Orologio Digitale

venerdì 3 settembre 2010

LA RINASCITA DEL PREMIO RACALMARE





Nei giorni 28 e 29 agosto 2010, nella splendida cornice di Piazza Umberto I a Grotte (AG), si è svolto il 22° PREMIO LETTERARIO "RACALMARE" LEONARDO SCIASCIA.

Un appuntamento tanto atteso e che ha avuto un ottimo successo grazie alla direzione del Presidente Onorario GAETANO SAVATTERI.

Il Premio è d'importanza storica, in quanto ideato dal grande Maestro LEONARDO SCIASCIA e si prefigge l'obiettivo di scegliere autori e titoli d'opera scelti dalla gente e non da apparati burocratici e fin troppo accademici e di convenienza personale. "Un premio che deve restare a Grotte (come aveva suggerito LEONARDO SCIASCIA), lasciatelo qui fra voi e vedrete che lo assegnerete sempre onestamente secondo il valore delle opere, secondo l'interesse che voi portate a queste opere".

Dicevo di una 2 giorni, perchè nella prima serata le tre finaliste BENEDETTA TOBAGI,con il libro "Come mi batte forte il tuo cuore", Editore Einaudi, SIMONETTA AGNELLO HORNBY con il romanzo "Vento Scomposto" Feltrinelli Editor e BICE BIAGI con "In viaggio con mio padre" Rizzoli Editore; hanno interloquito con il pubblico in sala e hanno risposto alle varie domande.

Nuova la formula, con le tre opere decretate finaliste lo scorso mese di luglio, da una giuria tecnica composte da personalità prestigiose del mondo della cultura, presieduta dal Presidente Onorario GAETANO SAVATTERI.

La Giuria popolare formata da intellettuali della Città di Grotte si è espressa nella serata finale con votazione a scrutinio segreto, con tanto di urna e in diretta davanti ad un numeroso pubblico.

Ha vinto BENEDETTA TOBAGI, con "Come mi batte forte il tuo cuore".

Il libro narra la figura del padre WALTER TOBAGI, giornalista del Corriere della Sera, assassinato sotto casa, da una semisconosciuta formazione terroristica, all'età di 33 anni, Benedetta ne aveva 3, da quel giorno sarà impegnatissima a ricostruire tutti i tasselli di una figura paterna mai conosciuta.

Il Premio Racalmare, rinasce sotto la buona stella dello scrittore e giornalista GAETANO SAVATTERI, a lui i miei complimenti (fatti tra l'altro personalmente), per averlo restituito alle sue vere origini.

Un obiettivo raggiunto e di questo sono orgoglioso, per tanti che come me hanno creduto nell'importanza e nell' esistenza di questo premio per la Città di Grotte, per la Sicilia e per la cultura.

Attendo terepidante la prossima edizione del premio.

Nessun commento:

Posta un commento