeta ANTONINO CAUSI intratterranno gli intervenuti con un discorso sull'importanza della poesia a cui seguirà la lettura di alcuni versi.

Evento organizzato dalla  Dott.ssa Donatella Sambataro con la collaborazione dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Palermo e dal Sistema Bibliotecario e Archivio Cittadino Palermo.

Ingresso libero . Tutti sono invitati a partecipare!

(Nella foto la locandina ufficiale  dell'evento).  

martedì 15 marzo 2016

ALLA FONDAZIONE TRICOLI DI PALERMO SI PRESENTA IL LIBRO DELLA SCRITTRICE E POTESSA ANTONELLA LA MENZA DAL TITOLO "SILENZIO DI MILLE PAROLE"




Sabato 9 aprile  alle ore 16.30 presso la "Fondazione Tricoli" a Palermo in via Terrasanta n. 82, si svolgerà la presentazione del libro della poetessa e scrittrice ANTONELLA LA MENZA dal titolo: "SILENZIO DI MILLE PAROLE" edito dal Convivio, coordinerà la Prof.ssa ALBA PAGANO.
Interverranno: il Dott. Giuseppe Manitta direttore editoriale de Il Convivio  Editore; Prof.ssa Franca Alaimo; il poeta Nino Balletti - Presidente del Sublimismo. 

Presenzierà Il Dott. Marcello Tricoli- Consigliere della Fondazione "Giuesppe e Marzio Tricoli".
Intermezzi musicali a cura della cantautrice e chitarrista Cinzia Romano La Duca.

Ingresso libero. Seguirà rinfresco.

(Nella foto l'invito dell'evento).

A PALERMO LE MUSE MARGHERITA ISPIRANO I POETI- EDIZIONE 2016







In occasione della Giornata mondiale della Poesia i ragazzi del corso E   vi invitano al READING POETICO: "LE MUSE MARGHERITA ISPIRANO I POETI" che avrà luogo nel Teatro dell'Istituto Statale "Regina Margherita " Liceo delle Scienze Umane venerdì 18 marzo alle ore 16,15. 



Alla fine saranno premiati i vincitori del concorso poetico "giovani per la poesia"


Un premio sarà dedicato alla memoria di Caterina Vetrano.

Ingresso libero.

(Nella foto la locandina ufficiale dell'evento).

lunedì 14 marzo 2016

IL CAFFE' QUASIMODO DI MODICA (RG) FESTEGGIA IL SUO DECENNALE CON L'ANTOLOGIA DEI SUOI POETI




SABATO 19 MARZO - ORE 17,30 - PALAZZO DELLA CULTURA MODICA

IL CAFFE' QUASIMODO FESTEGGIA IL SUO DECENNALE 


La stagione culturale 2015-2016 coincide con il decennale di fondazione del Caffè Letterario Quasimodo.


Il prossimo 19 marzo a Palazzo della Cultura, alle ore 17,30, sarà un sabato speciale perché si festeggerà il decennale di fondazione con l’uscita di una Antologia poetica che racchiude tutti i componenti del Gruppo: Franca Cavallo, Silvana Blandino, Gianni Di Giorgio, Carmelo Di Stefano, Grazia Dormiente, Antonella Monaca, Salvatore Paolino, Elia Scionti, Lucia Trombadore e Domenico Pisana che ne è l'ideatore.  


E' fuor di dubbio che trattandosi di una sorta di compleanno pubblico, nessuno è escluso e saremo grati a quanti si uniranno a noi per vivere questo momento con sobrietà e semplictà ma con grande espressione di sentimenti a tutti coloro che ci hanno permesso di fare questo cammino culturale di vita. 





La nota più rilevante della celebrazione del decennale è la pubblicazione di un’opera antologica di oltre 200 pagine che lascia una traccia biografica e poetica con all’interno poesie in lingua e in dialetto che disegnano le coordinate del percorso dei 10 poeti del Gruppo.


A presentare l’Antologia sarà il critico letterario Giuseppe Manitta, caporedattore della rivista Il Convivio, ed autore di molti studi e conferenze in convegni in università italiane e in diverse università dell’Est dell’Europa (Bucarest, Chişinău, Alba Iulia ecc.).


Manitta dal 2016 coordina il gruppo di ricerca in storia della critica e bibliografia leopardiane del Centro Leopardi dell’Università La Sapienza di Roma e collabora, inoltre, a importanti riviste di italianistica come Quaderni d’Italianistica (Official journal of the Canadian Society for Italian Studies), Annali d’Italianistica (University of North Carolina a Chapel Hill), Giornale Storico della Letteratura Italiana (Università di Torino), e per la sezione Letteratura dell’Ottocento de La Rassegna della Letteratura Italiana (Università di Firenze-Accademia della Crusca).



La serata prevede anche testimonianze di poeti e scrittori che hanno avuto rapporti con il gruppo, tra quali Alessandro Quasimodo(Figlio del NOBEL), Alberto Figliolia di Milano, Marco Scalabrino di Trapani, Geo Vasile di Bucarest, Claudia Vazzoler di San Donà di Piave, Giancarlo Rivolta di Milano, Giuseppe Pappalardo di Palermo. 


I tanti amici poeti, scrittori, attori, musicisti, critici letterari, pittori che in questi dieci sono passati dal nostro Caffè Letterario Quasimodo avessero il piacere di unirsi anche idealmente possono farlo mandando un messaggio privato su facebook o sulla mia email (domenicopisana@virgilio.it) anche un  testo augurale, che sarà molto gradito e letto nel corso della serata, che sarà caratterizzata da intermezzi musicali a cura del LOUNJAZZ TRIO, composto da Lino Gatto, Giovanni La Ferla e Nuccio Pisana.

Si ringrazia Giorgio Fratantonio, giornalista nonchè organizzatore del Premio di Poesia "Evviva la mamma", per la sua disponibilità a condurre la serata, al termine della quale si potrà fruire di una degustazione di dolci tipici offerti da Cosaruci "Il dolce di Sicilia".

Un augurio di buon decennale anche da TONYPOET!

domenica 13 marzo 2016

XXIV EDIZIONE DELLE GIORNATE FAI DI PRIMAVERA - PALERMO 19/20 MARZO 2016






In occasione della XXIV edizione delle Giornate Fai di Primavera, il 19 e 20 marzo, la delegazione di Palermo proporrà una passeggiata dal nome "Da Porta a Porta", lungo quello che è considerato il tracciato urbano storicamente più rilevante di Palermo. 

Un percorso che da Porta Nuova a Porta Felice, partendo dal Piano della Galca,coinvolge il  Cassaro, oggi corso Vittorio Emanuele, luogo di eventi che hanno scritto nel tempo la storia della città. "Le porte - afferma Rita Cedrini, capo delegazione Fai Palermo - sono un segno forte che rimandano a valori simbolici oltre che a funzioni della quotidianità. 

Così se Porta Nuova, da dove prende l'avvio la passeggiata, rappresenta l'evento che osanna l'entrata in città di Carlo III, vincitore della battaglia di Lepanto che ha restituito alla cristianità anche il suo retaggio territoriale, Porta Felice racconta di quanti sovrani giungendo dal mare, nell'oltrepassarla, hanno imposto altri valori e altre regole, talvolta difficili da sopportare". "Così accade - prosegue Rita Cedrini - che la città racconta di presidi e baluardi che davano sicurezza come Porta Nuova, l'odierna sede del comando militare autonomo della Sicilia e il quartiere S. Giacomo, (occupato dalle caserme Bonsignore e Calatafimi dei carabinieri e dell'esercito), di architetture della cristianità che garantivano rifugio come il Seminario dei Chierici e l'odierno Museo Diocesano, delle strutture conventuali realizzate dal grande fermento edificatorio e culturale dei Gesuiti, l'odierno Convitto Nazionale, di chiostri che ricordano chiese scomparse, quella di S. Nicolò, di porte trionfali per l'accoglienza di volta in volta di nuovi sovrani, 

Un'occasione per scoprire tesori della nostra città dimenticati e che hanno bisogno di valorizzazione, partecipare è l'occasione per avvicinarsi al bello, alla cultura e anche alla natura.

AD AGRIGENTO PRESSO LA CASA SANFILIPPO RIFLESSIONI SULLE OPERE DI LUIGI PIRANDELLO





Venerdì 18 marzo alle ore 18.30 presso la Casa Sanfilippo, via Panoramica dei Templi ad Agrigento si svolgerà l'incontro culturale : Riflessioni sulle opere di Luigi Pirandello- "I conflitti, le corde e i pupi" ne IL BERRETTO A SONAGLI, conduce l'attore e regista teatrale  ALFONSO GUELI, ne parla il Prof. Zino Pecoraro.

Leggono e interpretano gli attori PATRIZIA CAMERA, BARBARA CAPUCCI, PIPPO CRAPANZANO, MICHELE DI BERNARDO e SILVANA IACONO.

Ideazione e regia di ENZO CORDARO.

Ingresso Libero.

(Nella foto l'invito dell'evento).

sabato 12 marzo 2016

A PALERMO LA COLLETTIVA DI ARTI VISIVE A TEMA LIBERO: "L'ARTE IN GALLERIA"





L'Associazione Culturale ArtEos presenta 
"L'ARTE IN GALLERIA", Collettiva di Arti Visive a tema libero.

Vernissage, sabato 19 marzo 2016 ore 18:00 con intervento critico di Francesco Federico
Finissage, sabato 2 aprile 2016 ore 18:00 con interludio poetico-musicale di Francesco Federico, Cristina Casamento, Marinella Gennari, Cristina Galbo.

ARTISTI:
EUGENIA AFFRONTI, MARIA COLLETTI, MARIELLA CUSUMANO, MAURIZIO DENARO, VINCENZO ROBERTO GATTO, ANTONIO GIULIANO, GIUSEPPA MATRAXIA, MARCO PERNA, ANGELA SARZANA, ADA SIMONA TOTARO.

La mostra sarà visitabile tutti i giorni dalle ore 9:30 alle ore 19:00.

(Nella foto la locandina ufficiale della collettiva d'arte).

venerdì 11 marzo 2016

AL TEATRO JOLLY DI PALERMO LO SPETTACOLO DI TONY COLAPINTO : IO NON MI SENTO ITALIANO






Il  14 Aprile al Teatro Jolly Tony Colapinto renderà omaggio a tre grandi artisti italiani: GIORGIO GABER, ALDA MERINI E GABRIELLA FERRI con lo spettacolo: "IO NON MI SENTO ITALIANO".

Un evento ricco di monologhi recitati e canzoni, in una successione propria del Teatro Canzone di cui Giorgio Gaber fu l’inventore, che sapientemente porta in luce gran parte della “filosofia gaberiana”, alternando... una serie di riflessioni e suggestioni ironiche, dirette e assai lucide, sulla società e sulla natura degli individui che la compongono.

Nel progetto artistico, grande attenzione viene dedicata alla poetessa milanese Alda Merini, un viaggio attraverso la vita in manicomio, percorrendo le tappe con le sue poesie di un’artista che ha assaporato il gusto dell’esistenza, leccando il dolore e la gioia, il disprezzo e la fatica. Per questo, forse, è così capace di parlare d’Amore.

E infine er core de Roma alcune delle più belle canzoni e testi della grande cantautrice Gabriella Ferri nell’ interpretazione teatrale di Tony Colapinto.

A condividere il palco con il Maestro Tony Colapinto, gli allievi attori della Shakespeare Theatre Academy, Chiara Torricelli, Marta Alioto, Carlo Teresi, Paolo Catalano, Arianna Scuteri, Sofia Ciofalo, Salvo Lupo.

Uno spettacolo dedicato, uno spaccato di tre grandi artisti italiani, sullo sfondo di una irreale notte d’estate, con tre musicisti (Vito Lo Galbo pianoforte, Francesco Bega chitarre, e la partecipazione di Gioel Caronna violino) che suonano alla luna, mentre un uomo (Tony Colapinto) a metà tra un cantastorie e un clown si aggira, alla ricerca di qualcosa che egli stesso non sa…

"IO NON MI SENTO ITALIANO", oggi più di ieri è un grido d’accusa nei confronti di chi violenta l’Italia con un insano atteggiamento di rinuncia alla dignità, ma è anche una speranza di cambiamento.
E’ il titolo di una canzone di Gaber che diventa uno spettacolo di grande valore. Certamente lo è per la forza sociale, moralistica (intesa in senso positivo), la passione, la coerenza, l’imparzialità, con cui Colapinto, attraverso Gaber, Merini, Ferri, snocciola i suoi giudizi mirati e taglienti, per la preoccupazione e la partecipazione con cui guarda al mondo che gli sta intorno.

Lo spettacolo è patrocinato gratuitamente dal Comune di Palermo, ed ha come partner sociali l’Associazione Fiori d’Acciaio, Scorta Civica e Movimento Agende Rosse Paolo Borsellino.
Parte del ricavato sarà destinato alle cure di Rossella Madonia.

Teatro Jolly 14 Aprile 21.15 – Intero €12 | Ridotto €10
Info 3426196119.


(Nella foto la locandina dell'evento).

giovedì 10 marzo 2016

A PALERMO PRESSO CANTUNERA DI SARA CAPPELLO : UN CONCORSO READING DAL TITOLO FEMMINILE




Il  21 marzo in occasione  della "Giornata mondiale della Poesia" presso CANTUNERA fucina culturale in Piazza Monte Santa Rosalia n. 12 (accanto Palazzo Branciforte), si svolgerà un Concorso Reading dal titolo: “FEMMINILE” il racconto di diversi universi .

Esso è inserito all’ interno della Rassegna OTTOMARZOSEMPRE, che Cantunera propone per raccontare gli universi femminili.

Un invito per tutti a partecipare con la scrittura, la poesia e la testimonianza, al racconto ed alla messa a fuoco dei diversi universi della femminilità. 
Un invito a partecipare ad un concorso in cui non si vince nulla ma che sul filo delle emozioni e dell’incanto creativo, vedrà esprimere vivaci e differenti voci ed esperienze culturali che potranno raccontare l’eterno femminino, l’ amore e la passione, il sacrificio e ...la grandezza, il vigore e la fragilità, la speranza disattesa e gli obiettivi sperati, le necessità, il bisogno ed il valore delle donne.

Anche il loro desiderio continuo di emancipazione e crescita, tutti ingredienti riconoscibili negli universi femminili contemporanei, dando voce alle donne, con parole fatte di carne viva e pulsante.

Tutti possono partecipare con uno scritto breve, una poesia, una testimonianza, inviando il proprio elaborato come messaggio alla pagina di Cantunera fucina culturale o a quella di Sara Cappello, entro le ore 12 del 18 Marzo ;

I testi selezionati parteciperanno al Reading- festa che si effettuerà a Cantunera il 21 Marzo, alle ore 21.00;

Coordinamento e conduzione di Sara Cappello
per informazioni cell. 3295670724

mercoledì 9 marzo 2016

A TERMINI IMERESE (PA) 7° RADUNO POETICO " ZAMPILLI DI POESIA"







Domenica 3 Aprile a Termini Imerese (PA) si svolgerà 
“Zampilli di Poesia” - 7° Raduno Poetico
per celebrare la Giornata Mondiale della Poesia organizzato dalla poetessa termitana e Presidente dell'Associazione Termini D'Arte  RITA ELIA.

Questo il programma completo:

Ore 9,00- Raduno in P.zza Duomo, accoglienza e saluti di benvenuto dalla Presidente di Termini d’Arte, Rita Elia

Ore 9,30- a Villa Roberta 
( presso Ristorante Moby Dick )
Saluti del sindaco di Termini Imerese , dott. Salvatore Burrafato.

Ore 10,00- Coffè Break
Seguirà : “ Zampilli di Poesia ”
Recital poetico- presenta, Marianna Ingrassia...
Intermezzo musicale con la cantante Giusy Cimino e il maestro Salvatore Garofalo
Ospite d'eccezione, il tenore Domenico Ghegghi

Ore 13,00- Sala Pranzo 
(menù a base di pesce, a richiesta di carne)

Ore 15,30- Presentazione dell’antologia “ Un mare di Poesia" nata dal 6° Raduno
Relatrice: Prof.ssa Lia Pinello
Interverrà l’editrice Arianna Attinasi.

A conclusione, tutti i poeti partecipanti riceveranno un omaggio a ricordo della giornata.

I poeti sono invitati a prenotarsi entro il 25 Marzo.

Si partecipa con una sola lirica, in lingua italiana o dialetto, preferibilmente a tema ( l’incontro, la solidarietà, l’amicizia).

Tutti i poeti partecipanti, riceveranno, in seguito, l’omaggio del video Cd della giornata.

Durante la manifestazione verranno esposte le opere pittoriche dell'artista Maria Antonietta Terrana.

Per Info e adesioni: Segreteria organizzativa di Termini d’Arte, cell.3297068021-3771921450 e-mail termini.darte@libero.it

(Nella foto locandina e programma del 7° Raduno Poetico di Termini Imerese).