Orologio Digitale

domenica 18 maggio 2014

UN AUTORE, UN LIBRO ( 35 ) : GIORGIO PRESSBURGER - STORIA UMANA E INUMANA





GIORGIO PRESSBURGER nato a Budapest e trasferitosi in Italia nel 1956 per via dell'invasione sovietica dell'Ungheria, considerato una delle figure più importanti del panorama italiano ed internazionale.

E'stato attivista politico, nel 2010 gli è stato assegnato il Premio Alabarda d'Oro alla carriera per la letteratura.

Parla diverse lingue : ungherese, francese, tedesco, inglese, russo e sloveno.

Nel 2013 gli è stato  dedicato un film documentario dal titolo "Messaggio per il secolo", prodotto e diretto da Mauro Caputo.

Ha lavorato come regista radiofonico, televisivo, di testi teatrali e lirici di cui è anche autore.

Ha insegnato regia e recitazione presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica di Roma, ha curato seminari e corsi di recitazione.

Ha pubblicato diversi racconti, romanzi e saggi, si ricordano: "Storie dell'ottavo distretto" del 1986 edizioni Marietti; "L'elefante verde" curato con il fratello Nicola Pressburger , edizioni Marietti.

Seguono "I due gemelli" del 1996 finalista Premio Viareggio per i tipi Rizzoli; "La neve e la colpa" (1998) - Premio Viareggio, edizioni Einaudi; "Nel regno oscuro" (2008), edizioni Bompiani e "Storia Umana e inumana" (2014), edizioni Bompiani.


In "Storia Umana e inumana", l'autore conduce il lettore in un viaggio "dantesco" tra figure storiche di grandi dittatori, filosofi e artisti.

Una galleria ricchissima che impone al protagonista di ripensare alla propria vita ponendola sia all'interno della storia millenaria del popolo ebraico, sia sullo sfondo del recente" secolo breve", quel Novecento che ha segnato la sua esistenza e che più che mai si è accanito contro i valori supremi cui Pressburger nonostante tutto crede: l'amore e la libertà. I dialoghi con i morti, la riflessione sulla storia, tutto in una dimensione caotica, poetica e  di amicizia.

La prosa di Pressburger è veramente poetica.

Un libro di alto spessore culturale. vi invito a leggerlo. L'ho trovato veramente interessante! 











Nessun commento:

Posta un commento