Orologio Digitale

sabato 27 settembre 2008

PAUL NEWMAN: UN DIVO DAGLI OCCHI AZZURRI E CON UN GRANDE CUORE


PAUL NEWMAN, è nato il 26 gennaio 1925 a Shaker Heights (OHIO).

Inizia la sua carriera frequentando l'Actor Studio di New York.

Il vero battesimo di attore arriva con la versione teatrale di "Picnic".

La Warner Bros subito lo nota e inizia la sua avventura con il cinema, nel suo primo film dal titolo: "Il Calice d'argento". Ma il suo vero successo arriva con il secondo: "Lassu qualcuno mi ama" del 1956, dove interpretava il pugile Rocky Graziano.

Altri film famosi dei suoi 60 girati, ricordiamo: "La gatta sul tetto che scotta" con Elizabeth Taylor, "La Stangata" insieme a Robert Redford.

La sua seconda moglie fu l'attrice Joanne Woodward, dalla quale ebbe 3 figlie.

L'unico figlio maschio Scott, avuto dal primo matrimonio, morì di overdose.

nel 1986, vinse l'Oscar per "Il colore dei soldi", un sequel dello Spaccone, premio che non volle ritirare in quanto in passato fu candidato più volte all'Oscar e mai premiato.

Paul Newman fu anche un grosso sportivo, nel 1995 vinse la 24 ore di Daytona per la classe GT1, risultando il più anziano del gruppo.

Infine lo vogliamo ricordare anche per il suo gran cuore.

Insieme allo scrittore Aaron Edward Hotchner, nel 1982 fondarono la "Newman's Own": un'azienda alimentare specializzata in produzioni biologiche, i cui ricavati, più di 250 milioni di dollari quest'anno, sono stati devoluti in beneficenza per scopi educativi ed umanitari. Che dire, ciao Paul , un uomo straordinario , davvero ci mancherai!!!

martedì 23 settembre 2008

23 settembre : SAN PIO DA PIETRELCINA







SAN PIO DA PIETRELCINA (Francesco FORGIONE), nacque a Pietrelcina il 25 maggio 1887 e morì a San Giovanni Rotondo il 23 settembre 1968.



Egli faceva parte dell'Ordine dei Frati Minori Cappuccini.



Da tutti i fedeli è conosciuto meglio come Padre Pio, la sua ricorrenza liturgica è quella della morte e cioè il 23 settembre.



La venerazione verso questo illustre personaggio è di enorme importanza, per via dei suoi innumerevoli prodigi e guarigioni, ma anche per queste situazioni è stato oggetto di pesanti critiche sia nel mondo religioso e non.



Il carattere di Padre Pio era modesto e pieno di umanità ma nel contempo appariva severo, burbero e dal temperamento forte.



Amava scrivere lettere, tanto che furono riuniti migliaia di missive raccolte in più epistolari.



Le origini di Francesco Forgione erano molto umili, il padre era contadino, la madre molto credente, ebbe notevole influenza riguardo la formazione spirituale del frate cappuccino.



Il desiderio di divenire sacerdote, si manifestò presto, grazie anche alla frequenza di Frà Camillo da Sant'Elia a Pianisi.



Dopo la comunione, San Pio ebbe una visione che gli dette la conferma della sua vocazione nella lotta col maligno, altra visione si manifestò alcuni giorni dopo nella quale Dio e la Madonna, lo incoraggiavano e lo rassicuravano della loro predilezione.



Nel 1918 Padre Pio, affermò di avere le prime apparizioni di un personaggio che lo trafiggeva con una lancia, lasciandogli una ferita costantemente aperta, in seguito dirà di aver ricevuto le stimmate.



Egli arrivò a rivelare al suo confessore che il fenomeno delle stimmate si manifestò ancor prima e cioè il 7 settembre del 1910, più insistentemente nello stesso mese del 1911.



Padre Pio ebbe molto vergogna delle sue stimmate, ma la notizia fece il giro del mondo.



Da allora San Giovanni Rotondo, divenne meta di moltissimi fedeli, che convinti delle guarigioni inaspettate del frate, sperarono di ottenere grazie.



Tutto ciò fu preso con le dovute cautele dalla Chiesa Cattolica.



Nel 1920 Padre AGOSTINO GEMELLI, fu incaricato dal Cardinale MERRY DEL VAL, di visitare Padre Pio e le sue ferite.



Il frate ebbe un atteggiamento di chiusura verso Padre Gemelli. Quest'ultimo disse che le stimmate erano un bluf, frutto delle caratteristiche somatiche dell'isterico e dello psicopatico.



Da quel momento il Sant'Uffizio, pronunciò la sua condanna esplicita riguardo ai fatti legati a Padre Pio ed esortò i fedeli a non credere e non andare a San Giovanni Rotondo.



In seguito furono eseguiti nuovi esami clinici e nuove condanne da parte del Vaticano.



Nel 1933 il Papa Pio XI revocò le restrizioni imposte a Padre Pio, fonti autorevoli affermarono che il Sant'Uffizio, non ritrattò i suoi decreti.



Negli anni successivi si ebbero le importanti visite della Regina Maria Josè di Savoia, quelli dei Reali di Spagna e di Portogallo.



Nel 1940 fu costruito il famoso Ospedale "Casa Sollievo della Sofferenza", grazie alle offerte dei fedeli di tutto il mondo.



Papa Giovanni XXIII, ordinò nuove indagini su Padre Pio.



Nel 1964 il nuovo Papa Paolo VI, concesse personalmente ma ufficiosamente a Padre Pio l'indulto per continuare a celebrare, anche pubblicamente la Santa Messa.



Il 23 settembre del 1968, Padre Pio muore ad 81 anni, ai suoi funerali parteciparono più di 100.000 persone.



L'anno successivo iniziò il processo di beatificazione che si concluse il 2 maggio 1999, fu infine proclamato Santo il 16 giugno 2002, da Papa GIOVANNI PAOLO II.



Oggi abbiamo una bellissima chiesa di SAN PIO DA PIETRELCINA, progettata dall'Arch. RENZO PIANO, che si trova a San Giovanni Rotondo.



Il Vescovo DOMENICO D'AMBROSIO il 6 gennaio 2008 ha annunciato nel corso della Messa svolta nel Santuario di Santa Maria delle Grazie, l'importante notizia che nel mese di aprile 2008, il corpo di Padre Pio sarebbe stato riesumato per una ricognizione canonica con l'esposizione alla Pubblica Venerazione da aprile 2008 a settembre 2009.



Proprio oggi 23 settembre 2008 intorno alle ore 10,30 il Cardinale BERTONE ha riferito che il Santo Padre BENEDETTO XVI, sarà a San Giovanni Rotondo nel 2009, per rendere omaggio alla salma di SAN PIO DA PIETRELCINA.

giovedì 18 settembre 2008

UN AUTORE, UN LIBRO ( 2 ) : ORIANA FALLACI - UN CAPPELLO PIENO DI CILIEGE







ORIANA FALLACI è nata a Firenze il 29 giugno 1929 e muore a Firenze il 15 settembre 2006.



Ella è stata scrittrice e giornalista, fu la prima donna del nostro paese a recarsi al fronte per fare l'inviata speciale.



La Fallaci ha avuto altre due sorelle Neera e Paola, anch'esse giornaliste e scrittrici.



Il suo carattere fin da giovanissima, si contrddistinse per un forte temperamento, tanto da ricevere a soli 14 anni un riconoscimento d'onore dall'esercito italiano.



I suoi libri sono stati molto venduti in tutto il mondo, da una stima sembra 20 milioni.



Il mondo del giornalismo lo intraprende grazie all'appoggio dello zio Bruno Fallaci, quest'ultimo essendo il Direttore del settimanale Epoca, per non favorirla gli affidava degli incarichi non molto prestigiosi.



Nel tempo fu inviata negli U.S.A., per intervistare astronauti, poi in Vietnam e ancora in America per Martin Luter King, come corrispondente di guerra, seguì i conflitti tra India e Pakistan.



Nel 1975, la Fallaci e Alekos Panaguis, suo compagno di vita e leader della resistenza greca, collaborarono alle indagini sulla morte di Pier Paolo Pasolini.



La Fallaci sarà la prima a denunciare il movente politico dell'omicida del poeta.



Nel 1990 con il romanzo: "INSCIALLAH", la scrittrice descrive delle truppe italiane inviate dall'ONU nel 1983 a Beirut.



Dopo l'11 settembre Oriana Fallaci, con i suoi libri, successivi a questo triste evento, parlando del confronto fra la società Occidentale e quella Musulmana, si attirerà sia elogi che critiche dall'opinione pubblica mondiale.



La scrittrice fiorentina, nutrì una forte ammirazione per il Santo Padre BENEDETTO XVI e per il Monsignor RINO FISICHELLA, suo amico personale anche negli ultimi istanti di vita, a quest'ultimo donò i suoi cimeli e la sua Biblioteca per l'Università Lateranense.









Il suo ultimo romanzo, è uscito il 30 luglio 2008 ed è: "UN CAPPELLO PIENO DI CILIEGE" .



Esso racconta di una saga familiare che attraversa la storia italiana dal 1773 al 1889.



La Fallaci ha lavorato per ben dieci anni a questo libro. Esce su volontà del nipote, erede universale della giornalista, questi si è attenuto fermamente alla volontà della zia.



Il romanzo affonda sulla propria identità culturale, ella fruga fra i ricordi della sua famiglia, cerca indizi ed oggetti dimenticati nei bauli.



Un libro dove le ragioni della storia si intrcciano con quelle di una vita di donna, fuori dal comune.



Al lettore spetta il compito di cogliere gli autentici significati del nostro tempo.

domenica 14 settembre 2008

ARIA NUOVA A SALEMI CON VITTORIO SGARBI











Da quando si è insediato in qualità di Sindaco di Salemi, il Prof. VITTORIO SGARBI ha lanciato la bellissima e ridente località del trapanese, verso una nuova primavera.




Quest'estate 2008, ha visto un alternarsi di manifestazioni culturali di primissimo ordine.




Sono stato testimone oculare di questi eventi.




Fra i tanti mi piace ricordare quello dello "Slow Food" del 19 agosto, dove all'interno dell'ex Collegio dei Gesuiti, si è svolta la rassegna di Cinema e Cibo : Corti e Mangiati, un festival in collaborazione con la cineteca di Bologna; altro appuntamento è stata la "Notte Bianca", dove la cittadinanza ha goduto di serate o meglio nottate, all'insegna di attrazioni artistiche, per strada e vicoli stretti del centro storico, con i negozi aperti e bancarelle artigianali, pronte a dare il meglio di sè, in fatto di degustazioni di vini tipici del posto e prodotti gastronomici da leccarsi i baffi.




Importante è stato l'incontro culturale con il sapiente scrittore agrigentino: MATTEO COLLURA, quest'ultimo ha dato luogo ad una interessantissima discussione sulle bellezze misteriose della nostra amata Sicilia, l'autore Collura, massimo conoscitore della biografia del grande LEONARDO SCIASCIA, ha parlato del suo ultimo libro dal titolo: Sicilia sconosciuta. Itinerari insoliti e curiosi, in uscita da poco tempo per l'editore Rizzoli, edizione 2008, insieme a questo si è parlato anche delle sue precedenti fatiche letterarie, delle sue origini e dei problemi annosi della terra di Sicilia.




Ritornando all'esimio Sindaco Vittorio Sgarbi, del tutto innovativa è stata l'idea di fare acquistare le case del centro storico, per 1 €, a condizione che l'acquirente si impegni entro 2 anni, alla sua totale ristrutturazione.




Il primo a comprare una casa demolita è stato il facoltoso industriale, Presidente dell'Inter Calcio: MASSIMO MORATTI insieme alla sua gentile consorte, entrambi sono stati insigniti del titolo di:Cittadini Onorari di Salemi, dal Sindaco Vittorio Sgarbi.




Ma le belle sorprese per la Città di Salemi, non sono finite.




Sempre durante l'estate, c'è stata la visita del noto giornalista, conduttore e autore di svariati libri di politica e costume: BRUNO VESPA. Quest'ultimo è rimasto affascinato dalle bellezze artiche e dei tesori risorgimentali di Salemi.




Il presentatore di "Porta a Porta", ha promesso che una delle prossime puntate della fortunata trasmissione, sarà interamente dedicata ai patrimoni culturali di Salemi.




Inoltre ha anche detto, che il suo prossimo libro "Donne e Potere", sarà presentato proprio qui.




Dopo Bruno Vespa, molti politici, sia regionali che nazionali, un pò per curiosità e un pò per piacere, hanno voluto constatare proprio come S. Tommaso: l'esaltazione e la rinascita di Salemi.




Voglio anche segnalare, la riapertura del Castello Arabo-Normanno, la cui realizzazione si aggira tra il 1070, anno dal quale grazie ai Normanni nell'isola tornò ad essere liberamente professata la fede cristiana e il 1130 anno in cui Ruggero il Normanno da gran Conte, divenne Re di Sicilia.




Il Castello di Salemi, fu chiuso al pubblico nel 1984, nel 1968 fu addrittura dichiarato inagibile e in tutti questi anni è stato oscurato ai visitatori.




Oggi grazie al recente restauro e prossimamente con l'inagurazione, sarà restituito ai cittadini di Salemi e a tutti i visitatori.




Beh! Queste sono alcune delle innumerevoli iniziative che il brillante Prof. Sgarbi e la sua Giunta Comunale, originalissima, ha realizzato per far sì di portare in alto il nome di Salemi e dei suoi abitanti e rendere questa cittadina ricca di storia e di cultura, visibile, prepotentemente orgogliosa e fiera, a dispetto dell'incredulità e dell'indifferenza di certi megalomani.

lunedì 8 settembre 2008

SCUOLA : RITORNO AL PASSATO CON IMPORTANTI NOVITA'



Il Decreto presentato dal Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini, ha apportato importanti novità e qualcosa della vecchia scuola di una volta.


Intanto partiamo dal voto in condotta, decisione già intrapesa dall'allora Ministro Moratti, ma poi di fatto non attuata. Oggi a causa degli innumerevoli episodi di vandalismo, saccheggi e distruzione da parte di studenti "veramente indisciplinati" e anche per via di questo nuovo fenomeno: il bullismo, si è accellerato per l'introduzione del voto in condotta.


Trovo molto giusto ciò, in quanto era ora di fermare in qualche modo questi atti di delinquenza.


Si può infatti essere pure preparatissimi, ma con un 5 in condotta cari studenti si ripete l'anno!!


Altre novità sono il ritorno dell'Educazione Civica, ma con lo studio della Costituzione. Finalmente!!! E' giusto che i nostri ragazzi sappiano gli articoli della Carta Costituzionale, come è anche giusta l'introduzione dell'educazione ambientale e stradale, molti adolescenti per mancanza di preparazione verso queste discipline perdono la vita umana: un bene prezioso, ricordiamolo!!! Sono temi fondamentali, la scuola è la prima palestra della vita, qui si forma la coscienza e la cultura degli uomini di domani.


Quindi un plauso al Ministro Gelmini, per queste materie che rappresentano l'ossatura e la base per formare delle persone responsabili che sappiano intraprendere scelte mature e consapevoli.


Quindi bene, rilanciamo l'istruzione!


Si ritorna anche al maestro unico, come nel passato, ma su questo nutro forti perplessità , perchè a parer mio ci potrebbero essere dei tagli di circa 150 mila posti di lavoro, ciò non è giusto, inoltre così si attuerebbe il blocco delle supplenze.


Qua non posso dire che ci sono rose rosse nel campo dell'istruzione, piuttosto ortiche!!


Attenzione a non ridurre i posti di lavoro!


Aumentiamo l'istruzione, ma non diminuiamo i maestri!!!


Per finire la reintroduzione dei voti al posto dei giudizi, comparsi quest'ultimi per la prima volta nel '77.


Ritengo che i voti sono più chiari e netti e anche rapidi sia nella stesura che nella comprensione delle famiglie italiane. tante generazioni si sono formate con i voti.


Tutti li comprendiamo e li interpretiamo.


Comunque cari studenti, buon anno scolastico e soprattutto studiate e formate le vostre coscienze, perchè l'istruzione è il pane quotidiano ed edifica il cittadino del futuro!!!

venerdì 5 settembre 2008

BUON RIENTRO A CASA DOPO LE VACANZE




CARE AMICHE E AMICI INTERNAUTI, DOPO LA PAUSA ESTIVA RIPRENDIAMO I NOSTRI APPROFONDIMENTI, RIFLESSIONI E SEGNALAZIONI SUL MIO BLOG.


COME STATE? SPERO CHE ABBIATE TRASCORSO DELLE BELLE VACANZE E SOPRATTUTTO MI AUGURO CHE VI SIATE DEDICATI ANCHE ALLA LETTURA DI UN BUON LIBRO. AVETE CONOSCIUTO NUOVI AMICI? AVETE FATTO BELLE ESPERIENZE?

SI RIENTRA AL LAVORO E A SCUOLA CON L'IDEA DI AFFRONTARE UNA NUOVA STAGIONE 2008-2009 IMPEGNATIVA E PIENA DI BUONI AUSPICI.


IN BOCCA AL LUPO ALLORA PER TUTTO QUANTO E BUONA SALUTE!


TONYPOET