Orologio Digitale

lunedì 8 settembre 2008

SCUOLA : RITORNO AL PASSATO CON IMPORTANTI NOVITA'



Il Decreto presentato dal Ministro della Pubblica Istruzione Maria Stella Gelmini, ha apportato importanti novità e qualcosa della vecchia scuola di una volta.


Intanto partiamo dal voto in condotta, decisione già intrapesa dall'allora Ministro Moratti, ma poi di fatto non attuata. Oggi a causa degli innumerevoli episodi di vandalismo, saccheggi e distruzione da parte di studenti "veramente indisciplinati" e anche per via di questo nuovo fenomeno: il bullismo, si è accellerato per l'introduzione del voto in condotta.


Trovo molto giusto ciò, in quanto era ora di fermare in qualche modo questi atti di delinquenza.


Si può infatti essere pure preparatissimi, ma con un 5 in condotta cari studenti si ripete l'anno!!


Altre novità sono il ritorno dell'Educazione Civica, ma con lo studio della Costituzione. Finalmente!!! E' giusto che i nostri ragazzi sappiano gli articoli della Carta Costituzionale, come è anche giusta l'introduzione dell'educazione ambientale e stradale, molti adolescenti per mancanza di preparazione verso queste discipline perdono la vita umana: un bene prezioso, ricordiamolo!!! Sono temi fondamentali, la scuola è la prima palestra della vita, qui si forma la coscienza e la cultura degli uomini di domani.


Quindi un plauso al Ministro Gelmini, per queste materie che rappresentano l'ossatura e la base per formare delle persone responsabili che sappiano intraprendere scelte mature e consapevoli.


Quindi bene, rilanciamo l'istruzione!


Si ritorna anche al maestro unico, come nel passato, ma su questo nutro forti perplessità , perchè a parer mio ci potrebbero essere dei tagli di circa 150 mila posti di lavoro, ciò non è giusto, inoltre così si attuerebbe il blocco delle supplenze.


Qua non posso dire che ci sono rose rosse nel campo dell'istruzione, piuttosto ortiche!!


Attenzione a non ridurre i posti di lavoro!


Aumentiamo l'istruzione, ma non diminuiamo i maestri!!!


Per finire la reintroduzione dei voti al posto dei giudizi, comparsi quest'ultimi per la prima volta nel '77.


Ritengo che i voti sono più chiari e netti e anche rapidi sia nella stesura che nella comprensione delle famiglie italiane. tante generazioni si sono formate con i voti.


Tutti li comprendiamo e li interpretiamo.


Comunque cari studenti, buon anno scolastico e soprattutto studiate e formate le vostre coscienze, perchè l'istruzione è il pane quotidiano ed edifica il cittadino del futuro!!!

Nessun commento:

Posta un commento