Orologio Digitale

giovedì 31 marzo 2011

ALLO STERI DI PALERMO IL LIBRO DI POESIE DI PALMA CIVELLO



Lunedì 4 aprile, alle ore 17.00 a Palazzo Steri, Piazza Marina n. 61, Sala delle Capriate, 3° piano, la Poetessa PALMA CIVELLO, presenterà il suo primo libro di poesie dal titolo "HO LIBERATO LE PAROLE", edizione La Zisa.

L'opera affronta i temi della solitudine, l'amicizia, la ricerca di sè.

Nella prefazione, il fraterno amico dell'autrice ANTONIO ZITO, dice che questo è un libro che va riletto prima di abbandonarsi all'emozione.

La poetessa Palma Civello è palermitana, laureata in lettere classiche, ha insegnato in scuole secondarie.

Le sue passioni sono la pittura, le poesie, i racconti.

Nel 2008 ha pubblicato il libro di racconti "Volti e svolte al telefono" con la stessa casa editrice.

Ha conseguito prestigiosi riconoscimenti in numerosi concorsi letterari nazionali sia per le poesie che per i racconti.

mercoledì 23 marzo 2011

ADDIO A LIZ TAYLOR , LA GATTA DAGLI OCCHI VIOLA


L'attrice LZ TAYLOR, all'età di 79 anni, si è spenta in un ospedale di Los Angeles. Era ricoverata da circa sei settimane ed è morta a causa di un'insofferenza cardiaca.

Da un pò di tempo soffriva di problemi di cuore.

La Taylor, iniziò all'età di tre anni, prendendo lezioni di danza.

Con la guerra, i genitori di Liz Taylor, decisero di lasciare l'Inghilterra per trasferirsi negli Stati Uniti e precisamente a Los Angeles.

Il suo primo film fu a nove anni, il titolo: "There's one born every minute" (1942).

Il successo arriva con "Torna a casa Lassie" (1943).

Da li altri film. Si guadagnò l'appellativo di bambina prodigio.

Nel 1950 frequenta la scuola direttamente negli studi della Metro-Goldwyn-Mayer e successivamente si diploma alla High School di Los Angeles.

Si sposò nello stesso anno per la prima volta.

Furono otto in tutto i matrimoni.

Il suo grande amore fu l'attore RICHARD BURTON, con lui ebbe 2 matrimoni.

Questi i film più famosi di Liz Taylor : "L'albero della vita" (19579; "La gatta sul tetto che scotta" (1958); "Improvvisamente l'estate scorsa" (1959); nel 1961 ebbe il suo primo Oscar con il film "Venere in visone" (1960); nel 1967 altra statuetta con "Chi ha paura di Virginia Woolf"? (1966), accanto a Richard Burton, conosciuto nel film kolossal "Cleopatra" del 1963.

Oltre al cinema Elizabeth Taylor ha recitato in televisione e al teatro.

La sua grande passione era la gioielleria, ha anche lanciato profumi.

Dopo la morte dell'attore ROCK HUDSON, si è impegnata per molto tempo nella lotta contro l'AIDS, dando vita ad una propria fondazione.

Fra le onorificenze, ricordiamo quella conferitagli nel 2001 da Presidente degli Stati Uniti BILL CLINTON con il "Presidental Citiziens Medal", per i suoi alti meriti, impegni e fini filantropici.

Pochi sono stati gli amici al suo fianco ma uno più grande fu il cantante MICHAEL JACKSON, scomparso nel giugno 2009.

Liz Taylor, sarà sepolta accanto all'amico Michael Jackson e non vicino all'ex marito Richard Burton.

Se ne va un altra leggenda di Hollywood.

lunedì 21 marzo 2011

A CASTELVETRANO (TP) IL 1° LABORATORIO DI SCRITTURA POETICA CON IL POETA DAVIDE RONDONI



Parte oggi 21 marzo a Castelvetrano (TP), il 1° Laboratorio di Scrittura Poetica, nell'ambito delle attività promosse dal Centro Internazionale di Poesia "Jacopo da Lentini", diretto dal Prof. GIACOMO MARTINI.

Il laboratorio è promosso dal Comune di Castelvetrano con la collaborazione del Liceo Classico Giovanni Pantaleo e del Prof. DAVIDE RONDONI (vedi foto), notissimo poeta contemporaneo e curatore della prefazione del mio libro "VERSI IN LIBERTA' ".

Rondoni è anche scrittore, opinionista e critico per il sole 24 ore, Avvenire, è presente nel segmento dedicato alla poesia nella rubrica di libri Billy, in onda la domenica all'interno del Tg1 delle13.30.

Ha fondato e dirige il Centro di Poesia Contemporanea a Bologna.

La sede del Laboratorio di Scrittura Poetica è quella del Liceo Classico " G. Pantaleo" dal 21 al 24 marzo 2011 dalle ore 15.30 alle 18.30.

Questo il programma:

21 marzo, ore 15.00, saluti del Prof. FRANCESCO FIORDALISO, introduzione del Prof. GIACOMO MARTINI, Direttore del Centro di Poesia "Jacopo Lentini";

ore 15.30 lezione del Prof. DAVIDE RONDONI dal titolo :"L'esperienza della Poesia. Motivi ed elementi antropologici e culturali legati all'esperienza perenne e contemporanea della poesia";

22 marzo, ore 15.30: "Interpretare un testo. laboratorio di lettura a partire da alcuni testi di autori classici e contemporanei";


23 marzo, ore 15.30, l'arte poetica di scrivere;

infine il 24 marzo, ore 15.30: confronto su eventuali testi dei partecipanti e/o di poeti contemporanei;

ore 21.00 presso l'Archivio Storico, sito in via Garibaldi n. 18, alle ore 21.00, i partecipanti leggeranno i loro versi e commenteranno il lavoro svolto.

Ingresso libero.

Al laboratorio possono partecipare studenti, cittadini, docenti e appasionati di poesia.

Una grande esperienza con la poesia per scoprire un'arte sempre viva, indispensabile per l'uomo!

sabato 19 marzo 2011

AUGURI A GIUSEPPA/E E A TUTTI I PAPA'

Carissimi , un augurio a Giuseppa/e . Buona festa a tutti i papà del mondo compreso me.

Dedico a tutti i Papà e ai Giuseppe (padre di Gesù) questi 4 splendidi aforismi.

"Quando non si ha un buon padre, bisogna procurarsene uno". Friedrich Nietzsche 1878;

"E' davvero un buon padre quello che conosce suo figlio". William Shakespeare;

"Non è difficile diventar padre; essere un padre, questo è difficile". Wilhelm Bush 1877;

"Il padre più severo nei suoi rimproveri è rude nelle parole, ma padre nelle azioni" Menandro (da Frammenti IV-III sec. a.c.)

venerdì 18 marzo 2011

LA VENERE DI MORGANTINA TORNA IN SICILIA


La Venere di Morgantina è atterrata all'aereoporto romano di Fiumicino per proseguire il suo unico viaggio, cominciato dall'America, destinazione Sicilia, sabato 19 marzo.

Dopo tanti anni di contenziosi, la Venere di Morgantina, opera scolpita tra il 425 a.c. e il 400 a.c., ha lasciato il Paul Getty Museum di Malibù per fare ritorno al suo sito originario di Aidone (En).

L'opera che sarebbe stata realizzata dal discepolo di Fidia, fu trafugata da Morgantina, nella seconda metà del novecento e venduta al Paul Getty Museum che l'acquistò nel 1988 per 28 miliardi di lire.

Il Direttore del Museo Archeologico di Aidone (EN), ENRICO CARUSO, ha detto: " il montaggio della statua comincerà lunedì e sarà posizionata nella sua sede definitiva entro giovedì 24 marzo".

L'inagurazione e l'apertura al pubblico sono previste per la fine di aprile.

DALLE OTTO ALLE OTTO 8 ^ EDIZIONE





Domani sabato 19 marzo, inizierà dalle ore 19.00 l'appuntamento annuale con la manifestazione culturale dalle otto alle otto, 8^ edizione 2011, ad Avola (SR).

Si tratta di un evento ideato dall'editore FRANCESCO URSO (vedi foto 2 dall'alto), una 24 ore all'insegna della poesia e della cultura per salutare la primavera e festeggiare la giornata mondiale della poesia.

Ecco il programma.

Si inizia alle ore 19.00 e fino alle 20.00 appuntamento alla Libreria Editrice Urso, sita in Corso Garibaldi n° 41 ad Avola (SR), qui gli intervenuti possono leggere una poesia propria o di un poeta di propria conoscenza.

Nell'attesa dell'arrivo dei partecipanti, esibizione musicale del chitarrista Antonio Artale ed intervento poetico del Globe- Trotter GIUSEPPE TIRALONGO inteso come l'Uomo Tigtre.

Su itinerario proposto dal poeta Corrado Bono, partenza dalla Libreria Editrice Urso, prosecuzione verso Marevecchio e poi verso le Contrade Zuccara, Cicirata, Cacarozzo, Aranciteddi.

Condivisione della cena intorno alle 24.00 in casa privata, con svolgimento del tradizionale concorso di poesia e premiazione della "Poesia Regina della Primavera 2011" (ognuno dei partecipanti porta con sè, pena esclusione dalla manifestazione, una poesia a tema libero che leggendola, la sottopone al giudizio di tutti i partecipanti).

Alle ore 3.00 circa della notte prosecuzione del cammino con ritorno verso Avola per l'attesa dell'alba in prossimità della rotonda al Lido di Avola.

Sono circa cinque chilometri da percorrere a piedi, tutti su strada senza alcuna difficoltà, occorre portare poesie, giubbotto catarifrangente, cena, dolci e bevande.

Liliana Calabrese Urso (vedi foto 3 dall'alto) ottima cantante e chitarrista, accompagnerà con la sua chitarra tutta la camminata.

Domenica 20 marzo 2011,alle ore 20.00 sarà ufficializzato il concorso letterario 2011 dedicato a Carmela Monteleone, su una nuova idea del poliedrico editore Francesco Urso.

Un appuntamento per accogliere festosamente l'arrivo della primavera.

giovedì 17 marzo 2011

1861- 2011 : 150° ANNIVERSARIO UNITA' D'ITALIA








Oggi giornata solenne, si festeggiano i 150 anni dell'Unità d'Italia.

In breve la storia dell'unificazione.

Con l'arrivo in Italia delle truppe napoleoniche nel 1796, nasce un sentimento nazionale, un primo accenno lo si ha con il Proclama di Rimini, con cui Gioacchino Murat, il 30 marzo 1815, durante la guerra austro-napoletana, rivolge un mesto appello a tutti gli italiani, affinchè si uniscano, per salvare il Regno di Napoli posto sotto la sua sovranità, unico garante della loro indipendenza contro un occupante straniero.

Tutto il periodo della storia d'Italia in cui l'affermarsi di una coscienza nazionale porta all'unità politica e all'indipendenza della nazione italiana è definita Risorgimento.

Quest'ultimo durerà diversi decenni e si concluderà proprio nel 1861, con la nascita del Regno d'Italia, sotto la dinastia dei Savoia.

I primi patrioti aderiscono inizialmente alla Carboneria che dà luogo ai moti del 1820-1821, duramente soppressi dagli austriaci.

Seguono altri tentativi insurrezionali, tra cui quelli sfortunati dei fratelli Bandiera (1849), i moti del 1848 portarono alla 1^ Guerra d'Indipendenza contro gli austriaci, vi fu un coinvolgimento anche delle popolazioni cittadine, con le famose Cinque Giornate di Milano e la spedizione nel 1857 di Carlo Pisacane nel Regno delle Due Sicilie, conclusosi con il massacro.

Con la 2^ Guerra d'Indipendenza del 1859 l'Austria cederà la Lombardia al Regno Sabaudo e si innescherà definitivamente il processo di unificazione, determinante con l'impresa dei Mille (1860).

Le personalità che contribuirono a questa unificazione furono quattro: GIUSEPPE MAZZINI, fondatore della Giovine Italia e figura preminente del movimento liberale repubblicano italiano ed europeo; GIUSEPPE GARIBALDI, repubblicano e di simpatie socialiste; CAMILLO BENSO conte di Cavour, statista, uomo di destra, genio in grado di muoversi sulla scena politica con grande astuzia e VITTORIO EMANUELE II di Savoia che nel 1861, sancisce l'Unificazione al Regno d'Italia il 17 marzo 1861.

Questo 150° Anniversario ha visto una grande partecipazione popolare, la gente ha risposto positivamente, merito del nostro amato Presidente della Repubblica che ha saputo in questo periodo unire le forze politiche del Paese pur nelle loro contraddizioni.

"Senza quest'Unità il nostro Paese rischiava di essere spazzato via". Queste sono le saggie parole del nostro Presidente.

L'esperienza dell'Unificazione dell'Italia è di alto valore storico, molta gente si potè incontrare, conoscere, furono abbattute le dogane, ogni tipo di pesi e misure, degli otto staterelli, l'Italia ritrova la sua essenza proprio nell'Unità.

Uniti si è più forti!

Oggi questo spirito patriottico e unitario è sempre più cresciuto, speriamo lo sia anche nei prossimi 200 anni!

BUON COMPLEANNO ITALIA!!!

sabato 12 marzo 2011

ADDIO A NILLA PIZZI LA REGINA DI SANREMO




Si è spenta oggi la cantante NILLA PIZZI (all'anagrafe ADIONILLA NEGRINI PIZZI).
Nata il 16 aprile del 1919 era figlia di un contadino.
Prima di farsi notare per le sue capacità vocali, la Pizzi si mise in evidenza nel campo delle rassegne di bellezza alla fine degli anni '30, vincendo proprio nel 1939 il Concorso precursore di Miss Italia, chiamato "Cinquemila lire per un sorriso".
In seguito grazie allo zio Ufficiale dell'Esercito, comincia ad esibirsi negli spettacoli organizzati per le Forze Armate.
Nel '42, Nilla Pizzi vince davanti a 10.000 concorrenti ad un concorso per voci nuove indetto dall'EIAR (l'attuale RAI).
Nel 1944 incide il suo primo disco; fu allontanata dalla radio, perchè considerata dal maestro Tito Petralia, una voce troppo sensuale ed esotica per il regime fascista.
Ebbe una relazione con il maestro Angelini.
Nel 1951 vinse il 1° Festival di Sanremo con la canzone "Grazie dei fior".
L'anno successivo vinse addirittura il primo posto con "Vola colomba", il secondo con "Papaveri e Papere" e il terzo posto con "Una donna prega".
Un record a tuttoggi mai eguagliato.
La canzone "Vola colomba", è importante per il testo, dove si accompagna il ritorno di Trieste all'Italia.
Mentre "Papaveri e Papere", sottolinea il divario tra il potere e la classe più umile.
Ebbe una lovestory con il cantante GINO LATILLA, duettando in diversi motivi, quest'ultimo tenta il suicidio dopo essere stato lasciato da lei.
A seguito di questo spiacevole episodio; Nilla Pizzi decise di cambiare casa discografica, diventa magrissima e diventa bionda.
Altri numerosi successi.
Nel 1959 vinse Canzonissima con "L'edera"; il Festival di Barcellona in coppia con Claudio Villa, con "Binario".
Negli anni 60,70,80 fino ai 90, questa grande artista dimostra tutto il suo talento e il suo stile.
Ritorna a Sanremo nel 2001 con il brano "Grazie dei fiori" in chiave rap, insieme alla Boyband 2080.
Il 1° giugno del 2002, il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, la nomina Grande Ufficiale della Repubblica Italiana.
Nel 2010, fu ospite nella terza serata di Sanremo, si festeggiavano i 60 anni del Festival.
In quella circostanza, interpretò "Grazie dei Fiori" e accennò anche un pò di "Vola Colomba".
Scompare all'età di 91 anni, i funerali si terranno martedì 15 marzo 2011.
Se ne va una grande Signora della Canzone Melodica Italiana.

venerdì 11 marzo 2011

FORTE SCOSSA DI TERREMOTO IN GIAPPONE








Oggi venerdì 11 alle ore 14.46 (in Italia le 6.46), un terremoto di 8.9 gradi, ha colpito la parte nord-orientale dell'isola Honshu, la più grande del Giappone, a 380 Km da Tokyo.

Successivamente uno Tsunami (onda sul porto, traduzione italiana) con onde alte fino a dieci metri, si è abbattuto sulle coste affaciate sul Pacifico, causando morte e distruzione nella zona di Sendai, la più vicina all'epicentro.

Il sisma ha generato frane, valanghe, morti e distruzioni di dimensioni apocalittiche.

Da quando esistono le rivelazioni sismiche, questo è il più violento del Giappone e il quinto più forte al mondo nell'ultimo secolo.

Le immagini viste in tv, hanno mostrato un Paese in ginocchio, con numerosi morti e tantissimi dispersi, ingentissimi i danni.

L'asse di rotazione della terra siè inclinato di 10 gradi.

Il popolo giapponese fiero e dignitoso, si appresta faticosamente ad uscire da questa terribile ed eccezionale disgrazia.

Pensate la forte scossa si è propagata fino alle coste americane.

(Sopra alcune immagini del terribile terremoto in Giappone).

mercoledì 9 marzo 2011

LA NOTIZIA CURIOSA ( 12 ) : NAPOLEONE BONAPARTE, UN DISEGNO INEDITO RISCRIVE IL SUO ESILIO


La storia dell'esilio di NAPOLEONE BONAPARTE all'Elba, si riscrive grazie ad un disegno sconosciuto.

Recentemente è venuto alla luce il progetto che l'indimenticabile imperatore francese aveva per la sua residenza privata nell'isola toscana, si tratta per la precisione di un documento inedito emerso dalle carte del Conte Agostino Fantoni, di notevole importanza storica.

Tutto ciò attesta la volontà di Napoleone di trasformare la dimora di San Martino in residenza imperiale.

martedì 8 marzo 2011

AUGURI A TUTTE LE DONNE !


In questa giornata particolarmente significativa, un augurio a tutte le donne.

Regalo tre aforismi di tre grandi autori.

"Quando si scrive delle donne bisogna intingere la penna nell'arcobaleno e asciugare la pagina con la polvere delle ali delle farfalle".
Denis Diderot ;

"Chi non ama le donne , il vino e il canto è solo un matto non un santo! "
Arthur Shopenahuer;

"Ascolta la donna quando ti guarda, non quando ti parla".
Kahlil Gibran.

lunedì 7 marzo 2011

LA RIVOLTA DEL NORD AFRICA



Nei primi mesi del 2011, abbiamo assistito ad una svolta veramente epocale.

Paesi come la Tunisia, l'Egitto, il Marocco, l'Algeria e ora la Libia, hanno detto no ai regimi di governanti illiberali e dittatoriali.

Perchè è accaduto tutto ciò?

Le cause sono molteplici, prima di tutto la forte pressione dei governi sulla popolazione con esorbitanti tasse, al limite della sopravvivenza e del disagio, su generi alimentari fondamentali come il pane, il sale, lo zucchero.

"Il dispotismo si distrugge da solo" Montesquie.

Oggi vediamo che il popolo non può più tollerare tutto ciò e insorge.

Una mano l'hanno dato anche i filmati in circolazione su Youtube e Facebook.

I social-networks, hanno svolto un ruolo di primo piano in questa fase di affermazione di giustizia e libertà del popolo nord-africano.

Le Tv di Stato del Regime, lo abbiamo visto con l'Egitto, mentre fuori avvenivano gli scontri e le lotte del popolo per ripristinare i principi di democrazia e bene comune, esse trasmettevano films, documentari o proclami autoritari e filogovernativi.

Altri motivi sono da ricercare, nel voler affermare a tutti i costi un processo di rinnovamento.

La religione non c'entra e nemmeno il terrorismo di Al Qaeda, c'è solo l'asseverazione dei propri diritti fondamentali.

Tunisia ed Egitto cercano o almeno tendono ad avvicinarsi verso uno Stato con Istituzioni libere e non oppressive, in grado di rappresentarela popolazione civile, la Libia è ancora in continua lotta, perchè il suo Rais Mu'ammar Gheddafi, non vuole mollare il potere, quest'ultimo è fermamente convinto di attaccare i ribelli, definendoli "ratti", drogati dai terroristi di Al Qaeda.

Così li attacca e li bombarda.

Da qui il monito dell'ONU e della NATO, al Colonnello Gheddafi.

"Basta con le violenze ai civili", definendoli senza mezzi termini"crimini contro l'umanità".

Il politico danese Andres Fogh Rosmussen, ha affermato "La violazione dei diritti umani e della legge umanitaria internazionale è oltraggiosa".

Intanto l'Europa cosa fa, cerca di fare il possibile, il suo grande problema è il non avere ancora una politica europea comune, mentre quella monetaria è più che mai una realtà.

Il Vecchio Continente, patisce la mancaza di una soluzione veramente politica, quindi le speranze sono affidate alla NATO e all'ONU.

L'Europa può ora come ora solo intervenire in operazione di solidarietà ed accoglienza di tutti i profughi che in questi giorni partono dai confini libici con la Tunisia e l'Egitto.

Anche l'Italia fa quel che può, in difficoltà per questo "inatteso cambiamento" dalla Libia e imbarazzante, a causa dei recenti accordi instaurati con il Trattato di Bengasi, di amicizia e cooperazione con il nostro Paese, siglati nel 2008.

Cosa dobbiamo aspettarci?

Sicuramente le diplomazie internazionali, saranno impegnatissime e a stretto contatto anche con la Lega Araba per cercare una soluzione.

I paesi del Nord Africa lo chiedono e lo sperano, gridandolo a viva voce!

Posso concludere con una citazione di John Locke, da"Il secondo trattato sul Governo. "Gli uomini quando entrano in società consegnano l'eguaglianza, la libertà e il potere esecutivo che essi avevano nello stato di natura nelle mani della società.

Chiunque detenga il potere legislativo o supremo di uno Stato è tenuto a governare secondo leggi stabilite e fisse, promulgate e rese note al popolo e non secondo decreti estemporanei; per mezzo di giudici imparziali e retti, che decidano le controversie secondo quelle leggi e a impiegare la forza della comunità all'interno solo per l'esecuzione di quelle leggi e all'esterno al fine di prevenire e risarcire le offese esterne e mettere al sicuro la comunità da incursioni e invasioni.

Tutto questo non deve essere diretto ad altro fine che la pace, la sicurezza e il pubblico bene del popolo".

giovedì 3 marzo 2011

ANDREA CAMILLERI : GRAN CIRCO TADDEI E ALTRE STORIE DI VIGATA

























Esce oggi 3 marzo il nuovo libro di ANDREA CAMILLERI : "IL GRANDE CIRCO TADDEI E ALTRE STORIE DI VIGATA", Edizione Sellerio.

Sono otto storie ("Gran Circo Taddei"; "Il merlo parlante"; "La fine della missione"; "Un giro di giostra", "La congiura"; "Regali di Natale"; "La trovatura"; "La Rivelazione"), tanto perfette e compiute da costituire ciascuna un breve romanzo.

Interessanti sono i personaggi di Vigata : avvocati brillanti, chiromanti improvvisate, contadini e studentesse, preti e federali, comunisti sfegatati, donne risolute.

Un insieme di figure che suscitano sorriso o pietà e un forte coinvolgimento fiabesco.

Il periodo storico è fine '800, primi del '900, più precisamente gli anni del fascismo, dello sbrco e del dopoguerra.

Un libro accattivante per i suoi protagonisti e per i luoghi, narrati ironicamente, con grande maestria, sagacia e iperattività tipica di Camilleri.

mercoledì 2 marzo 2011

VIENI VIA CON ME, IL NUOVO LIBRO DI ROBERTO SAVIANO












Esce oggi 2 marzo il libro di ROBERTO SAVIANO, "VIENI VIA CON ME".

Dopo il successo dell'omonima trasmissione , al fianco di FABIO FAZIO, l'autore di Gomorra, torna in libreria per i tipi di Feltrinelli.

Si tratta di otto capitoli, otto storie, un ritratto unico dell'Italia di oggi.

Saviano scava dentro alcune ferite vecchie e nuove che affliggono il nostro Paese.

Il mancato riconoscimento del valore dell'Unità d'Italia Nazionale, l'esplosione della criminalità organizzata al Nord, l'infinita emergenza rifiuti a Napoli, le troppe tragedie annunciate.

Vieni via con me, racconta le sue storie al lettore in una forma ampiamente rivista.

Storie della nostra Italia. Storie di tutti noi.