Orologio Digitale

venerdì 11 marzo 2016

AL TEATRO JOLLY DI PALERMO LO SPETTACOLO DI TONY COLAPINTO : IO NON MI SENTO ITALIANO






Il  14 Aprile al Teatro Jolly Tony Colapinto renderà omaggio a tre grandi artisti italiani: GIORGIO GABER, ALDA MERINI E GABRIELLA FERRI con lo spettacolo: "IO NON MI SENTO ITALIANO".

Un evento ricco di monologhi recitati e canzoni, in una successione propria del Teatro Canzone di cui Giorgio Gaber fu l’inventore, che sapientemente porta in luce gran parte della “filosofia gaberiana”, alternando... una serie di riflessioni e suggestioni ironiche, dirette e assai lucide, sulla società e sulla natura degli individui che la compongono.

Nel progetto artistico, grande attenzione viene dedicata alla poetessa milanese Alda Merini, un viaggio attraverso la vita in manicomio, percorrendo le tappe con le sue poesie di un’artista che ha assaporato il gusto dell’esistenza, leccando il dolore e la gioia, il disprezzo e la fatica. Per questo, forse, è così capace di parlare d’Amore.

E infine er core de Roma alcune delle più belle canzoni e testi della grande cantautrice Gabriella Ferri nell’ interpretazione teatrale di Tony Colapinto.

A condividere il palco con il Maestro Tony Colapinto, gli allievi attori della Shakespeare Theatre Academy, Chiara Torricelli, Marta Alioto, Carlo Teresi, Paolo Catalano, Arianna Scuteri, Sofia Ciofalo, Salvo Lupo.

Uno spettacolo dedicato, uno spaccato di tre grandi artisti italiani, sullo sfondo di una irreale notte d’estate, con tre musicisti (Vito Lo Galbo pianoforte, Francesco Bega chitarre, e la partecipazione di Gioel Caronna violino) che suonano alla luna, mentre un uomo (Tony Colapinto) a metà tra un cantastorie e un clown si aggira, alla ricerca di qualcosa che egli stesso non sa…

"IO NON MI SENTO ITALIANO", oggi più di ieri è un grido d’accusa nei confronti di chi violenta l’Italia con un insano atteggiamento di rinuncia alla dignità, ma è anche una speranza di cambiamento.
E’ il titolo di una canzone di Gaber che diventa uno spettacolo di grande valore. Certamente lo è per la forza sociale, moralistica (intesa in senso positivo), la passione, la coerenza, l’imparzialità, con cui Colapinto, attraverso Gaber, Merini, Ferri, snocciola i suoi giudizi mirati e taglienti, per la preoccupazione e la partecipazione con cui guarda al mondo che gli sta intorno.

Lo spettacolo è patrocinato gratuitamente dal Comune di Palermo, ed ha come partner sociali l’Associazione Fiori d’Acciaio, Scorta Civica e Movimento Agende Rosse Paolo Borsellino.
Parte del ricavato sarà destinato alle cure di Rossella Madonia.

Teatro Jolly 14 Aprile 21.15 – Intero €12 | Ridotto €10
Info 3426196119.


(Nella foto la locandina dell'evento).

Nessun commento:

Posta un commento