venerdì 1 giugno 2018

A PALERMO 9^ EDIZIONE DI "UNA MARINA DI LIBRI 2018"





Da giovedì 7 a domenica 10 giugno 2018 si terrà all'Orto Botanico di Palermo la 9^ edizione "UNA MARINA DI LIBRI 2018"  il più grande festival letterario della Sicilia e del Sud Italia.



Saranno ben trecento gli eventi  della manifestazione, che quest'anno è firmata dal giornalista Piero Melati (già vicedirettore capo de Il Venerdì di Repubblica) e promossa dal Centro Commerciale Naturale Piazza Marina & Dintorni in collaborazione con le case editrici Navarra e Sellerio e la Libreria Dudi.



Proprio quest'ultima curerà, per il quarto anno consecutivo, gli eventi paralleli - che arricchiscono il programma generale - dedicati al mondo dei più piccoli,  con appuntamenti dedicati tanto ai bambini e alle bambine quanto alle famiglie e agli operatori culturali.



Il tema scelto per l'edizione 2018 del festival è "Cucitor di Canti" da un verso di Pindaro, l’antico aedo che narrava oralmente le storie a stretto contatto con il pubblico, da qui nacque la scrittura: «Abbiamo scelto questo tema - spiega Piero Melati - perché rappresenti un inizio, un tentativo di ricominciamento, nel contatto diretto, per ridare espressione e importanza alla parola, scritta e orale».



Previsti due campioni della parola uno  sarà il puparo Mimmo Cuticchio e l'altro l'autore Stefano Benni..



Il festival è composto da quattro direzioni tematiche e altrettante sfumature: le prime due sono "Le forme del giallo", caratterizzato dal colore giallo e narrato da Alicia Giménez Bartlett e "Gotica", caratterizzato dal colore nero, con Pupi Avati.


Accanto a queste, "Maestri e ribellioni" caratterizzato dal colore rosso, raccontati da Enrico Deaglio, Adriano Sofri e Giuseppe Tornatore e i "Il cammino verde" (colore verde) che racconta i segreti dell'Orto Botanico, svelati dai suoi esperti.


Sempre all'interno della manifestazione si avranno  rassegne come: "Gli scrittori che ci mancano", che vedrà Alessandro Leogrande raccontato da Evelina Santangelo, David Foster Wallace raccontato da Francesco Pacifico, Giorgio Manganelli raccontato da Andrea Cortellessa e Salvatore Silvano Nigro, Natalia Ginzburg raccontata da Sandra Petrignani.



Nuova di zecca è "Women in love" che farà focus su Emily Brontë, Mary Shelley e Virginia Woolf, ideata da Sara Scarafia con Ginevra Bompiani, Chiara Valerio, Giorgio Vasta e Tommaso Ragno. E ancora, "Cucitor di parole altrui" un palinsesto di incontri sulle traduzioni curato dai sindacati AITI, ANITI e StradeLab.



la rubrica libraria del Tg1"Billy - Il vizio di leggere" terrà il proprio raduno nazionale durante il festival proponendo una rassegna di incontri con Javier Arguello, Orazio Labbate e un dibattito su "Il sale" di Jean-Baptiste Del Amo, vincitore dell’edizione 2018 di Modus Legendi.



Grande attenzione, nell’anno di "Palermo Capitale italiana della cultura" alla città e ai suoi personaggi: da Raimondo Lanza, l’ultimo gattopardo, all’epistolario di Lia Pasqualino Noto presentato da Dacia Maraini, passando per l'intervento di Fiammetta Borsellino fino ad arrivare al quarantesimo anniversario della morte di Peppino Impastato, ricordato con un omaggio curato da Navarra Editore.


La solidarietà avrà il contributo di Medici senza frontiere, Amnesty, Sos Mediterranèe e ai giovani con i liceali del Galileo Galilei, vincitori dell’ultima kermesse di "Per un pugno di libri". Prevista anche tanta musica, con le esibizioni di Olivia Sellerio, The Brass Group, gli artisti di Almendra e Roberto Soldatini.


Il  teatro sarà rappresentato da Peppe Servillo che leggerà la saga de "I bastardi di Pizzofalcone" di Maurizio de Giovanni e con Gianpaolo Bellanca e Myriam Leone nell"Antigone", e sono compresi momenti dedicati all'arte con gli eventi promossi dalla Accademia delle Belle Arti di Palermo.



L’ingresso al festival prevede il pagamento di un contributo per il sostegno e la tutela dell’Orto botanico che lo ospita: il biglietto giornaliero ha un costo di 3 euro, il ridotto (12-18 anni, over 65, studenti Universitari muniti di Unipa card) avrà un costo di 2 euro. Il cumulativo, che prevede ingressi illimitati per le 4 giornate, costerà 6 euro. 



L'evento culturale termina ogni giorno alle 24 con chiusura dei cancelli e ultimo ingresso alle 23.30. Venerdì 8 e sabato 9 giugno, la manifestazione chiude a pranzo dalle 14 alle 16.30 e domenica 10 giugno l’ingresso è continuato dalle 10 alle 24. La giornata inaugurale del 7 giugno dalle 18 alle 24 è ad accesso libero.



Da non perdere!


martedì 22 maggio 2018

A PALERMO PER GLI INCONTRI DELL'OTTAGONO LETTERARIO CLOTILDE CARDELLA RELAZIONERA' SUL TEMA "DIARISTICA DI GUERRA: TESTIMONIANZE DAL SOMMERGIBILE GALATEA"



Martedì 29 maggio 2018 alle ore 16.30 a Palermo presso  la Sala '900 dell'Hotel Jolì  in via Michele Amari n. 11, per il ciclo gli incontri dell'Ottagono Letterario, CLOTILDE CARDELLA parlerà sul tema "DIARISTICA DI GUERRA: TESTIMONIANZE DAL SOMMERGIBILE GALATEA".  

Saranno lette alcune pagine del diario di un giovane sommergibilista scritte durante le missioni in Mediterraneo tra il 1942 e il 1943. Veranno proiettate foto e filmati d'epoca.

L'evento si svolge in collaborazione con l'Ottagono Letterario e vede la partecipazione della sezione Fidapa Palermo Felicissima.

INGRESSO LIBERO.

(Nella foto: la locandina ufficiale dell'evento culturale).

lunedì 21 maggio 2018

VI EDIZIONE DEL PREMIO NAZIONALE DI POESIA HIMERA 2018





Ritorna puntualissimo IL PREMIO NAZIONALE DI POESIA HIMERA , quella di quest'anno è la sesta edizione . Si tratta di un prestigioso e importante premio letterario di poesia ideato e organizzato dalla poetessa termitana RITA ELIA Presidente dell'Associazione Termini D'Arte con una sezione speciale sull'Archeologia e i Beni Culturali ed ambientali in Sicilia.  

Qui sotto il bando e un invito a partecipare.



Bando di Concorso 
Art. 1 - L’Associazione culturale Termini d’Arte, con il patrocinio del Comune di Termini Imerese e del Parco Archeologico di Himera, bandisce ed organizza la Sesta Edizione del Premio Nazionale di Poesia “Himera”
con una sezione speciale sull’Archeologia e i Beni Culturali ed Ambientali in Sicilia.
Art. 2 - Il premio si articola in 4 sezioni:
Sez. A - Poesia inedita in Lingua Italiana (tema libero)
Sez. B - Poesia inedita in Lingua Siciliana e nei Vernacoli d’Italia, affiancata da traduzione in italiano (tema libero)
Sez. C - Himera: Opere edite ed inedite, scientifiche e letterarie, incluse le tesi di laurea e di ricerca, video-documentari, aventi per oggetto l’Archeologia e i Beni Culturali ed Ambientali in Sicilia.
Sez. D – Raccolta di Poesia Edita in Lingua Italiana (pubblicata dal 2011 al 2018).


Art. 3 – Nelle sez. A e B i partecipanti, di età non inferiore ai 18 anni, possono partecipare ad entrambe le sezioni (con versamento delle rispettive quote) con un massimo di due componimenti poetici da produrre in cinque copie. Le opere dovranno essere scritte su foglio di carta bianca, corpo 12 e massimo 36 versi e privi di firma o altro segno di riconoscimento, dovranno essere inoltrati in plico raccomandato che dovrà contenere la copia della ricevuta del versamento della quota di partecipazione e una busta più piccola, chiusa e anonima, con: a) una copia firmata dell’opera; b) i dati anagrafici dell’autore (cognome, nome, indirizzo, recapito telefonico e di posta elettronica); c) la seguente dichiarazione: “Dichiaro che questo mio componimento poetico è frutto della mia creatività e alla data di invio è inedito e mai premiato in altri concorsi . 
In alternativa alla spedizione postale è possibile la partecipazione alle sezioni A e B mediante l’invio del materiale all’indirizzo email: termini.darte@libero.it indicando in Oggetto: Premio Nazionale di Poesia Himera e la Sezione. (a) Gli elaborati delle due sezioni a cui si partecipa dovranno essere inviati in formato Word (doc o docx) carattere Times New Roman 12, ciascuno su un file distinto, di cui (b) una copia anonima e una copia firmata e con la dicitura : Dichiaro che il testo che presento è inedito e che è frutto del mio ingegno. Indicare indirizzo email e contatti telefonici.( c) La ricevuta del versamento.
Art. 4 - Nella Sezione C- Himera si partecipa con una sola opera, inviando, presso la nostra sede, una copia in cartaceo ( completa dei dati dell’autore e ricevuta di versamento) e il file dell’opera al seguente indirizzo e-mail (termini.darte@libero.it) 
Art. 5- Nella Sezione D si partecipa con l’invio di n° 5 copie dell’opera, di cui una completa di firma e dati dell’Autore.
Art.6- Il plico contenente i lavori partecipanti, sul quale dovrà essere apposta la dicitura “Partecipazione al Premio Nazionale di Poesia “Himera” Sez………, deve essere spedito entro il 15/07/2018 (farà fede il timbro postale) al seguente indirizzo: Associazione Culturale “Termini d’Arte”, Via Garibaldi 53, 90018 Termini Imerese (PA)
Art. 7 - A parziale copertura delle spese organizzative è richiesto un contributo di € 15,00 per ogni sezione. Forme di versamento: • In contanti da allegare al plico delle opere • Con bollettino postale: C.C. P. N°8349708 intestato ad Associazione Culturale Termini d’Arte - Causale: “Premio Nazionale di Poesia Himera. • Con Bonifico Banco Posta intestato ad Associazione Culturale Termini d’Arte IBAN- IT32U0760104600000008349708 • Con Postepay 5333171035108923 intestato a Rita Elia. I plichi sprovvisti della certificazione di avvenuto pagamento o della quota di partecipazione saranno esclusi dal concorso.


Art. 8 – I vincitori del primo premio assoluto nell’edizione precedente non potranno concorrere nella medesima sezione pena l’esclusione.
Art. 9- PREMI
Sez. A: 1° Classificato: Un gioiello in oro “ Alderuccio Gioielli” + pergamena
2° e 3° Classificato: Targa personalizzata 
Sez. B: 1° Classificato: Olio su tela dell’artista Michele Russo + pergamena
2°e 3° Classificato: Targa personalizzata 
Sez. C: 1° Classificato: Opera- Dimorae Arredamenti + pergamena
2°e 3° Classificato: Targa personalizzata “ Himera”
Sez. D: 1° Classificato: Trofeo + pergamena
2°e 3° Classificato: Targa personalizzata 
(Ai vincitori del Primo Premio delle quattro sezioni, che giungono da oltre la provincia di Palermo, verrà offerto pernottamento e colazione, estensibile ad un familiare).
A discrezione della Giuria potranno venire attribuiti, ad opere meritevoli, Menzioni d’Onore, Segnalazioni di merito e Premi Speciali Giuria. 
Ai Premi Speciali Giuria verrà assegnata Medaglia della Fondazione Federico II.
Art. 10- Gli autori, per il fatto stesso di inviare le proprie opere, dichiarano di accettare l’informativa sulla Privacy ai sensi del D.Lgs. n. 196 del 30 giugno 2003.
Art. 11 - L’Associazione Termini d’Arte, si ritiene sollevata da qualsiasi responsabilità o pretesa da parte degli autori o di terze persone. I lavori inviati non saranno restituiti, e rimarranno negli archivi dell’Associazione.
Art. 12 - Tutti i concorrenti sono invitati alla cerimonia di Premiazione che avrà luogo, presumibilmente domenica 16 Settembre 2018 presso l’Aula Consiliare del Comune di Termini Imerese. I Premiati saranno avvisati tramite e-mail o telefonata.
Art. 13 - A richiesta verrà consegnato attestato di partecipazione. I premi non ritirati restano a disposizione dell’Associazione.
Art. 14 - La semplice partecipazione al premio comporta l’automatica accettazione di tutte le norme previste.
Art. 15 –I nomi delle due Giurie composta da personalità del mondo culturale, il cui giudizio è inappellabile ed insindacabile, saranno resi noti subito dopo la proclamazione dei vincitori.
Durante la serata di premiazione verrà conferito il Premio alla Cultura 2018 ad una personalità che si è distinta nel campo dell’Arte e della Cultura con un’opera dello scultore Vincenzo Gennaro, verranno inoltre assegnate la “Targa Saverio Orlando” e due Targhe all’Eccellenza ad operatori artistici/culturali di rilievo.
Segreteria del Premio: cell. 3771921450 / 3297068021

(Nelle foto dall'alto: il logo del Concorso letterario e la poetessa termitana RITA ELIA ideatrice e organizzatrice del Premio).

IX PREMIO "ARENELLA CITTA' DI PALERMO" EDIZIONE 2018




Venerdì 25 maggio alle ore 16.30 a Palermo presso la Sala delle Lapidi di Palazzo delle Aquile si svolgerà il IX Premio Nazionale di Poesia "Arenella Città di Palermo".

Il prestigioso premio è indetto dall'Associazione Palermo Cult Pensiero, presieduta dal dottor Francesco Anello

Un evento culturale legato alla poesia del panorama palermitano, il premio é particolarmente importante perché  prevede la partecipazione di alcune  personalità più importanti della città 

Tra gli ospiti e premiati di quest'anno sono presenti il dottor Marco Romano (vicedirettore Giornale di Sicilia), il dottor Martino Lo Cascio (scrittore), l'artista Chico Florio Paladino e la fotografa Letizia Battaglia.

Il Premio si propone come importante riconoscimento agli artisti che in tutta Italia promuovono e coltivano l’arte poetica, a cui verranno consegnate targhe e riconoscimenti.

La manifestazione è titolata ad una delle più belle borgate cittadine, nata sul mare, a significare come molte volte l’arte poetica possa essere espressione di stimolo e sviluppo socioculturale. 

Qui sotto il programma completo.

Ingresso libero.


(Nella foto sopra: un momento di una edizione precedente).










sabato 19 maggio 2018

POESIA E MUSICA IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA A MARSALA




Sabato 27 maggio alle ore 21.00 a Marsala (TP), la Confraternita SS Sacramento Chiesa Madre è lieta di invitarvi  in Piazza della Repubblica  ad ascoltare il Gruppo Poetico  Lilybetano Museo Mirabile che  declamerà le proprie poesie religiose.

E' prevista la partecipazione del Coro Auser Marsala Dir. Francesco Trapani.

Saranno altresì  presenti: Il Sindaco Alberto di Girolamo, il Priore Anna Maria D'Antoni e il Parroco Arc. Don Giuseppe Ponte.

Ingresso libero.

(Nella foto : la locandina dell'evento).

A MARSALA (TP) AL MUSEO MIRABILE SI PRESENTA LA SILLOGE "LA TELA DI PENELOPE" DEL POETA FRANCESCO CAMAGNA









Domenica 27 maggio alle ore 17.00 a Marsala (TP) presso la Sala Convegni del Museo Mirabile in Contrada Fossarunza n. 198, il poeta Francesco Camagna presenterà al pubblico la sua prima silloge poetica "LA TELA DI PENELOPE", edizioni Museo Mirabile 2018.


Interverranno : Rag. SALVATORE MIRABILE poeta e scrittore ed editore,
                            Avv. Fabio Lisma  prefatore;
                            Dott. Tony Causi poeta e scrittore.

Letture a cura dei poeti : Salvatore Mirabile, Claudia Angileri e Vita Alba Tumbarello.

Per Informazioni telefonare al 3292785434.

Sarà presente l'autore . Ingresso libero.

(Nelle foto: dall'alto la locandina dell'evento, l'autore della silloge poetica Francesco Camagna, Salvatore Mirabile , Fabio Lisma e Tony Causi). 


domenica 13 maggio 2018

ARTICOLANDO ( 21 ) : RECENSIONE DELLA CRITICA LETTERARIA GABRIELLA MAGGIO AL ROMANZO " IL MORSO" edizioni Neri Pozza DELLA SCRITTRICE SIMONA LO IACONO






Articolando

Articolando, è una nuova rubrica per dar voce a tutti gli amanti della poesia, dell'arte, della storia, della pittura, della critica letteraria attraverso recensioni, relazioni e articoli strettamente culturali.
Chiunque volesse pubblicare può farlo mandando i propri scritti all'indirizzo di posta elettronica
tonycausi@alice.it grazie!


In questo n. 21 ritroviamo la critica letteraria e poetessa GABRIELLA MAGGIO con una sua recensione al romanzo" IL MORSO" della scrittrice Simona Lo Iacono, EdizionI Neri Pozza, 2017.


Una piacevole lettura a tutti voi!





IL MORSO
Romanzo di Simona Lo Iacono-ed. Neri Pozza

(Gabriella Maggio)




Palermo, barocca e misera, potente e asservita  ha storie da raccontare, di gente nota, i Ramacca, gli Agliata  e di tanti di cui affiorano solo  scarse testimonianze, come Lucia Salvo. La quotidianità che scorre monotona non ha fascino per chi compone un racconto, perciò la scrittrice  ricerca quello che va al di là dell’apparenza, che sfiora il mistero del non detto e dell’inconsapevolezza, come il fatto che segna la vita di Lucia o la mutilazione che rende  il castrato signorino Angelo, forse. Ma controvoglia. Sono due  creature che contro il  buon senso del tempo non reputano  una  fortuna  essere spettatori delle ricchezze e degli eccessi dei nobili, ma le considerano semplicemente una dannazione e una complicazione dell’anima. Questa convinzione porta Lucia a respingere l’assalto amoroso del Conte figlio con un morso da furetto. Da qui il titolo del romanzo e la citazione in epigrafe da Giorno dopo giorno di S. Quasimodo in cui ricorre  la parola morso.  Nel romanzo Lucia morde per difesa, nella poesia il morso è inferto  dal dolore, dalla violenza, dalla guerra. Ma identica è la  separazione  netta  tra chi opprime e chi è oppresso, tra chi è nato per servire e chi deve essere servito. A servire è destinata Lucia Salvo, ma  il fatto la  rende intimamente  libera, è la creatura più libera che io conosca, dice il conte figlio. La storia si svolge alla vigilia della rivoluzione siciliana del 1848 a Palermo, un’epoca che stava cambiando e che nessuno prendeva sul serio….Non la nobiltà, rammollita dalle decime e senza occhio analitico. Non la borghesia nascente, figlia povera della nobiltà stessa e già incline a imitarne tutti i vizi. Il popolo sì che, invece, fremeva. Di fame, di peste, di pidocchi e ansie. Nel groviglio dei fatti personali e politici  che s’intrecciano e sfociano nella rivoluzione  del 12 gennaio 1848 a Palermo viene inconsapevolmente coinvolta Lucia, che vi scoprirà per brevi istanti l’amore per lo sconosciuto prigioniero dagli occhi verdi, che la spinge a un generoso gesto di coraggio. Ma l’amore è un breve lampo  e il suo destino di babba, pazza, non può che compiersi. A metà dell’Ottocento in Sicilia le donne di qualunque condizione sociale non riescono a sfuggire al loro destino di succube del mondo maschile. Neanche  la giovane Assunta degli Agliata vi riesce. Inquieta  e desiderosa di scegliere il proprio destino per sfuggire alla condizione nella quale si trova la madre, inebetita dai numerosi parti, compie  tentativi confusi e contraddittori. La sua vaga aspirazione alla libertà  è alimentata  dai discorsi delle monache e dalle letture che le precludono un vero contatto con la vita : La vita, la vita vera-sospira-le pare a un tratto romantica come i libri di quel Cervantes…  Alla fine sposa un vecchio e ricco nobile, che la obbliga a figliare a dispetto del disgusto. Con stile sobrio e coinvolgente, venato a tratti d’ironia,  Simona Lo Iacono affronta ancora una volta storie di donne contestualizzandole  nel tempo e nello spazio del romanzo con il suo abituale impegno civile, nella rappresentazione-denuncia  di un mondo ignorante e arido volto solo ai piaceri e al dominio.

(Nelle foto: dall'alto la critica letteraria e poetessa Gabriella Maggio , l'autrice Simona Lo Iacono e la copertina del suo romanzo "Il morso").


venerdì 11 maggio 2018

A PALERMO CONVEGNO "IL SUD FRA IDENTITA' E GLOBALIZZAZIONE" E CONSEGNA DEI PREMI "VINCENZO MORTILLARO" PER LA CULTURA E L'ARTE




    Sabato 12 maggio 2018 alle 17 presso l'Hotel Cristal di Palermo, si svolgerà la conferenza del Magistrato Dott. Edoardo Vitale, direttore de "L'Alfiere" di Napoli e Presidente di "Sud e Civiltà", con i professori Ignazio E. Buttitta, Tommaso Romano e Antonino Sala.

    Nell'ambito del convegno "IL SUD TRA IDENTITA' E GLOBALIZZAZIONE", verranno consegnati  i premi per la Cultura e l'Arte"Vincenzo Mortillaro di Villarena Principe di Campofiorito" a personalità che si sono particolarmente distinte. 
       
    Un evento di notevole interesse, un invito a partecipare. 

    Ingresso libero.

XII PREMIO INTERNAZIONALE OSCAR DEL MEDITERRANEO 2018 DELL'ACCADEMIA DI SICILIA







Sabato 19 maggio 2018 alle ore 17.00 a Palermo presso il  Teatro Orione in via Don Orione n. 5 si svolgerà la XII edizione del Premio Internazionale Oscar del Mediterraneo 2018 organizzato dall'Accademia di Sicilia con il suo Presidente Tony Marotta.

L’Accademia di Sicilia, nel quadro delle sue attività istituzionali, ha fondato un Premio da assegnare annualmente ad insigni personalità che si sono particolarmente distinte, ciascuna nel proprio settore professionale, dando della nostra Terra un’immagine di operosità e di cultura. 

Nelle edizioni precedenti hanno ricevuto il prestigioso riconoscimento operatori economici, imprenditori di eccellenza, personalità di grande spessore sociale e culturale che con la loro opera ed il loro lavoro, hanno dato non senza sacrifici e difficoltà, il meglio di loro stessi per limitare le negatività proprie degli ultimi decenni.

Un evento da non perdere!